Alitalia : un bando ed un vettore più snello la mission di Leogrande

il

Gia al lavoro, secondo quanto scrive oggi il Messaggero, la nuova #Alitalia passerà per un nuovo #bando pronto già la prossima settimana. Lavorerà senza sosta l’Avv. Giuseppe Leogrande ed il team. Esperto in questi ambiti, i #sindacati pare abbiano apprezzato quello fatto in #BluePanorama, salvata e ristrutturata proprio da #Leogrande e Giancarlo #Zeni, che pare sarà della partita. Come dire, squadra che vince non si cambia.

La nuova Alitalia vista da Leogrande vedrà proseguire i contatti raffreddatisi con #Atlantia ed #FS, ma solo a certe condizioni. Quello che e’ certo che la compagnia sarà più snella e meno ingessata di ora. Forse in questi pochi mesi anche con la possibilità di muoversi meglio anche sul fronte flotta? In Blue Panorama non la diminuì, come invece e’ accaduto per gli ultimi due anni e mezzo di gestione commissariale.

Il target e’ stare sui 2500 esuberi, praticamente il doppio di quelli in cassa integrazione e non i 6000 di #Lufthansa o #Delta. Come farlo senza macelleria sociale e spacchettamenti come vuole anche il Ministro Patuanelli sono i meccanismi di prepensionamento che gli ammortizzatori permettono in un’ottica di solidarietà espansiva o altri strumenti da crearsi.

Il passaggio sarebbe come accaduto in Blue Panorama sarebbe la vecchi Alitalia SAI che avrà esuberi, criticità e debiti gestiti dall’amministrazione straordinaria. Nella new Alitalia la società ristrutturata, flessibile e snella con zero debiti e tutti i contratti ristrutturati, per intenderci: #Leasing aerei, #catering, #manutenzione ed altro. Insomma quanto nel passato e’ stato pesante gestionalmente e da ridurre poi.

La nuova Alitalia passerebbe probabilmente da #SkyTeam a #StarAlliance. Proprio perché sembra che Patuanelli indichi come Lufthansa sia meglio disposta che Delta. In particolare anche i sindacati piloti andrebbero su questa preferenza, oltre al fatto che il vettore tedesco avrebbe deciso che Roma sarà il terzo hub del gruppo, lasciando Zurigo, Vienna e Bruxelles a seguire. Roma come hub rivalutato porterebbe ad un asset confermato per Atlantia.

Anche il Messaggero fa il nome di Giancarlo Zeni, che anche noi vediamo in pole position oltre a Ivan Bassato – Direttore airport Management di ADR.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.