Air Canada ha annunciato di aver ottenuto con successo la certificazione IWT (International Air Transport Association) Illegal Wildlife Trade (IWT)

il

Il riconoscimento è stato Introdotto lo scorso anno dalla #IATA, la certificazione #IWT incorpora gli 11 impegni della Dichiarazione di Buckingham Palace di United for Wildlife (UFW) per le #compagnie aeree impegnate nella lotta al commercio di #fauna selvatica illegale.

In qualità di vettore globale, #AirCanada può svolgere un ruolo significativo nell’aiutare a prevenire l’impatto devastante del commercio illegale di animali selvatici. La compagnia aerea ha recentemente firmato la Dichiarazione di Buckingham Palace e, nonostante le interruzioni del 2020, #AirCanadaCargo ha sviluppato e introdotto controlli e procedure per ridurre la probabilità di trasportare fauna selvatica illegale e prodotti della fauna selvatica illegale.

“Siamo orgogliosi di essere la prima compagnia aerea in Nord America a raggiungere questo standard di settore adottando misure concrete nella lotta contro il traffico illegale di specie selvatiche, come parte di uno sforzo globale per aiutare a preservare la fauna selvatica e la biodiversità”, ha affermato Calin Rovinescu, Presidente e Capo Funzionario esecutivo di Air Canada. “Air Canada resta impegnata a gestire la propria attività in modo sostenibile, responsabile ed etico, e si dedica alla prevenzione del traffico di specie selvatiche e alla sensibilizzazione sul problema e sulle sue conseguenze. Non vediamo l’ora di lavorare con le principali parti interessate e le organizzazioni di conservazione per combattere ulteriormente il traffico illegale di specie selvatiche “.

Si stima che il commercio illegale di specie selvatiche internazionali valga tra i 7 ei 23 miliardi di dollari e questo commercio malvagio colpisce più di 7.000 specie ogni anno.

Gli impegni nella Dichiarazione di Buckingham Palace includono:

Adottare una politica di tolleranza zero per quanto riguarda il commercio illegale di fauna selvatica.
Migliorare la capacità del settore di condividere informazioni sulle attività illegali.
Incoraggiare il maggior numero possibile di membri del settore dei trasporti ad aderire.
Tutte queste misure sono progettate per rendere più difficile per i bracconieri e altri di spedire i loro prodotti illegali a mercati dove possono essere venduti a scopo di lucro. La conservazione della fauna selvatica e la conservazione della biodiversità non sono le uniche aree interessate dal commercio illegale di fauna selvatica. Il traffico di animali selvatici bypassa i controlli sanitari alle frontiere e rappresenta una minaccia di trasmissione di malattie sia agli animali che agli esseri umani.

“Esiste una connessione tra il modo in cui viene trattata la fauna selvatica, il modo in cui può diffondere la malattia zoonotica e il modo in cui siamo arrivati ​​al rischio di pandemie nel mondo”, ha affermato Teresa Ehman, Direttore senior degli affari ambientali di Air Canada.

Il modulo IWT è stato sviluppato con il supporto del partenariato USAID Reducing Opportunities for Unlawful Transport of Endangered Species (ROUTES) ed è un componente della IATA Environmental Assessment (IEnvA), che include un processo di certificazione in due fasi, entrambi ottenuti da Air Canada. IEnvA è un programma sviluppato specificatamente per il settore dell’aviazione e dimostra l’equivalenza allo standard ISO 14001: 2015 sui sistemi di gestione ambientale.

La sicurezza e il benessere degli animali sono sempre stati al centro delle preoccupazioni ambientali di Air Canada. Nel 2018, Air Canada Cargo è stata la prima compagnia aerea a ottenere la certificazione IATA CEIV Live Animals, soddisfacendo i più alti standard nel trasporto di animali vivi. Air Canada ha anche una politica di non trasportare spedizioni di trofei di leoni, leopardi, elefanti, rinoceronti e bufali acquatici in tutto il mondo come merci o primati non umani destinati a ricerche di laboratorio e / o scopi sperimentali, ben oltre il suo impegno a proteggere la fauna selvatica in via di estinzione in conformità con la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES) di flora e fauna selvatiche.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.