Antonucci, American Airlines: “E’ il network che crea il mercato”

il

20/06/2016 12:05
“Ottime opportunità per il mercato italiano con l’avvio dei voli su 5 città cubane”, spiega il manager

“Da 20 anni operavamo un charter su L’Avana da Miami, ma ora riusciamo a coprire ben cinque città cubane. Per il mercato americano è una potenzialità enorme e offre ottime opportunità anche al pubblico italiano. Si potranno vendere combinazioni interessanti con soggiorni Usa abbinati a Cuba”. Così Roberto Antonucci, direttore commerciale Sud Europa di American Airlines, che aggiunge: “La nostra grande forza è il network, perché è ciò che crea il mercato”. Il manager non si riferisce soltanto al fatto di essere la più grande compagnia aerea al mondo con un piano di fusione ormai completato dal gennaio scorso, ma al numero degli hub: “Abbiamo otto hub negli Stati Uniti: New York, Philadelphia, Charlotte, Chicago, Miami, Dallas, Phoenix e Los Angeles”. A livello internazionale si è verificata un’apertura nel Sud Pacifico, grazie alle rotte da Los Angeles per Sydney e per la Nuova Zelanda e anche verso la Cina il traffico si è potenziato.

Per la conquista del segmento business, la compagnia prosegue per il quinto anno consecutivo il rinnovamento della flotta, basti pensare che il piano ha interessato 500 aerei su 1.500 in flotta per un investimento miliardario. Stiamo parlando di 110mila dipendenti, di cui ben 20mila sono assistenti di volo. “Ora stanno entrando in flotta i B787-800 e 900 e altri aeromobili della famiglia Airbus”, spiega il manager, sottolineando che si registrerà fino al 2018-2019 l’ingresso di circa una decina di wide body, “con gli A350 che faranno il loro ingresso dal 2018. Avvantaggeremo anche il mercato italiano – precisa – perché avremo il meglio del prodotto aereo”.

Attualmente sul mercato italiano le agenzie (che percepiscono una commissione dell’1%) pesano per il 50-60% delle vendite, contro un 20% di transazioni online e un 15% circa di vendita diretta. Tra i vettori più favorevoli all’introduzione dello schema Ndc, American Airlines trova un mercato favorevole negli Usa, “dove il 50-60% delle agenzie usano il direct connect. Il mercato deve essere maturo per l’implementazione del sistema Ndc. Inizieremo in Uk, Francia, Germania e Italia”. l.d.

– See more at: http://www.guidaviaggi.it/notizie/179613/antonucci–american-airlines-%E2%80%9Ce%E2%80%99-il-network-che-crea-il-mercato%E2%80%9D#sthash.fm8ziRkE.dpuf

@AmericanAir #Robertoantonucci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.