DHL Express Italy premiata da Great Place to Work® Italia tra le migliori aziende per cui lavorare in Italia

il

• La sede italiana della divisione Express del Gruppo Deutsche Post DHL si colloca al 4° posto tra le 50 migliori aziende della classifica Best Workplaces™ 

• Nazzarena Franco, CEO DHL Express Italy: “Continua il nostro impegno per sviluppare progetti che mirano al benessere delle persone e per rendere l’ambiente lavorativo il migliore possibile. L’attestato avuto da Great Place to Work Italia ci inorgoglisce molto e ci stimola a perseguire la strada intrapresa” 

DHL Express Italy, leader nel trasporto espresso internazionale, per il secondo anno consecutivo, è stata premiata da Great Place to Work Italia tra le 50 migliori aziende per cui lavorare in Italia. Ogni anno Great Place to Work®, una società globale di consulenza nell’analisi di clima aziendale, valuta l’esperienza lavorativa dei dipendenti attraverso il loro programma di certificazione. 

Sulla base dei giudizi espressi direttamente dai dipendenti dell’azienda che hanno riconosciuto il valore delle politiche aziendali dedicate al benessere e alla sicurezza delle persone, la sede italiana della divisione Express del Gruppo Deutsche Post DHL si colloca al 4° posto tra le 50 migliori aziende della classifica Best Workplaces™. 

Nazzarena Franco, CEO DHL Express Italy: “Continua il nostro impegno per sviluppare progetti che mirano al benessere delle persone e per rendere l’ambiente lavorativo il migliore possibile. Dalla sostenibilità intesa come salvaguardia dell’ambiente, all’attenzione al sociale e alla sicurezza dei luoghi di lavoro, crediamo di poter dare il nostro contributo ad uno stile di vita responsabile soprattutto grazie ai nostri dipendenti, che hanno riconosciuto il valore delle iniziative dedicate alle nostre persone. L’attestato avuto da Great Place to Work Italia ci inorgoglisce molto e ci stimola a perseguire la strada intrapresa”. 

Dal sondaggio somministrato a tutti i 7.500 dipendenti italiani e composto da 60 affermazioni necessarie a misurare la percezione riguardo il proprio ambiente lavorativo, sono stati riconosciuti i numerosi investimenti e le varie iniziative realizzate da DHL in ambito sostenibilità, parità di genere e corporate governance e, in particolare, finalizzate a creare un’atmosfera di lavoro positiva, motivante. 

Per quanto riguarda l’Italia, ad esempio, appena iniziata la pandemia da Covid 19, nel giro di pochi giorni è stato consentito a quella parte della popolazione aziendale che rappresenta il 70% del totale e che non svolge lavoro operativo sul campo di operare in smart working. Recentemente, nell’ambito di un piano di investimenti da 350 milioni di euro destinato all’Italia, con 110 milioni di euro di investimento, è stato inaugurato il nuovo hub di Malpensa che diventa il quarto a livello europeo. Come per gli interventi fatti a Campegine (Reggio Emilia) e per quelli che verranno fatti nel corso del 2021 a Bologna e Napoli, l’hub lombardo è stato realizzato nel pieno rispetto delle più recenti linee guida del Gruppo Deutsche Post DHL (DPDHL) per le nuove realizzazioni, ispirate a sostenibilità, sicurezza, efficienza. Nell’impianto già oggi lavorano 900 addetti tra diretti e indiretti, che nei periodi di picco, potranno crescere di un ulteriore 10%. La costruzione dell’hub è stata progettata al fine di ottenere la “Certificazione LEED”, un programma di certificazione volontario che promuove un approccio orientato alla sostenibilità, riconoscendo le prestazioni degli edifici in settori chiave, quali il risparmio energetico ed idrico, la riduzione delle emissioni di CO2, il miglioramento della qualità ecologica degli interni, i materiali e le risorse impiegati. Il building è stato concepito per rispondere al meglio alle esigenze legate alla sicurezza e al benessere dei dipendenti, con attrezzature all’avanguardia che permettono il rispetto i più alti standard di sicurezza. 

A livello internazionale, DHL Express ogni anno investe decine di milioni di euro per i propri dipendenti. L’azienda promuove diverse iniziative in ambito HR per migliorare continuamente le condizioni di lavoro dei suoi team: che si tratti di ‘DHL4her’, un programma dedicato al sostegno e allo sviluppo delle donne, DHL’s Got Heart che consente a DHL di supportare le cause benefiche che le sue persone seguono al di fuori del lavoro o CIS, il programma di crescita professionale “Certified International Specialist” che fornisce ai dipendenti di DHL Express la consapevolezza dell’importanza della motivazione personale per offrire ogni giorno il miglior servizio di qualità ai clienti. Per ringraziare i propri dipendenti del grande lavoro fatto durante la pandemia da Covid-19, la società ha riconosciuto a ciascuno dei 380.000 dipendenti in tutto il mondo un bonus economico e ha brandizzato un aereo cargo Boeing 757 che ha volato nei cieli europei, con la scritta ‘Grazie’ e il disegno di un arcobaleno. 

Living Responsability. Sempre a livello internazionale, dalla consapevolezza del proprio ruolo e degli impatti generati dalle proprie attività, il Gruppo ha adottato la preservazione dell’ambiente come elemento portante della propria strategia di lungo termine: “Living Responsibility” sintetizza una filosofia di azione attraverso cui Deutsche Post DHL vuole ottenere i migliori risultati nel proprio settore attraverso una crescita sostenibile. 

Dal 2008, il Gruppo ha avuto obiettivi ambiziosi di sostenibilità, ad esempio per quanto riguarda la riduzione della CO2. Nel 2017 è, infatti, diventato la prima società di logistica al mondo a fissare un obiettivo di ridurre a 

zero le sue emissioni di gas serra entro il 2050. A tal fine, la società offre soluzioni innovative per rendere le supply chain più sostenibili e aiutare i clienti a raggiungere i loro obiettivi ambientali. “Strategy 2025”, introdotta nel 2019, è il piano strategico che considera la sostenibilità una componente fondamentale della strategia aziendale. 

Inclusione e pari opportunità. Il Gruppo Deutsche Post DHL continua a promuovere in tutto il suo network l’inclusione e le pari opportunità all’interno dell’organizzazione. La proporzione di dirigenti femminili aumenterà ad almeno il 30% entro il 2025. Il Gruppo si impegna anche ad investire ogni anno l’1 percento dei suoi profitti netti in programmi e iniziative di impatto sociale. Il programma GoTrade, lanciato nel 2020, si concentra sulla donazione a piccole e medie imprese dai paesi in via di sviluppo per facilitare l’accesso ai mercati globali e quindi consentire il commercio internazionale. Il programma di risposta alle catastrofi ambientali, GoHelp, fornisce assistenza logistica di emergenza in maniera veloce e gratuita in caso di disastro. Il Gruppo continua, inoltre, ad espandere il suo programma GoTeach, il che migliora il livello occupazionale dei giovani che vivono in circostanze socialmente svantaggiate a causa della povertà, perdita di persone care o in fuga dal disastro, preparandole con le competenze necessarie per il mondo del lavoro. 

Corporate Governance: Deutsche Post DHL ha introdotto, inoltre, regole più rigorose per quanto riguarda la buona governance aziendale e per questo, in futuro, il sistema di remunerazione del Consiglio di amministrazione sarà allineato ancora più strettamente con uno sviluppo sostenibile del business. Il Gruppo si è, inoltre, impegnato ad aggiornare il codice di condotta anche per i suoi partner e fornitori.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.