Come eravamo: i G1 della TAS

il

Questo era un bimotore elegante. Il capostipite della generazione ai Gulfstream. Dopo la dismissione da parte del segmento corporate in favore dei primi jets, l’aereo divenne obsoleto, passo’ al mercato del trasporto regionale di terzo livello. Le sue qualità di comfort, classe e semplicità vennero giudicate ottimali per il lavoro da svolgersi. Non costavano tanto da comprare o acquisito tramite un leasing finanziario. Erano non proprio parchi quanto a consumi di carburante. I motori Rolls Royce Dart assieme ai loro consumi erano di una tecnologia di trent’anni prima. Erano un aereo già molto più pesante dei commuter degli anni ‘80 dove il composito aveva preso molto piede, riducendo pesi e consumi.

In Italia Mistral Air ne allineo’ tre esemplari tutti passati in seguito alla TAS. Questo in fotografia fu uno di quelli, ma ciò accadde dopo l’arrivo di I-TASO, nella foto in fondo dell’archivio di Augusto Laghi. In assoluto il primo dei Gulfstream 1C della compagnia aerea con base a Bologna, la TAS-Trasporti Aerei Speciali.

Questo aereo fu utilizzato prima per operare la Bologna – Birmingham e successivamente su Colonia. Poi anche la Parma – Roma Fiumicino con i migliori successi commerciali. I voli con i BAe146/300 si rivelarono con una capacità sovradimensionata rispetto alle reali necessità. I BAe146/300 entrarono in flotta quando avvenne una mutazione negli anni 90 da TAS – Trasporti Aerei Speciali a TAS Airways.

La flotta dalle nostre ricerche, per questo si ringrazia Airlinerlist e g159hrm.com era composta da 6 velivoli, che hanno vestito più o meno la livrea. Oltre ad un settimo per qualche mese con marche inglesi.

I-TASO s/n 87 12/87 lsd Desio & Brianza Leasing SpA. Poi 1/94 Sunline sempre I-TASO e quindi Legion Express 5Y-BMR il 8/97

I-TASB s/n 105 19/6/1989 da EBM Group N702G alla TAS. Acquisito da Desio&Brianza Leasing. Poi passato a Sunline nel 1993 fermo 7/1993 a Linate. Diventò un bar nelle Filippine a Negros Oriental Bacong nel luglio 2004

I-TASC S/n 173 da EBM Group il 3/93 N49CB e poi Sunline il 10/93 fino al 4/94. Nel 7/98 era ancora Sunline stored billing poi 5Y-BMT 9/98 Legion Air/Skyways Kenya

G-BNCE s/n 8 da Hawk Aviation il 23/9/1988 e fino al 3/89

I-MDDD s/n 187 da Page Avjet N914P a Italia 7/87 alla Mistral Air quindi alla TAS nel 1990 poi 22/6/92 decollo abortito a Pantelleria. Visto wfu Ottawa 6/93

I-MGGG s/n 51 10/86 Mistral Air poi TAS nel 1990

I-MKKK s/n 194 6/87 Mistral Air poi TAS nel 4/89 quindi Sunline il 10/93

La TAS operò non solo voli di linea, ma pure molti voli charter come Business aviation a Milano. Oltre a voli cargo, in particolare con i velivoli provenienti da Mistral Air.

Il primo in Italia fu per la Fiat I-CKET S/n 57 dal 28/11/1960 al 8/81 quando fu registrato N66JD per la Gulf South Beverages, Inc.

Un altro I-EHAJ era di Desio&Brianza Leasing, utilizzato per voli corporate

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.