Norwegian Cruise Line Holdings svela i risultati finanziari per il terzo trimestre 2017

Norwegian Bliss Architectural Rendering

L’azienda pubblica un fatturato e utili da record per un singolo trimestre
Selezione per il prestigioso indice S&P 500
9 novembre 2017 – Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. (Nasdaq: NCLH) (unitamente a NCL
Corporation Ltd., “Norwegian Cruise Line Holdings”, “Norwegian” o “Azienda”) ha comunicato oggi i
risultati finanziari per il terzo trimestre, conclusosi il 30 settembre 2017, e ha fornito inoltre le previsioni
per il quarto trimestre e l’intero esercizio 2017.
Aspetti salienti
 Su base GAAP, l’Azienda ha generato un utile netto di 400,7 milioni di dollari o un utile per azione
di 1,74 dollari rispetto ai 342,4 milioni di dollari o 1,50 dollari per azione dell’anno precedente.
L’utile netto rettificato e l’utile per azione rettificato sono stati rispettivamente pari a 427,0 milioni
di dollari e 1,86 dollari rispetto ai 369,3 milioni di dollari o 1,62 dollari per azione dell’anno
precedente.
 I ricavi complessivi sono aumentati dell’11,2%, passando a 1,7 miliardi di dollari. Il Gross Yield è
aumentato del 2,0%. Il Net Yield rettificato è aumentato del 3,0% su base di valuta costante.
 Si prevede che l’Utile per azione rettificato per l’interno esercizio 2017 sarà di circa 3,90 dollari.
Non tenendo conto dell’impatto delle condizioni metereologiche avverse e di un problema tecnico
riguardante la Norwegian Gem, la previsione per l’utile per azione rettificato sarebbe dovuta
arrivare a circa 4,05 dollari, al di sopra delle migliori previsioni precedenti.
 La previsione di crescita del Net Yield rettificato per l’intero esercizio 2017 è aumentata di 50
punti percentuali su base di valuta costante, dalla previsione precedente a circa 4,75%.
“La performance gestionale positiva nei nostri mercati chiave, unita alla nostra posizione di forza negli
itinerari europei, nei quali i prezzi hanno superato i massimi precedenti del 2015, ha condotto la crescita
delle entrate e dei rendimenti ben oltre le aspettative, nonostante le condizioni avverse dovute agli eventi
metereologici verificatisi durante il trimestre”, ha commentato Frank Del Rio, President e Chief Executive
Officer di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. “Nelle ultime settimane abbiamo assistito a
un’accelerazione continua della domanda dei consumatori per le crociere ai Caraibi e i volumi delle
prenotazioni hanno ora raggiunto i livelli pre-uragano. Le nostre navi, l’equipaggio e il personale a terra
sono stati impegnati attivamente nelle attività di assistenza nelle destinazioni interessate, contribuendo a
evacuare famiglie in difficoltà e fornendo beni di prima necessità. Inoltre, la nostra azienda si è impegnata
a fornire un supporto finanziario a lungo termine per la ricostruzione di infrastrutture critiche attraverso il
nostro programma Hope Starts Here in favore delle vittime degli uragani”.
Risultati del terzo trimestre 2017
Su base GAAP, l’Azienda ha generato un utile netto di 400,7 milioni di dollari o un utile per azione di 1,74
dollari rispetto ai 342,4 milioni di dollari o 1,50 dollari per azione dell’anno precedente. L’utile netto
rettificato e l’utile per azione rettificato sono stati rispettivamente pari a 427,0 milioni di dollari e 1,86
dollari rispetto ai 369,3 milioni di dollari o 1,62 dollari per azione dell’anno precedente.
I ricavi complessivi sono aumentati dell’11,2%, passando a 1,7 miliardi di dollari, rispetto all’1,5 miliardi di
dollari del 2016. Gli incrementi sono da attribuire principalmente all’aumento del 9,1% dei giorni di
operatività correlati alla consegna della Norwegian Joy, entrata in servizio a fine giugno, unitamente
all’incremento del Net Yield dovuto al potere dei prezzi dei biglietti e servizi superiori a bordo, oltre ad altri
ricavi. Il Gross Yield è aumentato del 2,0% mentre il Net Yield rettificato è salito del 3,0% su una base di
valuta costante e del 3,1% su base riportata.
Il costo lordo di crociera è aumentato dell’8,4% rispetto al 2016, a causa di un incremento delle spese
operative totali relative alle crociere e delle spese di marketing, generali e amministrative, dovuto
principalmente all’aumento dei giorni di operatività sopra citato. I costi lordi di crociera per giorno di
operatività sono diminuiti dello 0,6%. Il costo netto di crociera rettificato, escluse le spese di carburante
per giorno di operatività, è aumentato dello 0,5% su una base di valuta costante e dello 0,6% su base
riportata, principalmente a causa di un incremento nelle spese di marketing, generali e amministrative,
compensate principalmente da una diminuzione nei costi operativi delle crociere.
Il prezzo per tonnellata metrica del carburante, al netto delle coperture, è diminuito del 4,8% passando
dai 500 dollari dell’anno precedente a 476 dollari. L’Azienda ha riportato una spesa per il carburante di
91,2 milioni di dollari nel periodo di riferimento.
Gli interessi passivi, al netto, sono saliti a 66,3 milioni di dollari nel 2017 dai 60,7 milioni di dollari del
2016. Gli interessi passivi per il 2017 riflettono un aumento del debito medio residuo associato
principalmente alla consegna e alle rate delle nuove navi, oltre ai tassi di interesse più elevati dovuti ad
un aumento dei tassi LIBOR.
Gli altri utili (spese) netti sono stati pari a una spesa di 3,3 milioni di dollari nel 2017 rispetto a 5,3 milioni
di dollari nel 2016. Nel 2017, la spesa si è riferita principalmente a perdite sul cambio di valuta estera. Nel
2016, la spesa si è riferita principalmente a perdite realizzate e non realizzate su contratti swap derivati di
copertura sul combustibile e contratti derivati sul cambio di valuta estera, oltre a perdite sul cambio di
valuta estera.
Prospettive per la Società
“Rispetto all’anno precedente, la nostra posizione per l’intero esercizio 2018 si attesta ai massimi livelli
sia in termini di carico che di prezzi su tutti i nostri tre marchi, nonostante la crisi delle prenotazioni
conseguente alle condizioni metereologiche avverse nei Caraibi, , ha affermato Wendy Beck, Executive
Vice President e Chief Financial Officer di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. “L’ulteriore rafforzamento
del bilancio annuale rimane una delle nostre priorità, come dimostra il successo dei recenti interventi di
rifinanziamento. Attualmente stiamo rispettando i nostri obiettivi di leva finanziaria, stabiliti in un range con
moltiplicatore tra 3 e 4, con una rilevante riduzione della leva prevista a partire dal 2018”.
Previsioni e analisi di sensitività per il 2017
Oltre ad aver comunicato i risultati relativi al secondo trimestre, la Società ha fornito le previsioni per il
terzo trimestre e l’intero esercizio 2017 insieme alle relative analisi di sensitività. La Società non fornisce
previsioni in base ai GAAP in quanto non è in grado di prevedere, con un ragionevole grado di sicurezza,
i movimenti futuri dei tassi di cambio monetari o il futuro impatto di determinati ricavi o costi. Tali elementi
sono imprevedibili e dipendono da vari fattori, come le condizioni del settore, e potrebbero essere
determinanti per il calcolo dei risultati aziendali in conformità con i GAAP. La Società non ha fornito
riconciliazioni tra le previsioni del 2017 e le misurazioni GAAP più direttamente paragonabili perché
risulterebbe troppo difficile preparare un riconciliazione quantitativa affidabile su base GAAP senza uno
sforzo irragionevole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...