Welcome Chinese presenta il primo Report della China Tourism Academy sul turismo cinese in Europa nei primi sei mesi del 2018

.
Nei primi sei mesi del 2018 i viaggiatori Cinesi nel mondo sono stati 71.31 milioni, il 15% in p rispetto
allo stesso periodo del 2017. Il 13%, ha visitato l’Europa, diventata seconda destinazione al mondo, con
arrivi dalla Cina raddoppiati rispetto ai primi sei mesi del 2017.
Il miglioramento dei servizi ricettivi e la diffusione della certificazione governativa Welcome
Chinese fanno volare la domanda di Europa al secondo posto dopo l’Asia tra le destinazioni più
visitate nell’anno del turismo Eu-Cina.
Boom di turisti 30enni, le donne surclassano gli uomini, la Coppa del mondo porta bene a Francia,
paese europeo più visitato, e a Croazia e Serbia prima ignorate dai tour operator. L’Italia terzo
Paese europeo più visitato, Roma la seconda città con un aumento importante degli arrivi.
La spesa media è di 300 euro al giorno (+15% rispetto al 2017), 1500 euro a viaggio, quasi sempre
per beni e servizi di lusso.
Aumentano i viaggi indipendenti e raddoppia la richiesta di guide locali.
Boom delle vendite on line, il pacchetto Francia Italia Svizzera il più venduto, tra le mete preferite
Parigi, Roma e la sorpresa della piccola Interlaken.
Nei primi sei mesi del 2018 i turisti Cinesi che hanno viaggiato al di là dei confini nazionali sono stati 71.31 milioni,
il 15% in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Il 13% di loro ha scelto destinazioni europee con un amento del
100% rispetto ai sei mesi del 2017, quasi 11 milioni.
Una diretta conseguenza della promozione del Vecchio Continente realizzata per promuovere l’anno del turismo
Eu-China (realizzata da Welcome Chinese per conto della Commissione Europea sui principali tour operator e
social network cinesi), del miglioramento dei servizi e del successo della Coppa del Mondo di calcio.
Il miglioramento dei servizi ad hoc dedicati specialmente ai viaggiatori e le maggiori facilitazioni per il rilascio dei
visti, così come l’intensificarsi dei collegamenti aerei, hanno sicuramente aiutato l’Europa a diventare, dopo l’Asia, la
meta più gettonata per viaggi oltre la Grande Muraglia.
Lo evidenziano risultati del primo Report sul turismo Europa Cina della China Tourism Academy (CTA), l’ente del
Ministero della Cultura e del Turismo cinese, diffuso attraverso Select Holding, la società autorizzata in esclusiva
all’attuazione in tutto il mondo della Certificazione Welcome Chinese per le strutture ricettive e gli operatori del
settore turistico.
Il CEO di Select Holding, mr. Jacopo Sertoli, analizzando i dati ha dichiarato:
Si tratta infatti della prima edizione di una ricerca periodica che sarà rilasciata mensilmente ai media e agli addetti ai lavori da
Welcome Chinese, risultato di un approfondita analisi delle varie modalità di viaggio all’estero dei turisti cinesi, viaggiatori indipendenti,
viaggi collettivi e tour organizzati nei tour europei sulla base dei dati forniti dal Ministero del Turismo e della Cultura Cinese tramite
l’agenzia CTA e dai dati dei principali operatori turistici online cinesi Huayuan International Travel, e Ctrip.
Mr. Dai Bin, presidente della China Tourism Academy ha dichiarato:
Nell’ambito della cooperazione per l’Anno del Turismo Europa-Cina, si registra il miglior momento storico per gli scambi turistici
bilaterali. L’Europa detiene il secondo posto tra le mete mondiali preferite dai viaggiatori cinesi, l’augurio è che mantenga questa
posizione preferenziale e che adegui sempre più i servizi di accoglienza per il turista cinese. Riteniamo importante condividere in maniera
periodica i dati rilevati dalla China Touris Academy sul flusso dei turisti cinesi, i trend di consumo, e le abitudini di viaggio.
L’obiettivo è quello di invogliare un numero crescente di strutture ricettive europee ad aderire alla certificazione Welcome Chinese, al fine
di creare un sistema di servizi tailor made sempre più mirati e di qualità a disposizione dei turisti cinesi.
La passione dei cinesi per il calcio e il successo della Coppa del mondo hanno aumentato il desiderio di viaggiare in
Europa e in particolare di conoscere paesi europei prima ignorati le cui nazionali hanno giocato, e ben figurato,
durante la coppa del mondo in Russia.
Cambiano le modalità di viaggio: non solo tour organizzati, crescono le
prenotazioni on line.
I dati del 2018 confermano i trend g riscontrati nell’anno precedente che dimostrano come si stanno appianando
le differenze tra i classici periodi di picco dovuti alle festività nazionali e il resto dell’anno. Sebbene i pacchetti
viaggio, che fino a poco tempo fa erano quasi l’unico modo di viaggiare dei turisti (anche a causa della barriera
linguistica), stanno perdendo terreno attestandosi “solo” al 67% del totale dei viaggi rispetto all’aumento dei
viaggiatori indipendenti (che chiedono e organizzano viaggi solo per se’ o la propria famiglia o ristretta cerchia di
amici) e che oggi sono il 33% del totale dei viaggi in Europa e in continua crescita.
La richiesta di viaggi personalizzati alle agenzie, soluzione più costosa e realizzata sulla base delle indicazioni de
cliente, è aumentata del 127% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In questa crescita sono stai preferiti i
viaggi con una media di 12 giorni per un massimo di due paesi.
Continua inoltre a crescere il numero dei viaggi prenotati on line che nel secondo quarto del 2018 hanno
rappresentato il 35% del totale, mentre il 65 % dei viaggi oltre confine continuano ad essere prenotati presso le
agenzie tradizionali.
La spesa media dei viaggiatori è stata di 2,500 CNY per persona al giorno (315 euro). La spesa media a per viaggio
si aggira sui 1500 euro, il 15% in più’ dell’anno precedente.
I Paesi europei preferiti per i loro viaggi dai turisti cinesi nei primi sei mesi del 2018
sono Francia Germania e Italia, in crescita Russia e Croazia.
Le dieci destinazioni europee più visitate sono state (in ordine di visitatori): Francia, Germania, Italia, Spagna,
Russia, Gran Bretagna, Svizzera, Grecia Repubblica Ceca e Ungheria. La Francia è diventata la nazione europea più
visitata anche grazie alla vittoria nella Coppa del Mondo che è stata molto seguita in Cina.
Le prime dieci città per numero di visitatori sono Parigi, Roma, Praga, Mosca, Interlaken, Vienna, Firenze, Venezia,
Budapest e Barcellona. Nella capitale italiana gli arrivi diretti dei turisti cinesi continuano ad aumentare.
La sorpresa principale è nell’ interesse che si è riscontrato per destinazioni come la Serbia la Russia , la Svezia e la
Polonia o l’Islanda, anche grazie alle facilitazioni per il rilascio del visto in questi paesi. Il secondo posto della
Croazia nella coppa del mondo di calcio le è valso una crescita di 2 volte e mezzo del numero di turisti che hanno
visitato il paese nel 2017, il 60% dei visitatori erano donne.
I pacchetti vacanze più venduti nella prima metà del 2018 sono stati “Francia-Italia-Svizzera”, acquistato dal 25%
dei viaggiatori e il ‘Multi-country connection (che prevede la visita di Quattro o più paesi) che vale il 20% del
mercato, ma il pacchetto ‘Northern Europe + Russia’ ha visto la migliore crescita rispetto all’anno passato.
Le attrazioni delle citta’ europee piu visitate sono state la Sagrada Familia (Barcelona), il Louvre (Paris), il Windsor
Castle (Windsor), il Palazzo d’inverno (Saint Petersburg), la ruota panoramica London Eye (London) , la Tour
Eiffel (Paris), l’Interlaken Jungfrau (Interlaken), Versailles Palace (Paris) , Royal Palace of Madrid, e i Vatican
Museums (Roma).
La richiesta di guide che parlano cinesi e abbiano conoscenza e familiarità, magari vivendoci, con le destinazioni
europee e cresciuta del 242 %.
Aumentano giovani e donne, migliorano i servizi di accoglienza.
Pechino e Shanghai continuano ad essere le città da cui proviene la maggior parte dei turisti ma in generale le città
del SudOvest registrano la maggiore crescita, in particolare le città di Kunming, Chongqing, Xi’an and Zhengzhou.
La principale fascia d’età dei turisti che hanno visitato in Europa è quella tra i 30 e i 40 anni, superato quello che
oggi è il secondo gruppo più numeroso ovvero i 50-60enni. Viaggiano più le donne degli uomini: le turiste in
Europa sono state il 55,6% del totale.
Il Laboratorio Economico del Turismo della CTA ha inoltre dichiarato che l’aumento è stato anche una
conseguenza del miglioramento del livello dei servizi dedicati ai turisti cinesi e quindi della loro soddisfazione da
parte delle destinazioni europee. I migliori tre paesi per gradimento dei servizi sono (nell’ordine) Francia, Austria e
Portogallo, quarta l’Itala e solo quinta l’Inghilterra.
Le principali preoccupazioni dei turisti cinesi al momento di viaggiare in Europa riguardano la paura di essere
derubati o rapinati e gli sforzi sulla sicurezza e la diminuzione di casi di connazionali rapinati, che condividono le
loro esperienze negative in patria, convincono in molti a scegliere una destinazione piuttosto di unaltra.
Da evidenziare che l’aumento dei voli di linee aeree e sempre piu’ collegamenti diretti delle città della Cina al
Vecchio continente sono stati un importante incentivo per la popolarità delle destinazioni europee meno
conosciute.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.