El Al: i risultati del primo trimestre


El Al Israel Airlines ha fatto questo annuncio dopo la sua messa a terra di tutta la sua flotta:

Risultati chiave per il primo trimestre del 2020

I ricavi della Società sono diminuiti di circa il 25% a ca. $ 321 milioni USD, rispetto a ricavi di ca. 429 milioni di USD nel primo trimestre del 2019.
La Società ha registrato una perdita netta di ca. $ 140 milioni USD, rispetto a una perdita di $ 55 milioni USD nel primo trimestre del 2019.
I saldi di cassa e i depositi a breve termine nel conto della Società al 31 marzo 2020 ammontano a ca. 131 milioni di USD.
Nel primo trimestre del 2020, gli effetti della crisi del coronavirus hanno preso piede. La pandemia ha sconvolto gravemente tutti i settori economici in tutto il mondo, con le industrie del turismo e dell’aviazione colpite in modo più negativo dalla pandemia.

La crisi ha portato a una drastica riduzione della domanda di voli passeggeri e un numero senza precedenti di cancellazioni di voli e, pertanto, la Società ha annullato molti voli già nel febbraio 2020 e alla fine ha annunciato una completa interruzione dei voli passeggeri a metà marzo 2020, a causa della guida del governo che affronta queste circostanze e la paura della contrazione del virus.

A seguito della crisi e del rallentamento della domanda, un forte calo di ca. Anche il 23% del prezzo del carburante è stato registrato.

Tutti questi fattori hanno comportato un forte impatto sulle attività della Società e una significativa riduzione dei suoi ricavi. Fermo restando che la Società ha completato il 2019 con consistenti saldi in contanti di ca. 264 milioni di USD, la crisi ha causato un grave stress di liquidità che richiede una soluzione sotto forma di assistenza immediata attraverso il sostegno del governo.

Dall’inizio della crisi del coronavirus, la Società ha adottato una serie di misure e misure di razionalizzazione progettate per migliorare il suo flusso di cassa:

La direzione della Società ha annunciato una proroga del periodo durante il quale non effettuerà voli fino al 31 luglio 2020, alla data del presente documento.
La compagnia fece un taglio significativo nella sua forza lavoro e circa 5.800 impiegati furono mandati in congedo non retribuito.
Il compenso dei dirigenti e dei membri del consiglio è stato ridotto del 20% dal 1 ° marzo 2020.
I pagamenti del contratto di locazione per alcuni velivoli noleggiati sono stati differiti di comune accordo; gli accordi di leasing per due velivoli 737-800 che dovrebbero entrare in servizio nel 2020 sono stati annullati e sono stati restituiti tre velivoli noleggiati ad acqua.
È stato stipulato un protocollo d’intesa con una società straniera per la vendita e la locazione di tre aeromobili Boeing 737-800 per ca. 76 milioni di USD.
Le partecipazioni dell’azienda a Maman sono state vendute per ca. 15,4 milioni di USD.
Un importo di 105 milioni di NIS è stato liberato dall’eccedenza dei fondi di compensazione centrale in accordo con il G e la Federazione generale israeliana del lavoro (“Histadrut”).
Nel primo trimestre del 2020, la Società ha venduto 4 motori e riconosciuto una plusvalenza di ca. 10 milioni di USD. Nel giugno 2020 sono stati venduti altri cinque motori e una plusvalenza di ca. Sono stati registrati 1,5 milioni di USD.
I progetti che comportano investimenti sono stati sospesi o annullati (tra l’altro, investimenti nel rinnovo della flotta di aeromobili 777 nonché investimenti digitali e informatici).
Le operazioni di carico della Compagnia furono ampliate adeguando gli aerei passeggeri per trasportare merci essenziali.

La Società sta elaborando un piano con il Ministero delle finanze per ottenere assistenza governativa. Alla data del presente documento sono stati proposti due piani, con l’obiettivo di fornire finanziamenti alla Società per aiutarla ad affrontare la crisi del coronavirus. Il primo piano in esame consiste nell’ottenere un prestito di 400 milioni di USD, per lo più coperto da garanzia statale, e nell’offrire un’offerta di azioni per un importo di 150 milioni di USD. Il secondo piano prevede l’ottenimento di un prestito di 250 milioni di USD, per lo più coperto da garanzia statale, e la realizzazione di un’offerta di azioni per un importo di 150 milioni di USD, con l’impegno statale ad acquistare tutte le azioni non acquistate dagli investitori nell’ambito del offerta.

Poiché non vi è incertezza sul completamento dell’ottenimento dell’assistenza, che è essenziale per consentire alla Società di affrontare gli effetti della crisi. In questa fase, sussistono considerevoli dubbi in merito alla continua esistenza della Società come preoccupazione continua e, di conseguenza, i rendiconti finanziari includono una comunicazione di preoccupazione in corso.

Gonen Usishkin, CEO di El Al:

“Il mondo sta attualmente affrontando la crisi economica più profonda che abbia conosciuto negli ultimi 100 anni. L’industria aeronautica è stata la prima a essere colpita da questa crisi e l’ultima a uscirne. A causa della continua pandemia, c’è ancora molta incertezza in tutto il mondo per quanto riguarda i tempi in cui l’industria in generale, e El Al in particolare, torneranno ad attività regolari e significative.

La crisi del coronavirus è di una portata mai vista prima, e anche la compagnia aerea più forte non sopravviverebbe a questa crisi senza l’assistenza del governo.

La direzione di EL Al mette tutta la sua energia per raggiungere gli accordi necessari, anche nei confronti dei propri dipendenti, per finalizzare il piano di assistenza governativa con il Ministero delle Finanze, il cui scopo è stabilizzare finanziariamente la Società e consentire ha continuato l’attività negli anni futuri. L’assistenza, insieme al mondo che acquisisce il controllo della pandemia, consentirà all’industria aeronautica e ad El Al di tornare gradualmente ad attività regolari e significative.

Anche in un momento così difficile, siamo orgogliosi che El Al e i suoi dipendenti abbiano contribuito in modo significativo alla lotta contro la pandemia di coronavirus. La compagnia ha operato voli complicati verso destinazioni remote, tra cui Australia, Colombia, Costa Rica, Perù e altri, per estrarre civili israeliani e riportarli a casa in sicurezza. La compagnia è ulteriormente orgogliosa dei voli operativi che trasportano carichi essenziali per la lotta contro la pandemia di coronavirus. ”

Il direttore finanziario di El Al, Dganit Palti:

“La pandemia di coronavirus ha interrotto bruscamente i piani della compagnia di espandere le sue operazioni, al termine del processo di sostituzione delle sue flotte e dell’innovativo programma di acquisizione di aeromobili. Nonostante che la Società sia entrata nell’anno con elevati saldi di cassa di 264 milioni di USD, la crisi ha causato un grave problema di liquidità a seguito dell’arresto di tutti i voli passeggeri di linea a partire da marzo 2020. Questo problema di liquidità si è manifestato principalmente con una diminuzione del 25% i ricavi della Società, in un momento in cui la maggior parte del debito per il nuovo velivolo è già stata stabilita. Il calo dei prezzi del carburante, che in tempi normali è una benedizione, ha comportato perdite nelle operazioni di copertura che, a bassi tassi di consumo, non sono in parte riconosciute come efficaci e per le quali la Società ha registrato una spesa di 56 milioni di USD per il trimestre . Inoltre, c’è stata una diminuzione di ca. 108 milioni di USD in fondi di capitale per tutte le operazioni di copertura di carburanti a reazione, di interessi e di cambio che, in termini contabili, sono riconosciuti efficaci. Un’ulteriore riduzione del patrimonio netto è attribuibile a una perdita netta di ca. 140 milioni di USD per il trimestre. Per migliorare la propria liquidità, la Società ha ottenuto un differimento concordato dei pagamenti del leasing, ha firmato un protocollo d’intesa per la vendita e il leasing di tre aeromobili per un totale di ca. 76 milioni di dollari, realizzato le sue partecipazioni in Maman in cambio di ca. 15 milioni di USD, importi in eccesso rilasciati da vecchi fondi di compensazione per un totale di ca. 105 milioni di dollari e fatto altre mosse. La Società è in trattativa con le banche per ottenere prestiti in relazione ai piani di assistenza offerti dal governo. ”

Key Financial Results:

January-September

2020

2019

Change

Operating revenues

321

429

(25%)

Operating expenses

361

403

(10%)

Gross profit (loss)

(40)

26

EBITDAR[1]

(22)

16

Loss before taxes on income                       

(161)

(71)

126%

Loss for the period

(140)

(55)

152%

Utili e perdite per il primo trimestre 2020:

Ricavi operativi

I ricavi operativi per il periodo in esame sono diminuiti di ca. 108 milioni di USD, con un decremento del 25,2% rispetto al primo trimestre del 2019. I ricavi per il trasporto di passeggeri sono diminuiti di ca. 107 milioni di USD, indicando un calo del 28,2%. Tale riduzione è attribuibile principalmente alla riduzione delle entrate per passeggero per chilometro (RPK) della Compagnia e alla riduzione della resa per tonnellata-chilometro, il tutto a causa della crisi del coronavirus. Inoltre, vi è stato un impatto negativo sui tassi di cambio delle valute utilizzate per alcune delle transazioni di vendita della Società, in relazione al dollaro.

Il declino di ca. 10 milioni di dollari (circa il 9%) di entrate derivanti dal trasporto di passeggeri sono iniziati già a febbraio e sono aumentati significativamente a marzo di ca. 100 milioni di USD (circa il 69%) rispetto al primo trimestre del 2019, a seguito della crisi del coronavirus. Il Revenue Passenger-Chilometri volati (RPK) è diminuito di ca. 4% a febbraio e di ca. 65% a marzo rispetto agli stessi mesi nel 2019.

I ricavi del carico sono diminuiti di ca. 2 milioni di USD a causa di una diminuzione della quantità di merci trasportate e del calo della resa per tonnellata-chilometro. Un impatto negativo dei tassi di cambio ha anche contribuito alla riduzione delle entrate delle merci.

Spese operative

Nel periodo in esame, le spese operative sono diminuite di ca. 40,9 milioni di USD rispetto al primo trimestre del 2019, per i seguenti motivi:

Una diminuzione di ca. 14,2 milioni di USD in spese di carburante per jet, come indicato di seguito.
Una diminuzione di ca. 13 milioni di dollari di spese per il personale. Tale riduzione è attribuibile a un calo delle operazioni e al risultato dell’invio di dipendenti in congedo non retribuito a partire da metà marzo e a causa di una riduzione delle spese attuariali attribuibile principalmente a un aumento del tasso di sconto. D’altra parte, vi è stato un impatto negativo sui tassi di cambio.
Una diminuzione delle spese a seguito del calo delle operazioni, come spiegato sopra, che è stato espresso da una diminuzione di ca. 16,8% dei posti disponibili per chilometro (ASK). Nel marzo 2020, il numero di posti disponibili per chilometro è diminuito di ca. 56% rispetto al primo trimestre del 2019.
Spese di carburante per jet

Le spese di carburante per aerei della Società sono diminuite nel trimestre segnalato di ca. 14,2 milioni di USD (che riflettono una diminuzione di circa il 14%) rispetto alle spese per il carburante per aerei nel primo trimestre del 2019, a seguito di un calo dei prezzi di mercato del carburante per aerei e di una riduzione del 23% della quantità di carburante consumato dagli aeromobili della Compagnia , principalmente a causa degli effetti della crisi del coronavirus e del funzionamento del velivolo 787-9 Dreamliner, che sono più efficienti nel consumo di carburante. D’altra parte, nel trimestre in esame l’impatto negativo delle operazioni di copertura è stato più elevato, come descritto di seguito, e ha parzialmente compensato la riduzione delle spese di carburante per jet:

La tabella seguente riflette l’impatto delle spese di carburante per jet sui risultati della Società, incluso l’impatto delle operazioni di copertura:

2020

2019

Difference

Jet fuel expenses for the period (before hedging impact)

71.2

100.4

(29.2)

Impact of Jet fuel hedging transactions on profit and loss

15.6

0.6

15.0

Total jet fuel expenses (including hedging impact)

86.8

101.0

(14.2)

Amount of jet fuel consumed (in millions of gallons)

39.1

50.6

(11.5)

Per ulteriori informazioni sulla copertura del carburante per jet, consultare la Sezione B di seguito. Per ulteriori informazioni sull’impatto degli strumenti finanziari derivati ​​sul bilancio, vedere la nota 4 al bilancio.

Spese di vendita

Le spese di vendita sono diminuite di ca. 15,8 milioni di USD rispetto al primo trimestre del 2019, principalmente a causa di una riduzione dei costi di distribuzione risultante dalla riduzione delle operazioni, dalla riduzione delle spese per il personale, come spiegato sopra, e da una diminuzione degli ordini per i sistemi di distribuzione.

Spese generali e amministrative

Non sono state registrate variazioni significative nelle spese generali e amministrative rispetto al primo trimestre del 2019.

Altri ricavi (spese)

Gli altri ricavi (spese) netti ammontano a ca. 11,6 milioni di USD e consisteva in plusvalenze dalla vendita di motori e surplus di inventario, rispetto al primo trimestre del 2019 in cui una spesa di ca. 0,3 milioni di USD sono stati riconosciuti.

Spese di finanziamento

Gli oneri finanziari netti ammontano a ca. 65,1 milioni di USD, rispetto a ca. 18,2 milioni di USD nel primo trimestre del 2019. Questo aumento è attribuibile principalmente a spese di ca. 40,9 milioni di USD per operazioni di copertura di carburanti a reazione non efficaci nell’aprile-giugno 2020, quando il consumo era inferiore alla quantità coperta e, pertanto, il valore equo negativo di tali transazioni alla data di riferimento è stato accreditato a conto economico. Inoltre, durante il periodo si è registrato un aumento degli interessi passivi sui prestiti rispetto al primo trimestre del 2019, principalmente a causa di un aumento della quantità di prestiti presi dalla Società per finanziare gli aerei Dreamliner 787-9 e 787-8 che il Società acquisita.

Perdita prima delle imposte

La perdita prima delle imposte è stata di ca. 161,1 milioni di USD nel trimestre in esame rispetto a una perdita al lordo delle imposte di ca. 71,0 milioni di USD nel primo trimestre del 2019.

Vantaggio fiscale

Il beneficio fiscale ammontava a ca. 21,5 milioni di dollari nel trimestre in esame rispetto ai 15,6 milioni di dollari nel 2019, a seguito dell’aumento della perdita al lordo delle imposte. Il beneficio fiscale è stato riconosciuto in parte fino al ripristino del saldo delle passività nette per imposte differite.

Perdita per il periodo

La perdita al netto delle imposte è stata di ca. 139,6 milioni di USD nel trimestre in esame rispetto a una perdita di ca. 55,0 milioni di USD nel primo trimestre del 2019.

Stato patrimoniale al 31 marzo 2020:

Attività correnti. Al 31 marzo 2020, le attività correnti della Società ammontavano a ca. 324 milioni di USD, indicando un calo di ca. 162 milioni di USD rispetto al loro saldo al 31 dicembre 2019. Tale decremento deriva principalmente da una riduzione dei saldi di cassa e depositi e da un’ulteriore riduzione dei crediti commerciali, che è stata parzialmente compensata dai depositi forniti dalla Società a titolo di garanzia per il carburante per jet e operazioni di copertura di interessi.
Passività correnti. Al 31 marzo 2020, le passività correnti della Società ammontavano a 2.194 milioni di USD, indicando un aumento di ca. 1.111 milioni di USD rispetto al loro saldo al 31 dicembre 2019. Questo aumento è attribuibile principalmente all’aumento del credito a breve termine e delle scadenze attuali dovuto alla riclassificazione del saldo dei prestiti a lungo termine da istituti finanziari a passività correnti. Inoltre, vi è stato un aumento della voce strumenti finanziari derivati ​​a seguito del forte calo dei prezzi del carburante per jet e dei tassi LIBOR, nonché dei ricavi prepagati derivanti dalla vendita di biglietti aerei. D’altra parte, c’è stato un calo nel saldo dei debiti commerciali e delle passività per i dipendenti.
Capitale circolante. Al 31 marzo 2020, la Società presentava un deficit di capitale circolante di ca. 1.871 milioni di USD rispetto a un disavanzo di ca. 597 milioni di USD al 31 dicembre 2019. Le passività correnti al 31 marzo 2020 includevano ca. 1.080 milioni di USD classificati come prestiti a breve termine da istituti finanziari e passività verso dipendenti per ferie pagate per un importo di ca. 50 milioni di USD, che dovrebbero essere pagati al momento del pensionamento ma che sono classificati come passività a breve termine secondo i principi contabili. Inoltre, un importo di ca. 265 milioni di USD rappresentano entrate prepagate dalla vendita di biglietti aerei che, nel normale svolgimento dell’attività della Società, non vengono rimborsati in contanti ma attraverso la fornitura di futuri servizi di volo. Alla luce degli effetti della crisi del coronavirus, e in particolare alla luce della sospensione dei voli passeggeri a partire da marzo 2020, una parte di tale importo deve essere rimborsata in contanti. Le passività correnti includono anche un prestito di ca. 31 milioni di USD per finanziare pagamenti anticipati per un aeromobile 787-8, che saranno rimborsati mediante un finanziamento a lungo termine ottenuto al ricevimento dell’aeromobile. Al 31 marzo 2020, l’attuale rapporto della Società è sceso a ca. 14,7% rispetto a un rapporto attuale del 44,9% al 31 dicembre 2019.
Attività non correnti. Al 31 marzo 2020, le attività non correnti della Società ammontavano a ca. 3.060 milioni di USD, indicando una crescita di ca. 49 milioni di USD rispetto al loro saldo al 31 dicembre 2019, principalmente a causa di un aumento di ca. 78 milioni di USD nella riduzione della proprietà delle immobilizzazioni e delle attività immateriali, principalmente a seguito dell’entrata in servizio del terzo aereo 787-8 di proprietà. D’altro canto, si è registrato un calo delle attività a beneficio dei dipendenti, i diritti d’uso delle attività in leasing, strumenti finanziari derivati ​​e investimenti a lungo termine.
Passività non correnti. Al 31 marzo 2020, le attività non correnti della Società ammontavano a 1.268 milioni di USD, con un decremento di ca. 976 milioni di USD rispetto al loro saldo al 31 dicembre 2019, principalmente a seguito della riclassificazione del saldo dei prestiti dalle società bancarie alle passività correnti. Inoltre, il saldo delle imposte differite è diminuito a causa della perdita al lordo delle imposte del periodo e del fair value negativo degli strumenti finanziari derivati ​​e vi è stata anche una diminuzione delle passività per benefici ai dipendenti e passività per locazioni. D’altra parte, vi è stato un aumento della voce strumenti finanziari derivati ​​come spiegato sopra e un ulteriore aumento della voce di risconti attivi a lungo termine da punti club.
Equità. Al 31 marzo 2020, il patrimonio netto totale ammontava a ca. 79 milioni di USD. La diminuzione di ca. 248 milioni di USD rispetto al patrimonio netto al 31 dicembre 2019, sono dovuti principalmente alla perdita del primo trimestre 2020 e all’impatto negativo dei fondi azionari a causa della copertura del flusso di cassa.
Attività non correnti. Al 31 marzo 2020, le attività non correnti della Società ammontavano a ca. 3.060 milioni di USD, indicando una crescita di ca. 49 milioni di USD rispetto al loro saldo al 31 dicembre 2019, principalmente a causa di un aumento di ca. 78 milioni di USD nella riduzione della proprietà delle immobilizzazioni e delle attività immateriali, principalmente a seguito dell’entrata in servizio del terzo aereo 787-8 di proprietà. D’altro canto, si è registrato un calo delle attività a beneficio dei dipendenti, i diritti d’uso delle attività in leasing, strumenti finanziari derivati ​​e investimenti a lungo termine.
Passività non correnti. Al 31 marzo 2020, le attività non correnti della Società ammontavano a 1.268 milioni di USD, con un decremento di ca. 976 milioni di USD rispetto al loro saldo al 31 dicembre 2019, principalmente a seguito della riclassificazione del saldo dei prestiti dalle società bancarie alle passività correnti. Inoltre, il saldo delle imposte differite è diminuito a causa della perdita al lordo delle imposte del periodo e del fair value negativo degli strumenti finanziari derivati ​​e vi è stata anche una diminuzione delle passività per benefici ai dipendenti e passività per locazioni. D’altra parte, vi è stato un aumento della voce strumenti finanziari derivati ​​come spiegato sopra e un ulteriore aumento della voce di risconti attivi a lungo termine da punti club.
Equità. Al 31 marzo 2020, il patrimonio netto totale ammontava a ca. 79 milioni di USD. La diminuzione di ca. 248 milioni di USD rispetto al patrimonio netto al 31 dicembre 2019, sono dovuti principalmente alla perdita del primo trimestre 2020 e all’impatto negativo dei fondi azionari a causa della copertura del flusso di cassa.

2020

2019

Change

Scheduled and Charter Passenger Segments (paying passengers) – in
thousands

806

1,123

(28.2%)

Total Market Share – in percentages

23.3%

25.0%

(6.5%)

Passenger Revenue per Kilometer (RPK) – in millions

3,680

4,726

(22.1%)

Available Seat per Kilometer (ASK) – in millions

4,877

5,861

(16.8%)

Passenger Load Factor (PLF) – in percentages

75.4%

80.9%

(6.7%)

Flight Hours – in thousands

29.5

35.7

(17.2%)

Total average income per RPK – in cents*

7.3

7.6

(3.9%)

Cargo (Ton) Flown – in thousands

17.5

18.6

(5.8%)

Revenue Ton Kilometers (RTK) Flown – in millions

102.5

108.1

(5.2%)

RASK**

6.1

6.9

(12.5%)

CASK**

8.3

7.8

6.5%

CASK without fuel**

6.6

6.2

7.6%

Aircraft Fleet *** / ****

Number of aircraft in operation at the end of the period

45

42

3

Average age of aircraft fleet at the end of the period – in years

9.1

11.5

(2.4)

* Ricavi dei passeggeri e relativi ricavi dei voli di linea e charter, escluse le variazioni dei tassi di cambio.
** Aerei passeggeri, escluse le spese di finanziamento.

Dovrebbe essere chiarito che la lettura del contenuto di questo annuncio non è un sostituto per la lettura dei bilanci della Società al 31 marzo 2020.

[1] Utile prima del finanziamento, imposte, ammortamenti e spese di affitto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.