Norwegian Cruise Line Holdings riporta i risultati finanziari del primo trimestre 2022 e fornisce aggiornamenti aziendali

il


L’azienda diventa il primo grande operatore di crociere a riportare l’intera flotta al servizio La solidità dei prezzi continua per tutti i periodi futuri
Flusso di cassa operativo leggermente positivo a marzo

Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. (NYSE: NCLH) (insieme a NCL Corporation Ltd., “Norwegian Cruise Line Holdings”, “Norwegian” o la “Società”) ha comunicato oggi i risultati finanziari per il primo trimestre terminato il 31 marzo 2022 e ha fornito un aggiornamento aziendale.
“La scorsa settimana abbiamo raggiunto il traguardo più grande mai raggiunto nel nostro Great Cruise Comeback quando la Norwegian Spirit, l’ultima nave della nostra flotta a riprendere la navigazione, ha accolto gli ospiti a bordo a Papeete, Tahiti. Lo sforzo erculeo per riavviare la nostra flotta non sarebbe stato possibile senza l’incredibile forza d’animo dell’intero team norvegese e il supporto incrollabile dei nostri partner chiave e delle parti interessate in tutto il mondo”, ha affermato Frank Del Rio, presidente e amministratore delegato di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. “Guardando al futuro, la nostra strategia è aumentare l’occupazione in modo disciplinato con l’obiettivo di superare i livelli storici di rendimento netto1 per l’intero anno 2023, mantenendo gli elevati punteggi di soddisfazione degli ospiti e la forte generazione di entrate a bordo che stiamo attualmente riscontrando. Siamo incoraggiati dal fatto che la domanda dei consumatori rimanga solida, con i volumi netti di prenotazione non solo tornati ai livelli pre-Omicron, ma che ora si avvicinano ai livelli storici nonostante un temporaneo ritiro dovuto al conflitto Russia-Ucraina. I prezzi rimangono molto alti per tutti i periodi futuri e la nostra strategia di raggruppamento a valore aggiunto sta funzionando meglio che mai”.
Ottimo aggiornamento sulla rimonta della crociera
La Società ha completato il rilancio graduale della flotta il 7 maggio 2022 e l’intera flotta di 28 navi è ora di nuovo operativa. Questo significativo risultato segna il completamento di un processo di quasi 10 mesi per rimettere in servizio le navi, iniziato con la Norwegian Jade nel luglio 2022

Entro la fine del primo trimestre del 2022 la Società aveva l’85% della sua capacità operativa. L’occupazione nel primo trimestre del 2022 è stata del 48%, riflettendo principalmente l’impatto di Omicron che ha causato problemi operativi e interruzioni, comprese ulteriori restrizioni di viaggio, maggiori protocolli sanitari e 1 Per ulteriori informazioni sul rendimento netto, vedere “Terminologia” e “Misure finanziarie non GAAP” di seguito. alcune chiusure di porti. Durante l’impennata, la Società ha continuato a seguire la propria strategia di go-to-market di base e non ha effettuato sconti per il riempimento al fine di aumentare i fattori di carico a breve termine. Poiché l’impatto delle prenotazioni di Omicron e del conflitto in Ucraina è svanito, i volumi netti di prenotazioni e i livelli di occupazione sono aumentati in sequenza ogni mese. Nonostante queste sfide, il forte pricing dei biglietti e le entrate a bordo hanno determinato un contributo in contanti positivo dalla flotta che ha operato nel trimestre. Il conflitto Russia-Ucraina ha comportato la cancellazione o la modifica di circa 60 partenze nel 2022, che includevano tutti i viaggi con scali nei porti della Russia. Tre navi sono state ridistribuite a seguito del conflitto, tra cui la Norwegian Getaway a Port Canaveral, la Marina di Oceania Cruises per le isole britanniche e la Regent’s Seven Seas Splendor per il Nord Europa. Inoltre, nel 2023 la Compagnia ha rimosso dai suoi itinerari anche tutti gli scali verso i porti della Russia. La società ha raggiunto un punto di flessione finanziaria significativa a marzo con il flusso di cassa operativo che è diventato leggermente positivo. La società prevede inoltre che il flusso di cassa operativo sarà positivo per il secondo trimestre del 2022. Migliorare la salute pubblica e l’ambiente normativo Negli ultimi mesi, la Società ha assistito a un miglioramento significativo della salute pubblica globale e dell’ambiente normativo. A marzo, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (“CDC”) hanno rimosso per la prima volta dall’inizio della pandemia il suo avviso sanitario di viaggio per le crociere. Il CDC ha anche recentemente annunciato un allentamento di alcuni protocolli e raccomandazioni nel suo programma volontario COVID-19 per le navi da crociera che operano nelle acque degli Stati Uniti. Inoltre, più porti a livello globale sono stati riaperti alle crociere e le restrizioni ai viaggi continuano ad allentarsi in tutto il mondo creando un ambiente più favorevole per lo spiegamento delle navi. Tutti i viaggi attraverso i tre marchi della Società continuano a operare nell’ambito del suo solido programma SailSAFE per la salute e la sicurezza, supportato dalla scienza, che si evolverà insieme all’ambiente della salute pubblica. La Società segue anche i protocolli locali applicabili ai porti e alle destinazioni che visita. Come risultato dei suoi protocolli rigorosi, la Società ha registrato tassi di prevalenza di COVID-19 notevolmente inferiori a quelli sperimentati sulla terraferma durante la pandemia. Ambiente di prenotazione e prospettive Il trimestre è iniziato con le prenotazioni nette, in particolare per i viaggi ravvicinati, influenzate negativamente dall’ondata di Omicron, che ha iniziato a migliorare a metà gennaio. Questo slancio è stato temporaneamente interrotto poiché la Compagnia ha subito cancellazioni elevate, principalmente per gli itinerari nella regione baltica, nelle immediate settimane successive all’inizio del conflitto Russia-Ucraina. Tuttavia, questo impatto è stato di breve durata e da allora i volumi netti di prenotazioni hanno mostrato un miglioramento sequenziale, non solo tornando ai livelli pre-Omicron, ma ora avvicinandosi anche al ritmo di prenotazione necessario per navigare costantemente ai livelli storici del fattore di carico.

A seguito delle battute d’arresto temporanee di Omicron e del conflitto Russia-Ucraina, l’attuale posizione cumulativa registrata della Società per la seconda metà del 2022 è inferiore al periodo comparabile del 2019, ma a prezzi significativamente più elevati anche includendo l’impatto diluitivo dei futuri crediti da crociera ( “FCC”). La posizione registrata migliora nel corso dell’anno con il quarto trimestre del 2022 in linea con il periodo comparabile del 2019 e a prezzi significativamente più elevati. L’andamento delle prenotazioni per il 2023 continua ad essere positivo con la posizione prenotata e i prezzi significativamente più alti e a livelli record rispetto alle prenotazioni per il 2019 e al 2020 pre-pandemia a un punto comparabile nella curva delle prenotazioni.
Il saldo delle vendite anticipate dei biglietti della Società, inclusa la parte a lungo termine, è aumentato di $ 418 milioni nel trimestre a $ 2,2 miliardi al 31 marzo 2022. Ciò include circa $ 0,6 miliardi di FCC o il 27% del saldo del deposito totale. La crescita lorda delle vendite anticipate dei biglietti è stata di circa 1,1 miliardi di dollari durante il trimestre, il livello più alto dall’inizio della pandemia.
Liquidità, consumo di denaro e piano di ripresa finanziaria
La Società continua ad adottare misure proattive per migliorare la liquidità e la flessibilità finanziaria nell’attuale contesto e ottimizzare il proprio bilancio. Al 31 marzo 2022, la posizione debitoria totale della Società era di $ 13,6 miliardi e la liquidità della Società era di $ 3,1 miliardi, composta da disponibilità liquide e mezzi equivalenti e un impegno di $ 1 miliardo disponibile fino al 15 agosto 2022.
Nell’ambito del suo piano di risanamento finanziario, la Società ha raccolto circa 2,1 miliardi di dollari attraverso una serie di transazioni di debito nel febbraio 2022 per ottimizzare ulteriormente il proprio bilancio. I proventi di queste transazioni sono stati utilizzati per riscattare tutte le note garantite senior del 12,25% in essere con scadenza 2024 e le note garantite senior del 10,25% con scadenza 2026, con il saldo dei proventi che dovrebbe essere utilizzato per effettuare pagamenti di capitale programmati sul debito in scadenza nel 2022, inclusi eventuali interessi maturati e non pagati sugli stessi, nonché relativi premi, commissioni e spese, in ogni caso. Inoltre, in relazione a tali operazioni, sono state prorogate le scadenze dei debiti e sono state rilasciate alcune garanzie reali e fideiussorie.
Il consumo di cassa medio mensile della Società per il primo trimestre del 2022 è stato di circa 375 milioni di dollari2, al di sotto della stima precedente di circa 390 milioni di dollari. Questo tasso di consumo di denaro non include i flussi di cassa in entrata derivanti dalle prenotazioni o il contributo delle navi che sono rientrate in servizio. A partire da aprile 2022, la Società ha ripreso i pagamenti di ammortamento del debito differiti durante la pandemia.

“Sono incredibilmente orgoglioso dei progressi significativi che abbiamo fatto fino ad oggi nella nostra ripresa operativa e finanziaria, dimostrando la resilienza della nostra azienda mentre navighiamo nell’ambiente in evoluzione della salute pubblica e nei conflitti geopolitici”, ha affermato Mark A. Kempa, vicepresidente esecutivo e capo responsabile finanziario di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. “Con la nostra intera flotta ora tornata in servizio, abbiamo raggiunto un traguardo fondamentale, che riteniamo si tradurrà in un flusso di cassa operativo positivo per il secondo trimestre. Siamo concentrati sulla costruzione di questo slancio di ripresa e preparandoci a realizzare il nostro profilo di crescita leader del settore fino al 2027, rappresentando una crescita della capacità del 50% rispetto al 2019, a cominciare dall’incredibile, prima nella sua classe, la Norwegian Prima quest’estate”.
Risultati del primo trimestre 2022
La perdita netta GAAP è stata di $ (1,0) miliardi o un EPS di $ (2,35) rispetto a una perdita netta di $ (1,4) miliardi o un EPS di $ (4,16) dell’anno precedente. La Società ha registrato una perdita netta rettificata di $ (760,5) milioni o un EPS rettificato di $ (1,82) nel 2022. Ciò si confronta con una perdita netta rettificata e un EPS rettificato rispettivamente di $ (668,6) milioni e $ (2,03), nel 2021.
I ricavi sono aumentati a $ 521,9 milioni rispetto ai $ 3,1 milioni nel 2021 a causa della ripresa dei viaggi in crociera.
Le spese operative totali di crociera sono aumentate del 266,1% nel 2022 rispetto al 2021, principalmente a causa della ripresa dei viaggi in crociera. L’aumento nel 2022 riflette l’aumento del personale, del carburante e dei costi variabili diretti delle navi completamente operative. Anche il costo di alcuni articoli come cibo, carburante e logistica è aumentato a causa dell’inflazione. Inoltre, nel 2022, c’è stato un aumento dei costi di riparazione e manutenzione, compresi i bacini di carenaggio pianificati.
Il prezzo del carburante per tonnellata, al netto delle coperture, è aumentato a $ 724 da $ 590 nel 2021. La Società ha registrato una spesa per il carburante di $ 135,5 milioni nel periodo.
Gli interessi passivi netti sono stati di $ 327,7 milioni nel 2022 rispetto a $ 824,4 milioni nel 2021. La diminuzione degli interessi passivi riflette le minori perdite dovute all’estinzione del debito e ai costi di modifica del debito, che erano $ 188 milioni nel 2022 rispetto a $ 674 milioni nel 2021. La diminuzione degli interessi le spese riflettono anche i minori interessi passivi in ​​connessione con i recenti rifinanziamenti, parzialmente compensati da saldi di debito più elevati e tassi LIBOR più elevati.
Altri proventi (spese) netti sono stati un utile di $ 38,1 milioni nel 2022 rispetto a $ 27,2 milioni nel 2021. Nel 2022 e nel 2021, il reddito è stato principalmente correlato a guadagni su alcuni swap di carburante e cambi di valuta estera.

Visione
A seguito della pandemia di COVID-19, alimentata da ultimo dalla variante Omicron e dagli effetti del conflitto Russia-Ucraina, mentre la Società non è in grado di stimare l’impatto sulle proprie condizioni economiche, finanziarie o finanziarie o operative a breve o lungo termine risultati con certezza, riporterà una perdita netta per il secondo trimestre del 2022. La Società non fornisce risultati futuri stimati su base GAAP perché la Società non è in grado di prevedere, con ragionevole certezza, il movimento futuro dei tassi di cambio o il impatto futuro di determinati guadagni e oneri. Questi elementi sono incerti e dipenderanno da diversi fattori, comprese le condizioni del settore, e potrebbero essere rilevanti per i risultati della Società calcolati secondo i GAAP.
Quanto segue riflette le aspettative della Società in merito al consumo di carburante e ai prezzi, insieme alle relative sensibilità.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.