Austrian Airlines riallinea le operazioni per far fronte ai colpi ricevuti dalle budget airlines basate a Vienna

il


Minaccia di perdite nel 2019 e 2020: la compagnia aerea contrasta gli sviluppi con un pacchetto di misure
90 milioni di euro dovrebbero essere risparmiati ogni anno, colpendo 700-800 posizioni previste nella società
Consiglio di amministrazione: “Combatteremo incessantemente e vigorosamente contro il dumping dei prezzi e dei salari praticato dalle compagnie aeree a basso costo”

Austrian Airlines si sta riposizionando in risposta all’eccesso di compagnie aeree low cost all’aeroporto di Vienna. Da un punto di vista del mercato, la compagnia aerea sta raggruppando la sua flotta nella capitale austriaca, mentre sta avviando severe misure di riduzione dei costi sul lato aziendale delle sue operazioni commerciali. Dopo sei anni redditizi, la compagnia aerea potrebbe di nuovo ritrovarsi in una situazione in perdita a causa delle offerte di voli economici a Vienna. La società mira a ridurre i costi interni di 90 milioni di euro all’anno a partire dal 2021 attraverso miglioramenti dell’efficienza e della produttività. Circa 700-800 posti di lavoro saranno probabilmente influenzati dal programma “PE20”. Numerose riduzioni di posti di lavoro saranno assorbite dalle fluttuazioni del personale. L’obiettivo a lungo termine della compagnia aerea è quello di modernizzare la sua flotta e poi tornare nuovamente a un forte percorso di crescita.

“Dobbiamo riposizionarci per sopravvivere alla brutale concorrenza delle compagnie aeree low cost”, afferma Alexis von Hoensbroech, CEO di Austrian Airlines. “In parte, le misure saranno dolorose perché drenano risorse che duramente abbiamo accumulato negli ultimi anni. Tuttavia, allo stesso tempo sono necessari per salvaguardare il futuro di Austrian Airlines come principale compagnia aerea austriaca. ”

“Non ci ritireremo di un solo millimetro sul mercato viennese”
Per quanto riguarda il mercato dell’aviazione, Austrian Airlines vuole resistere risolutamente alle compagnie aeree a basso costo. La compagnia aerea nazionale austriaca prevede di riunire la propria flotta a Vienna nel contesto del suo programma di strategia #DriveTo25 posizionando tutti i suoi aerei disponibili in Austria nella capitale del paese in cui la guerra dei prezzi infuria. A questo proposito la compagnia aerea sta ricevendo supporto dal gruppo Lufthansa. I voli per la Germania dagli aeroporti regionali austriaci saranno gradualmente ripresi e operati da Lufthansa. A dicembre la rotta Salisburgo-Francoforte sarà già convertita da un “OS” in un numero di volo “LH”, liberando così gli aeromobili. Le basi dell’equipaggio decentralizzato nelle province federali verranno chiuse e ai dipendenti interessati verrà offerta un’offerta per il trasferimento a Vienna.

Al fine di difendere il suo hub a Vienna, Austrian Airlines sta aggiornando la sua flotta allo stesso tempo. 18 piccoli velivoli a turbopro sono già stati sostituiti da dieci jet Airbus A320 a medio raggio più grandi, portando così a notevoli miglioramenti della produttività. Il primo aereo A320 aggiuntivo decollerà già per conto di Austrian Airlines a novembre.

“La sostituzione dell’aeromobile e la stretta collaborazione con la nostra consociata Eurowings ci consentono di unire la forza della nostra flotta a Vienna”, afferma Andreas Otto CCO. “Non ci ritireremo di un solo millimetro e manterremo la nostra strategia premium”.

Migliorare l’efficacia di Austrian Airlines
Allo stesso tempo, Austrian Airlines vuole riorganizzare le operazioni per essere più efficace e incisivo come compagnia. In questo caso, “più efficace” significa più produttivo ed efficiente. Gli aeromobili più grandi comportano costi unitari inferiori o, in poche parole, più passeggeri possono essere trasportati con un minor numero di equipaggi. In definitiva, l’armonizzazione della flotta porta a una riduzione della complessità. L’eliminazione di un tipo di aeromobile elimina di conseguenza i costi per l’addestramento separato di piloti, assistenti di volo e tecnici, nonché lo stoccaggio di pezzi di ricambio.

“L’armonizzazione della nostra sola flotta ci consentirà di dare un contributo significativo al miglioramento degli utili”, afferma il CFO Wolfgang Jani.

Inoltre, Austrian Airlines pianifica miglioramenti nei processi aziendali basati su automazione, digitalizzazione, centralizzazione e riduzioni delle spese materiali e non relative al personale. Le misure di produttività e efficienza dei processi dovrebbero risparmiare 90 milioni di EUR ogni anno nei prossimi due anni. “Vogliamo discutere con calma tutto questo con il nostro comitato aziendale”, secondo i piani annunciati dal CFO di Austrian Airlines.

A tale proposito, spera di ricevere sostegno dalle parti sociali e dai decisori politici del paese. “I posti di lavoro altamente qualificati saranno eliminati perché i vettori a basso costo offrono retribuzioni e standard sociali considerevolmente più bassi. La concorrenza leale va bene, ma per favore, non dovrebbe comportare commettere falli sociali ”, aggiunge Jani.

Cooperazione con Eurowings, adeguamenti dell’offerta a lungo raggio

A partire da gennaio 2020, la consociata Eurowings gestirà quattro aeromobili in leasing totale per conto di Austrian Airlines dalla sua base a Vienna. In questo modo, le due compagnie aeree saranno in grado di coordinare più da vicino le loro offerte di rotte, consentendo di aggiungere nuovi voli diretti a Barcellona, ​​Birmingham, Norimberga, Roma e Zara al portafoglio di destinazioni di Austrian Airlines nel suo programma di volo. Austrian Airlines eliminerà la destinazione leisure di Miami dalla sua offerta di voli nel prossimo programma di voli estivi 2020. La rotta, che fino ad ora era servita solo su base stagionale, non era più redditizia nonostante tutti gli sforzi fatti dalla compagnia aerea. L’ultimo aereo Austrian Airlines da Miami atterrerà a Vienna domani, 8 novembre 2019. I voli sulla rotta Vienna-Los Angeles, operati anche solo durante la stagione estiva, saranno offerti cinque volte a settimana nel programma di voli estivi 2020 invece di sette voli settimanali fino ad ora. La compagnia aerea non ha ancora deciso cosa sarà fatto con le sue capacità a lungo raggio liberate.

La strategia rimane valida: raggiungere la capacità di investire e modernizzare la flotta
Il programma strategico #DriveTo25 annunciato a gennaio rimane in vigore nonostante l’assalto delle compagnie aeree a basso costo. In breve, l’obiettivo di fondo è quello di raggiungere la capacità di effettuare investimenti e modernizzare la flotta a lungo raggio che riveste un’importanza cruciale per Vienna come hub di volo.

“La nostra strategia a lungo termine rimane in vigore. Vogliamo modernizzare Austrian Airlines e renderlo redditizio e pronto per gli investimenti ”, conclude il CEO Alexis von Hoensbroech. “Pronto per gli investimenti significa che la società sarà in grado di finanziare gli investimenti necessari da sola”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.