Singapore approva l’acquisizione Asiana Airlines da parte di Korean Air

il

Korean Air ha ricevuto l’approvazione incondizionata dalla Competition and Consumer Commission di Singapore (CCCS) per la sua aggregazione aziendale con Asiana Airlines l’8 febbraio.

A seguito della sua valutazione, il CCCS ha concluso che l’acquisizione di Asiana Airlines da parte di Korean Air non violerà il Competition Act di Singapore.

L’autorità garante della concorrenza di Singapore ha condotto una consultazione pubblica nel luglio dello scorso anno per ottenere feedback da oltre 150 parti interessate, inclusi organismi di regolamentazione dell’aviazione, concorrenti e clienti, sul rapporto sull’aggregazione aziendale di Korean Air.

Il CCCS ha rilevato che è improbabile che l’entità risultante dalla fusione aumenti i prezzi dei biglietti a causa dell’elevato grado di concorrenza delle compagnie aeree concorrenti come Singapore Airlines nel settore dei passeggeri. Nel settore cargo, l’autorità ha inoltre concluso che la fusione non ridurrebbe la concorrenza a causa della forte pressione esercitata da concorrenti esistenti e potenziali come Singapore Airlines e fornitori di voli cargo indiretti, nonché per l’eccesso di capacità. A seguito della valutazione, il CCCS ha approvato l’aggregazione aziendale delle due compagnie aeree.

Dal momento che la compagnia aerea ha presentato rapporti di aggregazione aziendale a nove paesi che richiedono la segnalazione nel gennaio 2021, Korean Air ha ricevuto l’approvazione da Turchia, Taiwan e Vietnam. La Thailand Competition Commission ha annunciato che la presentazione di una relazione sull’aggregazione aziendale non era necessaria.

Dai paesi in cui la segnalazione è arbitraria, Korean Air ha anche ricevuto l’autorizzazione dalla Malesia oltre a Singapore. Le Filippine hanno confermato che la relazione sull’aggregazione aziendale non era necessaria.

Al fine di finalizzare il processo di acquisizione il prima possibile, Korean Air continuerà a comunicare e collaborare in modo proattivo con i restanti organismi di regolamentazione in cui è richiesto il rapporto, inclusi Stati Uniti, Unione Europea, Cina e Giappone, nonché Stati Uniti Regno e Australia, dove la segnalazione è arbitraria.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.