Esperienze di viaggio leggendarie in North Dakota

  • 40° anniversario del Theodore Roosevelt National Park: riconosciuto come Il “Grand Canyon del Nord USA” il Theodore Roosevelt National Park quest’anno celebra il 40° anniversario. “Non sarei mai diventato Presidente se non fosse stato per la mia esperienza in North Dakota,” affermò il famoso Presidente. Il parco , fondato il 10 novembre 1978, si trova nelle parte occidentale del North Dakota ed ospita una varietà di piante ed animali, tra i quali il bisonte, i cani della prateria – prairie dogs – ed il cervo. Roosevelt visitò per la prima volta le Badlands nel Settembre 1883, per una battuta di caccia. Durante il soggiorno fu affascinato dal business delle mandrie ed acquistò il Maltese Cross Ranch. Vi ritornò l’anno successivo e creò l’Elkhorn Ranch. Un parco leggendario!
  • Il North Dakota Heritage Center and State Museum, definito Lo “Smithsonian delle Praterie” e situato accanto al Capitol a Bismarck, è un bellissimo museo checonserva una favolosa collezione sui Nativi delle Praterie con reperti e mostre che presentano varie tribù del North Dakota, la storia militare ed agricola, così come la preistoria. Questa collezione sui Nativi é seconda solo allo Smithsonian! Inoltre un esemplare di dinosauro della famiglia degli adrosauridi chiamato Dakota di 67 milioni di anni ritrovato vicino Marmarth accoglie i visitatori all’ingresso del museo.Collezioni da non perdere nel 2018: “Native Voices” e “The Horse” .
  • Fargo: North of Normal la più grande città del North Dakota balzata alla ribalta per il film omonimo premio Oscar del 1996 dei Fratelli Coen. Il downtown è vibrante e ricco di locali, birrerie e  ristoranti, negozi e molte attrazioni come il  Plains Art Museum e  il Fargo Theatre -cinema restaurato del 1926  in stile art deco. Fargo è una città giovane e universitaria che vanta una importante squadra di football americano, la North Dakota State Bison. Si soggiorna all’Hotel Donaldson.
  •  Lewis & Clark – In North Dakota si scopre la storia dei famosi esploratori del Passaggio a Nord Ovest Lewis&Clarka Fort Mandan, sulle sponde del Missouri River, dove tra l’altro qui incontrarono la nativa Sakakawea . Il Lewis& Clark Interpretive Center a Washburn offre una presentazione della Lewis & Clark Expedition, con un’enfasi speciale sul periodo trascorso a Fort Mandan durante l’inverno 1804- 1805. L’esposizione include manufatti dei Nativi Americani,una culla molto simile a quella che Sakakawea può aver usato per trasportare il proprio bambino e una canoa di legno autentica scavata nel tronco di una pianta di pioppo nero a dimostrazione dei preparativi effettuati in inverno durante la sosta a Fort Mandan dalla spedizione.
  •  Ready for You—La cittadina di Minot, situata nel centro-nord del North Dakota, è una vero e propria mecca culturale, patria dell’annuale Norsk Hostfest, il festival che celebra la cultura e le tradizioniscandinave che si svolge a Stetembre. In città si visita anche lo Scandinavian Heritage Park con la sue bella chiesa in stile norvegese costruita interamente in legno. Per gli amanti del gossip Minot è’ anche la casa natale del famoso attore americano Josh Duhamel.
  •  Get International l’International Peace Garden, un parco botanico e artistico ai piedi delle Turtle Mountains del North Dakota proprio sul confine tra USA e Canada per celebrare le loro relazioni pacifiche. inaugurato nel 1932, quest’anno il parco celebra l’ 85°anniversario. Il soprannome ufficiale del North Dakota è  Peace Garden State.
  •  Great White Buffalo – A Jamestown il selfie è d’obbligo al “Dakota Thunder“, ossia il Monumento al Più Grande Bisonte del Mondo, alto oltre sette metri . Al National Buffalo Museum si scopre tutto sul bisonte ma soprattutto si può vedere pascolare il Dakota Miracle, un raro bisonte bianco, figlio del bisonte albino femmina White Cloud, deceduta nel 2016. Il bisonte bianco è considerato sacro in molteplici religioni dei nativi Americani.
  •  Attività Outdoor – Pesca, avvistamento fauna, hiking e molto altre attività outdoor si possono praticare nell’area del Devils Lake, il più grande lago dello stato, casa di molteplici pesci come il walleye, il luccio e il pesce persico. Infatti il lago è chiamato anche la Capitale del Persico.Nelle immediate vicinanze si ammirano bisonti e cervi alla Sullys Hill National Game Preserve .
  •  Un tuffo nel vecchio West – Medora, graziosa cittadina western, porta d’accesso al Theodore Roosevelt National Parl, che ospita il Medora Musical nelle sere d’estate: un western musical nello splendido anfiteatro outdoorBurning Hills Amphitheatre nelle Badlands del North Dakota. Inoltre qui si visitano: la Cowboy Hall of Fame per preservare, promuovere e presentare la storia del cowboy e laChateau de Mores, la bella tenuta sulla quale il marchese Marquis de Mores costruì una casa nel 1883, per sua moglie che si chiamava appunto Medora.
  • Gli amanti dell’outdoor scelgono il Maah Daah Hey Trail per percorsi in bici o a piedi: circa 230 km che si snodano attraverso la zona del Little Missouri National Grasslands (la più grande prateria degli USA) nelle Badlands.Il Little Missouri National Grassland è parte del Dakota Prairie Grassland Unit che nel 2018 celebra il 20° anniversario.
  •  Capitol CityBismarck, capitale dello Stato che sorge sule sponde del Missouri River, direttamente di fronte a Mandan. Infatti le due città costituiscono la Bismarck-Mandan Metropolitan Area. Tappa obbligatoria al Fort Abraham Lincoln State Parkad 11 km a sud della città di Mandan che contiene una parziale ricostruzione del Fort Abraham Lincoln, quartier generale del 7° cavalleggeri ed ultimo avamposto del generale Custer prima della rovinosa Battaglia di Little Bighorn. Si visita anchel’ On-a-Slant Village, un earthlodge village parzialmente ricostruito ed un tempo dimora della tribù dei Nativi Indiani Mandan. Proprio a Bismarck si tiene ogni anno a settembre il più grande powwowdella nazione, lo United Tribes International Powwow, che rappresenta 70 tribù con oltre 1.500 danzatori e suonatori di tamburi, attirando 20.000 spettatori.7-9 Settembre 2018

  • Un selfie in North Dakota Si Viaggia lungo la Enchanted Highway, lunga circa 50km, e si ammirano le bizzarre e divertenti sculture gigante dell’artista locale Gary Greff: dalle Oche in Volo alle Cavallette nella Prateria… La strada parte da Gladstone e termina a Regent
  •  Rugged Western North DakotaWilliston, cittadina situata nei pressi della confluenza dei fiumi Yellowstone e Missouri, offre ai visitatori numerose opportunità di attività ricreazionali come la pesca e le gite in barca, golf al The Links of North Dakota oppure un salto indietro nel tempo con la visita di Fort Buford che vide nel 1881 la resa formale di Toro Seduto e dei Sioux dopo anni di feroci scontri con l’esercito americano o Fort Union Trading Post, il più longevo trade post di pelli e pellicce del West Americano.
  • Hockey: lo sport per eccellenza in North Dakota.La cittadina di Grand Forkssede della University of North Dakota e della migliore squadra di hockey, vanta un sorprendente centro polifunzionale state -of- the- art, il The Ralph, che ospita una tra le più belle piste da hockey del mondo.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.