Attivati ​​18 velivoli civili del programma CRAF per l’evacuazione dei profughi

il

La flotta aerea della riserva civile è un aspetto importante delle risorse di mobilità degli Stati Uniti.

Gli aerei a lungo raggio selezionati delle compagnie aeree statunitensi sono contrattualmente impegnati con la Civil Reserve Air Fleet (CRAF).

Gli aerei selezionati supportano i requisiti del trasporto aereo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DOD) durante le emergenze quando la necessità di trasporto aereo supera la capacità degli aerei militari.

Il Dipartimento della Difesa ha rilasciato questa dichiarazione:

Il segretario alla Difesa Lloyd J. Austin III ha ordinato al comandante del comando dei trasporti degli Stati Uniti di attivare la fase I della flotta aerea della riserva civile (CRAF). L’attivazione del CRAF fornisce al Dipartimento della Difesa l’accesso alle risorse di mobilità aerea commerciale per aumentare il nostro supporto al Dipartimento di Stato nell’evacuazione di cittadini e personale degli Stati Uniti, richiedenti un visto speciale per immigrati e altri individui a rischio dall’Afghanistan.

L’attivazione attuale è per 18 aeromobili: tre ciascuno di American Airlines, Atlas Air, Delta Air Lines e Omni Air; due da Hawaiian Airlines; e quattro da United Airlines. Il Dipartimento non prevede un impatto importante sui voli commerciali da questa attivazione.

Gli aerei attivati ​​da CRAF non voleranno all’aeroporto internazionale di Hamid Karzai a Kabul. Saranno utilizzati per il proseguimento del movimento dei passeggeri da rifugi sicuri temporanei e basi di sosta provvisorie. L’attivazione del CRAF aumenta il movimento dei passeggeri oltre la capacità organica e consente agli aerei militari di concentrarsi sulle operazioni in entrata e in uscita da Kabul.

CRAF è un programma nazionale di preparazione alle emergenze progettato per aumentare la capacità di trasporto aereo del Dipartimento ed è una componente fondamentale della capacità di USTRANSCOM di soddisfare gli interessi di sicurezza nazionale e i requisiti di emergenza. Sotto CRAF, i vettori commerciali mantengono il loro stato civile secondo i regolamenti FAA mentre USTRANSCOM esercita il controllo della missione tramite la sua componente aerea, Air Mobility Command.

Questa è la terza attivazione CRAF nella storia del programma. Il primo si è verificato a sostegno delle operazioni Desert Shield/Storm (agosto 1990-maggio 1991), e il secondo è stato per l’operazione Iraqi Freedom (febbraio 2002-giugno 2003).

La capacità del DOD di proiettare le forze militari è indissolubilmente legata all’industria commerciale, che fornisce capacità di trasporto critiche e reti globali per soddisfare i requisiti quotidiani e di emergenza. L’utilizzo di partner commerciali espande la portata globale di USTRANSCOM e l’accesso a preziosi sistemi di trasporto intermodale commerciale.

Il Segretario apprezza molto il supporto dei nostri partner industriali in questa missione critica.

American Airlines ha commentato l’incarico:

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha notificato ad American Airlines di aver attivato lo Stage 1 della Civil Reserve Air Fleet (CRAF). A partire da lunedì, American sarà pronta a schierare tre velivoli wide body nelle basi militari e in altri punti di transito sicuri nella penisola arabica e in Europa per assistere nell’evacuazione di emergenza di cittadini statunitensi e rifugiati provenienti da Kabul, in Afghanistan.

American fa parte del programma CRAF ed è orgoglioso di adempiere al proprio dovere di aiutare le forze armate statunitensi a scalare questa missione di soccorso umanitario e diplomatico. Le immagini dall’Afghanistan sono strazianti. La compagnia aerea è orgogliosa e grata dei nostri piloti e assistenti di volo, che effettueranno questi viaggi per far parte di questo sforzo salvavita.

American lavorerà per ridurre al minimo l’impatto sui clienti poiché la compagnia aerea rimuove temporaneamente questi velivoli dalle nostre operazioni. La compagnia aerea apprezza la pazienza e la comprensione dei clienti mentre lavora per ospitare i voli.

Delta Air Lines ha rilasciato questa dichiarazione:

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DoD) ha attivato la Fase I della flotta aerea della riserva civile, chiedendo a Delta e ad altri vettori di sostenere lo sforzo militare per trasportare le persone che hanno lasciato l’Afghanistan.

Domenica mattina, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DoD) ha attivato la Fase I della flotta aerea della riserva civile (CRAF), chiedendo a Delta e ad altri vettori di sostenere lo sforzo militare per trasportare le persone che hanno lasciato l’Afghanistan.

Delta è stata in contatto con il Dipartimento della Difesa per diversi giorni prima della chiamata per CRAF e si prevede che molti voli di soccorso rientrino negli Stati Uniti a partire da lunedì mattina. La compagnia aerea opererà utilizzando aeromobili di riserva disponibili, il che significa che le operazioni commerciali di Delta non sono attualmente interessate.

“Per decenni, Delta ha svolto un ruolo attivo nel supportare le forze armate statunitensi e le nostre truppe”, ha affermato John Laughter, EVP Delta e capo delle operazioni. “E siamo ancora una volta orgogliosi di impegnare le persone Delta e i nostri aerei a sostenere gli sforzi di soccorso del nostro Paese”.

Delta non volerà direttamente in Afghanistan, ma organizzerà invece aerei in varie basi militari e fornirà voli di proseguimento per i passeggeri.

Delta fornisce regolarmente il trasporto per le truppe statunitensi che si spostano tra gli Stati Uniti e le località internazionali attraverso il suo gruppo Charter Operations.

La compagnia aerea è stata scelta per l’ultima volta per fornire un supporto militare significativo tramite CRAF nel 2002 nell’avvio dell’Operazione Iraqi Freedom.

Atlas Air ha rilasciato questa dichiarazione:

Il Dipartimento della Difesa ha attivato la Civil Reserve Air Fleet (CRAF) per invitare Atlas Air e altre compagnie aeree statunitensi a sostenere l’evacuazione di cittadini statunitensi e rifugiati dall’Afghanistan.

Voleremo con un aereo passeggeri per trasportare gli sfollati in sicurezza negli Stati Uniti e staremo a disposizione qualora fosse necessaria una capacità aggiuntiva.

In qualità di più grande fornitore di ponte aereo per le forze armate statunitensi, siamo orgogliosi di fornire questo servizio passeggeri essenziale nella regione in questo momento critico.

Atlas è un’azienda che si prende cura del mondo che trasportiamo e il nostro team sente un enorme senso di responsabilità nel servire le esigenze delle forze armate statunitensi e della nostra nazione.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.