CEPSA UNISCE LE FORZE CON BINTER PER PROMUOVERE LA DECARBONIZZAZIONE DEL TRASPORTO AEREO

il

  • Le due società, entrambe con forti radici nella comunità delle Isole Canarie, uniscono le forze per sviluppare e produrre carburanti sostenibili per l’aviazione (SAF) da materie prime circolari come oli da cucina usati o grassi animali non alimentari
  • L’accordo include anche altre alternative energetiche per le flotte di terra della compagnia aerea, come l’idrogeno rinnovabile e l’elettrificazione
  • L’alleanza unisce due leader del settore aereo nell’arcipelago, con Cepsa come principale fornitore di carburante negli aeroporti delle Isole Canarie e Binter come principale compagnia aerea tra le isole
  • Secondo la IATA, i combustibili sostenibili possono ridurre le emissioni fino all’80% rispetto al cherosene convenzionale

Cepsa e Bintercompagnia aerea delle Isole Canarie, hanno firmato un accordo per promuovere la decarbonizzazione del settore aeronautico attraverso lo sviluppo e la ricerca di combustibili aeronautici sostenibili (SAF). L’alleanza siglata svilupperà anche altre alternative energetiche, come l’idrogeno rinnovabile e l’elettrificazione, per le flotte di terra della compagnia aerea (veicoli di rifornimento, operazioni di carico e scarico bagagli, assistenza aeromobili, ecc.).

L’accordo, che promuoverà la sostenibilità del trasporto aereo da una delle principali regioni turistiche della Spagna e del mondo, è stato firmato questa mattina nel corso di evento ufficiale tenutosi a Gran Canaria, alla presenza di rappresentanti di entrambe le compagnie.

Durante la firma, il presidente di Binter, Rodolfo Núñez, ha dichiarato: “Con questa alleanza facciamo un passo molto importante nell’obiettivo di Binter di fornire un servizio di trasporto aereo più sostenibile possibile. Per questo è essenziale promuovere il consumo di nuovi carburanti a basso impatto ambientale, che presto potremo applicare ai nostri voli grazie al nostro lavoro congiunto con Cepsa“.

Pierre-Yves Sachet, Director of Mobility & New Commerce, ha sottolineato: “In Cepsa lavoriamo per fornire soluzioni innovative che promuovano la mobilità sostenibile. Questo accordo è un buon esempio di tale impegno e contribuisce anche alla competitività del settore turistico spagnolo, dove le Isole Canarie sono un riferimento importante“.

Carlos Barrasa, Director of Commercial & Clean Energies, ha concluso: “Con questa alleanza continuiamo ad accelerare la decarbonizzazione del trasporto aereo e l’impronta dei nostri clienti. Inoltre, rafforziamo l’impegno di Cepsa per la crescita economica e sostenibile delle Isole Canarie, una regione in cui siamo presenti da più di 90 anni“.

Lo sviluppo di combustibili aeronautici sostenibili (SAF) è una priorità per entrambe le società, in quanto strumento per ridurre ulteriormente la carbon footprint in ambito trasporto aereo e contribuire così alla lotta ai cambiamenti climatici e al raggiungimento dell’Agenda 2030. In particolare, questa partnership supporta diversi obiettivi di sviluppo sostenibile: SDG 7 (assicurare l’accesso a un’energia accessibile, affidabile, sostenibile e moderna), SDG 8 (promuovere una crescita economica sostenuta, inclusiva e sostenibile, piena e produttiva occupazione e lavoro dignitoso per tutti), SDG 12 (garantire modelli di consumo e produzione sostenibili) e SDG 13 (agire con urgenza per combattere il cambiamento climatico e i suoi impatti).

Cepsa sta lavorando a un piano ambizioso per rendere ecologiche tutte le sue attività e diventare un leader nella transizione energetica. La società è uno dei principali fornitori di carburanti aeronautici nel mercato spagnolo e, in particolare, nelle isole, dove ha una presenza significativa in tutti i suoi aeroporti. Inoltre, Cepsa ha una vasta esperienza nella produzione di combustibili sostenibili nei suoi centri industriali e sta sviluppando studi pionieristici in tutto il mondo per convertire gli oli usati e di scarto in combustibili da fonti rinnovabili ad alto valore energetico.

Binter ha fatto della sostenibilità una delle sue priorità e da anni studia e attua misure per ridurre l’impatto della propria attività sull’ambiente. La compagnia aerea è stata leader in Spagna nell’implementazione di una flotta terrestre ecologica composta da apparecchiature elettriche e a basse emissioni e ha promosso misure come la sostituzione della plastica monouso per il servizio di volo con prodotti meno contaminanti. Binter ha anche una delle flotte di aeromobili più giovani del paese, consentendole di sfruttare i miglioramenti introdotti dai produttori per ridurre sia il consumo di carburante che le emissioni. La compagnia collega l’Italia e le Isole Canarie con voli settimanali diretti, da Torino e Venezia verso Gran Canaria, consentendo ai propri viaggiatori di usufruire di voli in connessione per le altre Isole dell’arcipelago senza costi aggiuntivi, approfittando dell’alta frequenza dei collegamenti operati ogni giorno.

Impegno per combustibili sostenibili

Questo accordo tra Cepsa e Binter è in linea con il pacchetto Fit for 55 della Commissione Europea, che include un’iniziativa legislativa chiamata “RefuelEU Aviation”, che mira a incrementare la domanda e l’offerta di carburanti sostenibili per l’aviazione nell’Unione Europea per raggiungere il 2% di utilizzo entro il 2025, 5% entro il 2030 e 63% entro il 2050.

I combustibili sostenibili per l’aviazione (SAF) hanno un ruolo chiave da svolgere nella decarbonizzazione del turismo e del trasporto aereo. Questi combustibili sono prodotti da materie prime circolari che non competono con gli alimenti, come oli da cucina usati, rifiuti animali non alimentari o rifiuti biodegradabili di vari settori. Rispetto al carburante convenzionale, SAF può ridurre le emissioni dell’aviazione fino all’80% rispetto al cherosene convenzionale, secondo l’International Air Transport Association (IATA).

I combustibili aeronautici sostenibili, inoltre, stimolano l’economia circolare, aumentano l’indipendenza energetica (e, con essa, la sicurezza dell’approvvigionamento) e garantisce il mantenimento di un importante motore dell’economia spagnola (200.000 posti di lavoro di qualità). Inoltre, può essere utilizzato immediatamente con l’infrastruttura di approvvigionamento esistente e senza la necessità di rinnovare la flotta.

Impegno per le Isole Canarie

L’accordo firmato è un ulteriore esempio dell’impegno di Cepsa nelle Isole Canarie, dove ha mantenuto stretti legami sin dalle sue origini nel 1929 a Tenerife, garantendo l’approvvigionamento energetico della regione e favorendone la crescita economica e sociale.

La presenza di Cepsa nelle Isole Canarie ha contribuito allo sviluppo della connettività aerea, mantenendo la garanzia dell’approvvigionamento di carburante per aerei e promuovendo la mobilità degli isolani e il turismo, principale motore economico delle isole.

Di recente, la società ha ricevuto l’autorizzazione per avviare la prima fase di smantellamento della raffineria di Tenerife, un progetto incluso nell’impegno per la sostenibilità e la transizione energetica del governo delle Isole Canarie e del Cepsa. Il progetto partirà nelle prossime settimane e si svolgerà per fasi fino al 2025, garantendo in ogni momento l’approvvigionamento energetico delle Isole.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.