“Rimini e’ l’aeroporto della Romagna, Forlì non ha futuro” dice Corbucci di Airiminum

Non vedo un futuro per l’aeroporto di Forlì, questa è l’opinione di Leonardo Corbucci di Airiminum, la società che gestisce l’aeroporto Fellini di Rimini. Aggiunge che Bologna, non è la giusta scelta per la Romagna, per questo ruolo è solo lo scalo di Rimini quello giusto per il compito da assolvere. Non è neanche il mercato cargo la scialuppa di salvataggio per il Ridolfi di Forlì. Indica che su questo mercato solo pochi scali in Italia, quelli più grandi e meglio geograficamente posizionati hanno possibilità di riuscita.

Insomma tra Rimini e Bologna per Corbucci non vi è spazio per un altro scalo. Giusto ieri 29 marzo 2018, cinque anni prima fu l’ultimo volo commerciale da Forlì operato da Wizzair. Un buio calato con due fallimenti avvenuti nel frattempo. Intanto da quel che si legge sui quotidiani di Forlì il Ridolfi sarebbe ancor più vuoto. Infatti la curatela fallimentare di Air Romagna per rientrare dell’esposizione di Air Romagna avrebbe venduto anche i nastri di consegna bagagli, oltre a tutto quello che poteva permettere di monetizzare.

Nulla si è più saputo da tempo della cordata di imprenditori privati che si era proposta per voler gestire in futuro questo aeroporto. Persi Di Girolamo di Lotras e la famiglia Vignatelli di Luxury Living, tutto è caduto nel più pesante silenzio. Lo scalo fermo da 5 anni necessiterà di investimenti importanti non quantificabili in pochi milioni di €, ma bensì probabilmente di oltre una decina, se non di più. Un onere da non sottovalutare nei termini di ammortamento e rientro dell’investimento, per chi eventualmente entro il 16 aprile vorrà presentare un offerta per il bando europeo emesso da ENAC, per la concessione in gestione dello scalo per 30 anni. Sempre Corbucci ha indicato che il traffico che prima gravava tra Rimini e Forlì, in maggior parte è andato a Bologna sia come viaggiatori, ma anche compagnie aeree. Un risultato che rende molto più difficile il fatto che i vettori decidano di spostare il punto di arrivo o partenza delle loro rotte che ora si sono ancor più consolidate.

Corbucci non ha intenzione di fare guerra a Bologna, ma bensì la volontà è quella di trovare nuove direttrici di traffico oggi al momento non servite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...