Bologna : dopo il Covid-19 ci sara ancor piu spazio per l’aviazione d’affari. Un cocktail ad alta quota organizzato alla TAG

il

Con il Covid, tra gli alti e bassi del trasporto aereo, chi sicuramente ne ha tratto beneficio è stata l’aviazione d’affari. La pandemia ha creato la cancellazione  totale dei voli di linea tradizionali.

E, per il futuro si vedrà come si evolverà la ripartenza, in particolare nel ricco segmento del business travel. In questi pochi mesi da poco passati e andando avanti, per qualsiasi spostamento la via più veloce, immediata, sicura.  è stato l’utilizzo della business aviation.

Infatti, questo segmento ha permesso alle aziende ed altri soggetti di superare qualsiasi gap di mancanza di collegamenti, permettendogli di continuare a volare, per ragioni di affari e altro.  Questo ha fatto esplodere l’utilizzo di jet ed elicotteri privati di ogni dimensione.

Con la collaborazione di tre operatori specializzati:Aelia, Elicompany e Interjet del Gruppo Cremonini, basati rispettivamente a Bologna e Modena; abbiamo potuto valutare cosa è accaduto nella zona di Bologna,

Questo è un territorio molto operoso e facoltoso, il capoluogo emiliano è stato una importante crocevia offrendo vero sostegno alle industrie del territorio nelle loro esigenze di mobilita rappresentando, fino a poche settimane fa, gli unici voli con passeggeri autorizzati a volare, mantenendo i collegamenti tra le realtà economiche-industriali europee.

Voli privati dalla particolarità di essere operati anche con Compagnie a ‘km zero’ e quindi ancor più veloci a rispondere alle esigenze del mondo industriale. Per Km zero, si intende che hanno aerei ed elicotteri operativi da questo aeroporto, quindi evitano eventuali surcharge di costi per i riposizionamenti da altri scali.

Nella prestigiosa cornice della TAG  (Terminal Aviazione Generale) dell’Aeroporto Marconi di Bologna, si è svolto due sere fa, per la prima volta, un inedito “Cocktail ad alta quota”, un raro momento durante il quale, nel rispetto delle attuali regole, diversi imprenditori della ‘Via Emilia’ hanno potuto visitare da vicino alcuni tipi di elicotteri e jet executive. L’evento ha avuto come project manager il Comandante Sebastien Gregory Tucci,

La comunità degli affari del territorio, in questi mesi diventata ancor più fruitrice di questo tipo di servizio aereo, nel passato utilizzato, ma limitato a stringenti esigenze. Con questo evento ha avuto modo di conoscere più estesamente la realtà, non solo di passaggio per necessità, ora invece per viverla a livello di comprendere quali servizi essa può offrire. Il promuovere la perfetta integrazione tra i vari servizi e tipi di voli privati e il terminal TAG, vera eccellenza nel panorama Italiano, è stato lo spirito per il quale è stato organizzato l’evento. Il tutto, a servizio della comunita’ Industriale che sempre di più richiede velocita’ di spostamenti e ha bisogno di farlo in piena sicurezza.

Il Marconi è l’unico vero City Airport Italiano, che offre la contestuale disponibilità di voli di linea (anche intercontinentali), voli cargo e appunto voli private, ospitati in un dedicato Terminal.

I dati del 2019 danno ragione a Bologna e l’esistenza di questa realtà, proprio per realizzare come questo mondo industriale in prevalenza, necessiti e richieda sempre più di questi collegamenti. La TAG ha gestito oltre 4500 voli con un aumento del 12%, aeromobili dal peso medio di 52 tonnellate e oltre 8000 passeggeri, aumentati dell’8%. Questi risultati hanno permesso a TAG Bologna di porlo ai vertici tra gli scali italiani per volumi e nei servizi essendo frequentato solo da compagnie Aeree che rispettano altissimi standard Europei di manutenzione e addestramento.

Un dettaglio da non dimenticare, che si traduce in un punto di forza tra questi servizi è una sanificazione più accurata, la possibilità di poter scegliere con chi viaggiare, assicurando così una sicurezza più elevata in termini di distanziamento rispetto a quanto offerto dalle compagnie di linea.  Unitamente alla possibilità di poter organizzare il volo in base alle esigenze del cliente, in termini di orari di volo, decollo con tempi di preavviso ridotti e il vantaggio di poter raggiungere anche zone non servite da voli di linea o diretti.

Lo spirito che ha condotto TAG, il Marconi ed i tre operatori a promuoversi con questa azione mirata di educational  verso il mercato è stato per essere sempre più vicini al tessuto Imprenditoriale, alle loro esigenze di mobilità, alle necessità della filiera (tra le quali le Agenzie Viaggio specializzate sul segmento Corporate). Continuando ad offrire nuove infrastrutture, nuovi servizi e nuovi concetti di mobilità, che soprattutto ora, in una situazione legata agli andamenti del Covid, diventano sempre più importanti per mantenere rapporti e contatti dinamici tra imprenditori, permettendo alla macchina economica e occupazionale di non fermarsi mai.

TAG è un terminal passeggeri dedicato dove in pochissimo tempo dall’aver parcheggiato l’auto, velocemente si svolgono i controlli di sicurezza,  si può prendere posto su un elicottero , oppure un aereo evitando l’assillo delle file e ritardi di un grande terminal aeroportuale.

Alcune caratteristiche di TAG:

  • Un piazzale appositamente realizzato di 22.000 metri quadri, con 5 piazzole di parcheggio, aree di sosta anche prolungata, ed un raccordo di taxiway in prossimità della testata pista 12.
  • Un terminal di nuova costruzione, dalle eleganti strutture architettoniche, nel quale si coniugano la funzionalità e l’efficienza delle operazioni di assistenza ai passeggeri e agli equipaggi, nel quadro di un servizio di altissima qualità e di attenzione alle esigenze del traffico.

  • Un hangar di 2000 metri quadri, risultato delle più moderne tecnologie applicate al settore aeronautico, in grado di ricoverare aeromobili delle più svariate dimensioni fino al Boeing 737BBJ, e nel quale si prevede si installeranno diverse compagnie di manutenzione.
  • Un impianto fisso di rifornimento carburante (JET A1), realizzato secondo le più moderne tecniche di sicurezza ed in grado di erogare fino a 500 litri al minuto.

Oltre a: catering – giornali, limousine service – noleggio sala riunioni, prenotazioni alberghiere, noleggio day use camere (2) per equipaggi , procedura tax-free, trasporto intercampo, G.P.U., A.C.U., A.S.U. services, toilet service -rifornimento acqua potabile, pulizia interna e vetri aeromobile, servizio rifornimento carburante – de-icing, lavaggio aeromobili e WiFi gratuita.

A riguardo, abbiamo raccolto queste dichiarazioni su questa struttura da chi gestisce e gli operatori che la utilizzano:

“TAG vuole essere una porta verso il territorio ed uno spazio aperto non solo per fare arrivare e partire i voli executive  – dice Mary Calò, Responsabile Operazioni – infatti abbiamo spazi per riunioni ed eventi. Assistiamo tutti i tipi di voli dal corporate all’aeroambulanza”

“Vogliamo dare a TAG un nuovo concetto per questo spazio –dichiara Antonello Bonolis, Presidente di TAG – non solo la partenza ed arrivo di aerei executive, ma essere un luogo non solo esclusivo per il contesto di Bologna ”

“In pochissimo tempo possiamo farvi volare da e per la TAG – afferma  Luca Giacchetti, Sales Manager di Elicompany – con i nostri elicotteri partendo o facendovi arrivare presso aziende o altri luoghi che desiderate raggiungere. Le tariffe sulle 2500€ per ora di volo”

“Con i nostri turboelica in flotta possiamo farvi raggiungere aeroporti difficilmente raggiungibili con i voli di linea – dice il Comandante Mario Marinelli , CEO di Aelia – il tutto con il massimo comfort trasportando fino a 7 passeggeri. un esempio: Cannes, Elba, Roma Urbe”

“L’aereo di Interjet del Gruppo Cremonini – conclude il Comandante Angelo Fochi, di Interjet – è disponibile sul mercato per trasportare fino a otto passeggeri su voli medio – lunghi fino a quasi 6 ore di volo. L’ottimale è sulle 3-4 ore, ma possiamo arrivare fino al Centro Africa. Un ora di volo costa sulle 4000/4200€ a seconda degli aeroporti di destinazione”.

Il futuro che hanno disegnato gli amministratori del nuovo corso  di TAG è molto chiaro. E’ diventare sempre più la porta di arrivo o partenza di un traffico originato da questa aerea geografica. Contestualmente, quello di espandere sui mercati esteri, l’appeal della destinazione come punto di arrivo, sfruttando il network viario che ruota attorno a Bologna e permette di raggiungere molto facilmente luoghi limitrofi .

Per questo Antonello Bonolis  ci ha detto “Vogliamo allargare gli orizzonti a Bologna, non solo per il traffico in uscita, ma anche a quello in entrata. TAG non sarà solo un punto di arrivo o partenza, ma pure uno spazio per attività complementari alla business aviation”.

Invece Mery Calò “Esploreremo tutte le vie possibili per attirare nuovi clienti, siamo a disposizione per confrontarci con chiunque voglia usufruire dei nostri servizi. E non solo quelli aviation”

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.