flypop un modo nuovo di volare tra UK e India


Flypop è una nuova compagnia aerea britannica a lungo raggio. La nuova arrivata ha annunciato di aver firmato un contratto di locazione per più aeromobili Airbus A330-300 con Avolon.

Flypop intende volare verso le “seconde città” in India: Amritsar, Ahmedabad, Kolkata, Pune, Goa, Cochin e altre città dell’Asia meridionale tra cui Sylhet, Lahore, Islamabad, Sialkot, Colombo, Kathmandu.

La filosofia della nuova compagnia aerea:

Per offrire i voli diretti non-stop più convenienti per le città di destinazione preferite dei nostri passeggeri.

È più sicuro, è più veloce ed è più conveniente. Gestiamo un servizio di una classe, in cui tutti sono trattati con gentilezza e rispetto. Combiniamo le migliori pratiche di gestione britannica con l’ospitalità del sud-est asiatico.

Frustrato dal costo elevato e dai lunghi tempi di volo (nessun volo diretto) coinvolti nella visita della famiglia a Ludhiana India, Nino ha esplorato per la prima volta l’idea di una compagnia aerea per servire l’India con voli low cost non-stop nel lontano 2003. L’accordo sui servizi aerei tra il Regno Unito e l’India all’epoca rendeva impossibile ottenere alcuno slot di volo a Heathrow o persino ottenere il permesso di volare nelle seconde città dell’India.

Avanti veloce di oltre un decennio e le mutevoli condizioni sociali, economiche e politiche hanno permesso di rilanciare il progetto. Un nuovo accordo di servizio aereo tra il Regno Unito e l’India ora consentiva un certo numero di voli settimanali verso le seconde città dell’India, e l’India aveva investito molto nell’adeguamento degli aeroporti di Amritsar e Ahmedabad agli standard internazionali. L’economia indiana in rapida crescita aveva ormai stabilito l’India come potenza economica sulla scena mondiale.

Dopo aver lavorato a stretto contatto con Tony Fernandes (Group CEO Air Asia) per 5 anni presso il Lotus F1 Team, Nino si è reso conto che il modello di business Air Asia X Low Cost Long Haul era ideale per i voli dall’Europa all’Asia meridionale con un tempo di volo massimo di 10 ore. Per i quasi tre milioni di cittadini britannici della diaspora indiana questo ora rappresentava per la prima volta un’opzione conveniente e conveniente per coloro che volevano visitare amici e parenti “a casa”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.