CHARLESTON (SC): oltre SPOLETO, dal Memorial Day 17 giorni di spettacoli artistici per il 41° Spoleto Festival USA

Risultati immagini per spoleto festival usaIl “secondo mondo” del Festival dei Due Mondi a Spoleto per prestigiosi talenti artistici é ogni anno a CHARLESTON, deliziosa cittadina del Palmetto State – la South Carolina – che ospita per 17 giorni, lo Spoleto Festival USA, dal 26 Maggio all’11 Giugno 2017. Dal Memorial Day weekend gli eventi del festival si susseguono ogni giorno, con un’alta concentrazione durante i fine settimana. Parallelamente si svolge anche il PICCOLO SPOLETO FESTIVAL, che presenta una moltitudine di spettacoli maggiormente dedicati agli artisti regionali del Sud-Est USA ed é un prefetto complemento allo Spoleto Festival USA di carattere internazionale: ben 500 gli eventi nei 17 giorni di celebrazione a Charleston per una grande unica kermesse artistica. Charleston offre decisamente un bel palcoscenico sia all’audience sia agli artisti e non poteva che essere la scelta giusta quando nel 1977 il compositore premio Pulitzer Gian Carlo Menotti, con Christopher Keene ed altri la scelsero quale sede ideale per creare la controparte americana all’annuale Festival dei Due Mondi di Spoleto in Italia.

E’ fuor di dubbio che il successo del festival é dovuto a Charleston, location ideale per il suo fascino naturale, la sua eleganza storica con una collezione esaustiva di impressionanti architetture ben preservate ed una gamma di location per gli spettacoli quanto più di fascino. Charleston con i suoi teatri storici, le sue chiese, gli spazi outdoor ed i luoghi scelti per gli spettacoli invita quest’anno al 41° Spoleto Festival USA, tra le manifestazioni dello spettacolo artistico più importante d’America con rinomati artisti ed emergenti talenti dell’opera, della danza, del teatro, della musica sinfonica, corale e del jazz.
Ci sono diversi spettacoli per ogni categoria: dal teatro di Garry Hynes con la sua compagnia irlandese Druid per un approccio fresco all’opera di Samuel Beckett, Aspettando Godot; la pluripremiata cantante Dee Dee Bridgewater torna al festival con il suo ultimo contributo alla tradizione vocalista jazz. C’é un’effervescente serata di apertura del Festival con l’ Eugene Onegin di Tchaikovsky in una serata elegante di danza e allegria in puro stile old-world. María Pagés appassionata ballerina di Flamenco rappresenta il leggendario personaggio di Carmen in un’ode alla femminilità; usando i testi di Henry David Thoreau, registrazioni della natura e proiezioni, il lavoro musicale di John Cage é una elucubrazione di suoni sui problemi ambientali e sociali. Questi sono solo alcuni esempi degli spettacoli artistici che si svolgono in dodici selezionate location cittadine, distribuite tra teatri, auditori, il City Hall, la Cattedrale di St.Luke e St.Paul, la splendida Plantation di Middleton Place con i suoi mirabolanti giardini a pochi chilometri fuori città, sull’incantevole strada scenografica Ashley Road.

Si rinnova anche l’iniziativa speciale che si ripete da 5 anni: Behind the Garden Gate che coinvolge alcuni tra i più bei giardini nascosti della città di Charleston, grazie all’impegno della Charleston Horticultural Society e The Garden Conservancy. Piccole e fantastiche oasi di verde dietro muri coperti di piante rampicanti o cancelli di ferro battuto, veri e propri santuari che invitano anche alla visita nella splendida Holy City, aprono i battenti per solo due giornate ed ognuna offre otto diversi giardini con tour autonomi dalle 10.00 alle 16.00. (27 Maggio e 3 Giugno 2017).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...