Austrian Airlines: il Coronavirus mette in crisi i conti del secondo trimestre

il

La crisi del coronavirus mette sotto pressione i risultati del secondo trimestre di Austrian Airlines
2 ° trimestre 2020: EBIT adjusted fino a meno 99 milioni di EUR
CFO Wolfgang Jani: “La crisi ci ha colpito con tutta la sua forza”
I divieti di atterraggio hanno ostacolato uno sviluppo soddisfacente

A seguito della crisi del coronavirus e della cessazione delle operazioni di volo dell’Austrian Airlines per un periodo di quasi tre mesi, il vettore nazionale austriaco ha generato guadagni rettificati prima di interessi e tasse (EBIT rettificato) di meno 99 milioni di EUR nel secondo trimestre del 2020 , in calo rispetto ai risultati positivi di 46 milioni di euro nel trimestre dell’anno precedente. Di conseguenza, l’EBIT rettificato per la prima metà del 2020 è stato pari a meno 235 milioni di EUR. Il numero di passeggeri trasportati da Austrian Airlines è diminuito del 70% a circa 2 milioni a causa della pandemia.

“La crisi del coronavirus ha colpito con tutta la forza il settore del trasporto aereo. Le restrizioni ai viaggi in tutto il mondo hanno quasi completamente bloccato le operazioni di volo nel secondo trimestre. La nostra attività si sta lentamente riprendendo dalla ripresa dei voli il 15 giugno ”, spiega Wolfgang Jani, CFO di Austrian Airlines.

Risultati in dettaglio
Ad eccezione dei voli cargo umanitari, il secondo trimestre è consistito praticamente in sole due settimane di operazioni minime a giugno. Mentre l’anno precedente la compagnia aerea ha trasportato circa quattro milioni di passeggeri tra aprile e giugno, questa cifra era solo di 53.000 nel 2020. Le entrate sono crollate del 94% a 35 milioni di euro. Durante lo stesso periodo, i ricavi totali sono diminuiti del 90 percento a 59 milioni di euro (secondo trimestre 2019: 610 milioni di euro). Le spese totali per lo stesso periodo sono ammontate a 158 milioni di euro, con una diminuzione del 72 percento (secondo trimestre 2019: 565 milioni di euro) rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. L’EBIT rettificato alla fine è ammontato a -99 milioni di EUR nel secondo trimestre (Q2 2019: 46 milioni di EUR).

Nella prima metà del 2020, i ricavi delle vendite sono diminuiti del 67 percento a 322 milioni di EUR (prima metà del 2019: 973 milioni di EUR). Nello stesso periodo, i costi operativi sono diminuiti del 44% a 598 milioni di EUR (prima metà del 2019: 1.064 milioni di EUR). Ciò è stato contrastato da un pacchetto di misure di riduzione dei costi a breve termine e lavoro a orario ridotto per l’intera forza lavoro. L’EBIT rettificato, che esclude le perdite di valutazione sulle cessioni di aeromobili, tra le altre voci, è stato pari a -235 milioni di EUR (H1 2019: -53 milioni di EUR). L’EBIT è stato pari a -299 milioni di euro.

Sviluppo attuale delle prenotazioni e utilizzo della capacità
La crisi del coronavirus e le relative restrizioni ai viaggi che hanno avuto un impatto non imputabile su Austrian Airlines continuano a richiedere un ampio grado di flessibilità nella pianificazione delle operazioni commerciali. I divieti di atterraggio in vigore dal 16 al 31 luglio 2020 hanno comportato la cancellazione dei voli e ridotto il fattore di carico dei passeggeri da una media di circa il 70% al 60%. Tuttavia, Austrian Airlines ha registrato un gran numero di prenotazioni a breve termine, consentendo alla compagnia aerea di guardare al futuro con ottimismo.

In particolare, le destinazioni di vacanza sono ben prenotate. Ad esempio, rotte come Atene, Larnaca e Salonicco mostrano un coefficiente di carico passeggeri medio di circa il 90 percento. In termini di traffico aereo verso i paesi limitrofi, gli aeromobili che volano in Germania e Svizzera mostrano un utilizzo medio della capacità tra il 60 e il 70 percento.

“I viaggi d’affari e anche i viaggi turistici stanno rallentando la ripresa”, aggiunge Wolfgang Jani. “Tuttavia, ci aspettiamo solo una lenta crescita del settore dell’aviazione. La crisi è lungi dall’essere finita e questo si rifletterà sugli indicatori di performance dell’intero anno ”, conclude il CFO Jani

Overview of Key Facts and Figures

 

 

Q2 2020

Q2 2019

 

Change YOY

Revenue in € million

35

594

-94%

Adj. total operating revenue in € million

59

610

     -90%

Adj. total operating expenditures in € million

158

565

-72%

Adjusted EBIT in € million

-99

46

EBIT in € million

-101

45

 

 

1-6 2020

1-6 2019

 

Change YOY

Revenue in € million

322

973

-67%

Adj. total operating revenue in € million

363

1,011

     -64%

Adj. total operating expenditures in € million

598

1,064

-44%

Adjusted EBIT in € million

-235

-53

-343%

EBIT in € million

-299

-55

-444%

 

Passengers in thousands

1,986

6,711

-70%

Available seat kilometers (ASK) in millions  

4,598

13,560

            -66%

Capacity utilization (passenger load factor) in %

68.1

78.1

-10.0 pp

Number of flights

23,635

66,419

-64%

Fleet size (fleet in operation)

85

82

             3

 

 

 

Regularity of operation

95.2%

99.0%

-3.8 pp

Punctuality on departure

87.9%

76.9%

+11.0 pp

Punctuality on arrival

88.5%

79.9%

          +8.6 pp

 

Employees (number)

6,756

        6,999

– 3%

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.