Emirates lancia una campagna per promuovere Dubai e ispirare i viaggi

Dubai, 17 Ottobre 2017 – #Emirates ha lanciato oggi una campagna adv da 15 milioni di Dollari per ispirare al viaggio e promuovere il vasto network globale della compagnia aerea, tra cui la sua “casa” e il suo hub, Dubai.

La campagna ha come sottofondo la colonna sonora “Don’t stop me now” dei Queen, riconosciuto da uno studio come uno dei brani più emozionanti e capace di mettere di buon umore che abbia scalato le classifiche in UK negli ultimi 50 anni.

L’annuncio dello spot è realizzato con un lavoro fotografico ingegnoso che mostra le destinazioni chiave e le funzionalità a bordo degli aerei Emirates, con uno stile di narrazione visuale che rappresenta “un’immagine all’interno di un’immagine”.

Lo spot si conclude a Dubai, enfatizzando come Emirates colleghi il mondo proprio attraverso Dubai.

Boutros Boutros, Emirates’ Divisional Senior Vice President for Corporate Communications, Marketing and Brand, ha dichiarato: “Emirates e #Dubai sono sempre stati inestricabilmente legati. Ogni giorno, Emirates opera più di 500 voli che collegano Dubai al mondo e il mondo attraverso Dubai. Dal primo giorno Emirates ha orgogliosamente e attivamente promosso il nostro hub. Dubai offre un’ottima esperienza nel nostro aeroporto di classe mondiale e la città è diventata una destinazione top nel mondo perché investe continuamente per portare nuove attrazioni e fornire infrastrutture ai visitatori internazionali”. Ha aggiunto: “In Emirates crediamo che le persone, indipendentemente dal loro background, abbiano un forte desiderio di viaggiare e di vivere il mondo. Vogliono essere ispirate, scoprire e divertirsi. È per questo che abbiamo scelto di utilizzare la colonna sonora dei Queen e un approccio creativo ed energico, per ricordare alle persone l’emozione del viaggio”. La campagna è stata diffusa nei mercati più importanti in tutto il mondo a partire dal 15 ottobre.

Lo spot è stato concepito e scritto in house e guidato dal premiato regista Vaughan Arnell. I passaggi di fotocamera continue “no-cut” sono state supportate dalla tecnologia all’avanguardia #CGI (computer generated imagery) dello studio #MPC di Londra, vincitore dell’Oscar (effetti speciali) per il film “Il libro della giungla”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...