O’Leary non è preoccupato di easyJet e Wizz Air. Ha più aerei e li userà ancora di più

il

La somma degli aerei di easyJet e Wizzair è meno di quella in utilizzo da Ryanair Group. Infatti nelle varie divisioni ne ha: Ryanair DAC 238, Malta Air 142, Lauda Europe 29, Ryanair UK 7 e Buzz 57. In totale: 483 aerei. A confronto : easyjet ne ha 312 e Wizz 146 .

Di quì il fatto, che l’altro ieri a Roma difronte alla stampa italiana consumer e business to business, Michael O’Leary CEO di Ryanair Group, si sia mostrato sicuro del suo modello di aerolinea, tanto da dire che i competitor non lo preoccupano.
Incalzato dalla stampa sull’argomento ha alzato le spalle. Tanto per far capire , che l’aggiunta di rotte di Wizz, che poi alcune le toglie..è il caso della Palermo-Basilea/Verona, ma pure di altre. Oppure la timida aggiunta di una decina di rotte da parte di easyjet e qualche aereo in più. O’Leary di tutto cio’ non è per nulla spaventato, tanto da dire “Se sono preoccupato? Assolutamente no. Loro aggiungono due o tre macchine, noi 25, portando a 92 il numero totale di aerei in Italia. Si tratta di ordini di grandezza del tutto differenti”.

Non solo aumenta il numero degli aerei, passati da 67 nel 2019 a circa 80 nel 2021 e ora a 92 nel 2022. Ma li userà molto di più rispetto al passato. infatti su vari aeroporti ove l’impegno è alto, vedi Bergamo e Bologna, i primi early bird nell’estate 2022 partiranno ben prima delle fatidiche 6-6:30. Come pure ritorneranno molto più tardi. Molti late bird arriveranno in base tra le 00:30 e le 1:30. Cio’ significherà che la capacità di posti in vendita aumentera’ di un 10% circa.

I suoi risultati finanziari sono i migliori tra i tre operatori nel segmento del lowcost/fare. Nell’ultimo trimestre 2021, ha chiuso con soli 96 milioni di € di perdita, assomando omicron. Se non ci fosse stato arrivava anche quasi al pareggio. Le altre due sono tra i -200 e -300 milioni di € ciascune con meno aerei e meno voli operati.

Ryanair manterrà basse le tariffe nei prossimi tre mesi fino a fine maggio, ergo la capacità introdotta sarà anche per mettere alle corde i suoi competitor.

Il vettore irlandese continua a perdere meno degli altri e volare molto di più di loro. Ha un costo medio del volato più basso di easyjet in particolare, ma pure di Wizz Air. Ha il vantaggio di volare con aerei simili nella capacita, allo scopo di rendere più omogenea la gestione della flotta e dell’intercambiabilità’ sul profilo vendite. Il tutto rispetto agli altri, che spaziano tra i 156 e 235 posti per gli arancioni e 180-239 posti per quelli di Wizzair.

Progressivamente all’arrivo di nuovi Boeing 737-8200 sta pian piano facendo uscire di flotta i B737-800 più sfruttati. La proprietà come si evince dal registro aeronautico irlandese è riconducibile al gruppo e quindi non in mano a nessun’altro. Gli attuali aerei in uscita hanno tutti come destinazioni i luoghi dove li convertono in aerei cargo. Nei giorni scorsi anche il B737-8AS EI-DAP è arrivato in Cina con la colorazione parzialmente rimossa, esso verrà trasformato in velivolo cargo.

Il B737-800 in questo momento è il più’ richiesto per quelle vita futura. Gli aeromobili vengono ceduti in un momento dove si può ancora sfruttare il vantaggio remunerativo di chi chiede e per forza deve pagare quello che è il mercato nel gioco della domanda alta sull’offerta.

I soldi non si fanno solo con gli incentivi, i quali sul volato sono una minima parte del business volo, bensi attuando un piano industriale completo a 360 gradi. Il quale svolge al meglio la sua funzione di raccogliere soldi e non perderli. Ryanair nel bene o nel male, ha molto da insegnare, chi gli inveisce contro non ha capito che il trasporto aereo non e’ statico, bensi cambia e si rigenera a una velocità’ spaventosa. Chi rimane ai concetti del passato e’ in un vicolo cieco, mai piu’ ritorneranno quei tempi. Rimarra’ sempre azzoppato e mai in carreggiata. Perché , chi non e’ in grado di stare al passo, l’unica sua chance e’ quella di ritirarsi e farsi da parte. L’unica via per rimanere sul mercato e’ innovarsi e non rimanere indietro. Questo e’ il trasporto aereo oggi, ma lo era anche ieri e lo sara’ anche domani.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.