Come eravamo : Il B727-21 della Pan American

il

Pan Am sulla fusoliera , la striscia azzurra , l’iconico simbolo del globo in fusoliera era ciò che caratterizzava la Pan American World Airways, la esatta denominazione di uno dei vettori che ha fatto la storia delle aerolinee nei cinque continenti.

Nelle pellicole di Hollywood e altro ancora passava questo messaggio dal vedere gli aeroplani di Juan T. Trippe, il fondatore del vettore in ogni dove. Dal 27 ottobre del 1927 al 4 dicembre 1991 era stato una delle compagnie che si vedeva in ogni dove da Asuncion a Roma, da Bombay a Nadi/Honolulu/Pago Pago. Pan Am aveva un network che era arrivato a circumnavigare il mondo completamente ogni giorno.

Poi una fase di declino iniziata alla fine degli anni ‘70 e continuata sotto i colpi della deregulation dei voli aerei negli USA aveva portato alla sua progressiva perdita di importanza e presenza sul mercato. Iconica in tutto e per tutto dal suo grattacielo a Manhattan dove l’elicottero atterrava sulla sommità per trasferire i passeggeri da e per l’aeroporto Kennedy, oppure gli alberghi della Intercontinental. Tutto mano a mano svanì in poco più di un decennio. Tutto fu venduto o svenduto per produrre quella liquidità che svaniva nei costi e perdite prodotte dal network.

Nella foto di Maurizio Noe’ a Milano Malpensa c’è’un trireattore nella versione più corta che trasportava passeggeri su voli feeder in Europa come cabotaggio per i voli intercontinentali vedi Roma Fiumicino oppure nei voli charter che talvolta venivano operati saltuariamente o stagionalmente come accadeva tra Berlino e Rimini. Questo aereo proprio dall’enclave della città tedesca trasportava i passeggeri sui tre famosi corridoi che la collegavano con la Germania ovest ai tempi della RFG occidentale e della DDR orientale.
N355PA , l’aereo nella foto era nominato Clipper Dufte Biene era in servizio alla Pan Am come era sommariamente chiamata dal 17-3-1967 al 5-12-1982 quando passo alla Northeastern poi nel gennaio 1985 divento’ Cargo ier trasporto di pacchetti espressi per la Emery Workdwide poi dal 1991 alla Ryan International per conto USPS, l’amministrazione postale americana fino al giugno 2001 quando cessò le operazioni e venne accantonato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.