Giovedì 15 ad Alghero (Ss) la finale della terza edizione del concorso internazionale per giovani band JazzAlguer Mediterrani: sul palco due formazioni italiane, i Nu Breeze e il Quiet Quartet, e il trio del contrabbassista maiorchino Pere Bujosa

il



*Serata di premiazioni – questo giovedì (15 luglio) con inizio alle 21.30 – per la quarta edizione di JazzAlguer, la rassegna in corso ad Alghero (Ss) fino al prossimo 28 agosto, con l’organizzazione dell’associazione culturale Bayou Club-Eventse la direzione artistica di Massimo Russino.

Nel consueto spazio di Lo Quarter ritorna l’appuntamento con il concorso internazionale per giovani band JazzAlguer Mediterrani, quest’anno alla sua terza edizione, riservato a giovani formazioni provenienti da paesi dell’area mediterranea. 

A contendersi il primo gradino del podio e il premio di tremila euro (da destinare esclusivamente al sostegno di una registrazione discografica o di una tournée di concerti), sono le tre formazioni selezionate fra le quaranta che si sono iscritte quest’anno al contest: i Nu Breeze, di Vincenzo Destradis alla voce, Alain Pattitoni alla chitarra, Kim Baiunco al contrabbasso e Dario Rossi alla batteria, un gruppo dell’area bolognese che si muove tra jazz, rock, funk e r&b, mettendo in primo piano la ricerca melodica; di casa a Firenze, il Quiet Quartet di Giulia Bartolini alla voce, Alessio Falcone al pianoforte, Luca Giachi al basso e Simone Brilli alla batteria, propone invece un repertorio di brani originali in italiano, nati dall’unione tra jazz moderno e musica cantautorale; completa il trittico il contrabbassista maiorchino Pere Bujosa col suo trio, con Xavi Torres al piano e Joan Terol alla batteria, due tra i migliori esponenti della nuova generazione del jazz catalano; una formazione abile a spingere la classica formula del trio jazz in differenti territori come il rock, l’elettronica e la libera improvvisazione, attraversando generi e stili apparentemente lontani. 

Giovedì sera le tre band si avvicenderanno sul palco di Lo Quarter per dare un saggio delle rispettive proposte artistiche di fronte al pubblico e alla giuria del contest, che al termine della serata proclamerà il gruppo vincitore; a valutare le diverse prove sono chiamati Giusy Piccone (presidentessa dell’istituito musicale e artistico “Giuseppe Verdi” di Alghero), Chiara “Lafiut” Porcheddu (grafica e illustratrice), Gaetano Riccobono (cantante, autore, arrangiatore, docente canto jazz al conservatorio di Palermo), Mariano Tedde (musicista e docente di piano jazz al Conservatorio “L. Canepa” di Sassari) e il direttore artistico Massimo Russino, che sottolinea così il significato dell’iniziativa: «Per JazzAlguer il “Contest Mediterrani” è l’evento più importante e più sentito in quanto la manifestazione racchiude in sé la vera essenza dei proponimenti della rassegna volta alla promozione del jazz e delle arti come mezzo per abbattere le barriere, per riaffermare con decisione la libertà di espressione, per incentivare il dialogo tra culture e per sostenere e favorire il ruolo delle giovani generazioni nel fondamentale rinnovamento della società, trasformandola in una comunità più inclusiva, leale e giusta»

Non solo musica giovedì sul palco di JazzAlguer: nel corso della serata – che sarà presentata dalla giornalista Sara Alivesi – è infatti in programma anche una breve performance della giovanissima attrice Debora Fermo, allieva della scuola di teatro e centro di produzione Spazio T, che ha avuto il sostegno di una borsa di studio messa disposizione dall’associazione culturale Bayou Club-Events. Altro evento in scaletta, la premiazione della mostra “Lezioni di Musica – Il Liceo Artistico incontra Jazzalguer”, che dal primo luglio e fino a giovedì 15 espone alla Torre di San Giovanni (largo San Francesco) i disegni realizzati per la rassegna dalle studentesse e dagli studenti del Liceo Artistico “Francesco Costantino”. A presiedere la giuria, chiamata a premiare il disegno che diventerà l’immagine della prossima edizione di JazzAlguer, ci saranno il presidente della Fondazione Alghero Andrea DeloguBastianina Crobe dell’associazione culturale Bayou Club-Events, e la professoressa Stefania Merella

I biglietti per la serata di giovedì, a 5 euro, si possono acquistare su TicketSms e ad Alghero presso l’edicola di via Catalogna e nel nuovo punto di prevendita in via Carlo Alberto, 86, il mercoledì e il sabato dalle 18.30 alle 20. Informazioni al numero 328 83 99 504 all’indirizzo di posta elettronica jazzalguer@gmail.com.

Il ricco cartellone di JazzAlguer proseguirà sabato 17 luglio alle 21.30 con un altro appuntamento importante di questa quarta edizione della rassegna: il concerto del cantante palermitano Gaetano Riccobono, al centro del progetto New York State of Mind, con un ensemble d’archi formato da Michelangelo LentiniFrancesco FaddaMatilde Podda ai violini, Francesco Spanu alla viola e Paolo Tedde al violoncello, e un sezione ritmica che insieme a Massimo Russino alla batteria schiera Mariano Tedde al pianoforte e Salvatore Maltana al contrabbasso. Il concerto ripercorrerà le tappe fondamentali del percorso artistico del cantante siciliano, tra brani originali e tributi alle grandi voci del jazz e della musica brasiliana.

La quarta edizione di JazzAlguer è organizzata dall’associazione culturale Bayou club-events con il contributo del MiC – Ministero della Cultura, dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna, della Camera di Commercio di Sassari nell’ambito del bando Salude&Trigu, della Fondazione Alghero, dell’Associazione I-Jazz, e con il Patrocinio del Comune di Alghero.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.