IATA: L’impatto del COVID-19 sull’aviazione e sulle economie africane sta peggiorando


L’International Air Transport Association (IATA) ha pubblicato nuovi dati che indicano che l’impatto del COVID-19 sull’industria aeronautica e sulle economie africane è peggiorato notevolmente rispetto alla precedente valutazione di aprile.

La perdita di posti di lavoro nell’aviazione e nelle industrie collegate potrebbe aumentare fino a 3,5 milioni. Si tratta di più della metà dei 6,2 milioni di posti di lavoro legati al trasporto aereo della regione e di 400.000 in più rispetto alla stima precedente.
Il traffico per l’intero anno 2020 dovrebbe precipitare del 54% (oltre 80 milioni di viaggi di passeggeri) rispetto al 2019. La stima precedente era un calo del 51%.
Il PIL sostenuto dall’aviazione nella regione potrebbe diminuire fino a 35 miliardi di dollari. La IATA aveva stimato in precedenza un calo di 28 miliardi di dollari.
“COVID-19 ha devastato le economie africane e ha portato la connettività aerea in tutto il continente a un punto morto virtuale. E la situazione sta peggiorando. Le conseguenze economiche derivanti da un continente scollegato sono gravi. Milioni di posti di lavoro e mezzi di sussistenza sono a rischio nelle imprese a conduzione familiare e nelle grandi società lungo l’intera catena del valore dei viaggi e del turismo. Per la ripresa economica e la prosperità futura dell’Africa, è essenziale accelerare il riavvio sicuro del settore “, ha affermato Muhammad Al Bakri, Vicepresidente regionale della IATA per l’Africa e il Medio Oriente.

Riavvio dell’aviazione africana

 

Per ridurre al minimo l’impatto sui posti di lavoro e sulla più ampia economia africana, è vitale una ripresa accelerata del trasporto aereo in tutto il continente. Ciò può essere ottenuto attraverso l’azione del governo in due aree prioritarie:

1. Armonizzare la ripresa del trasporto aereo in Africa

L’adozione armonizzata della guida al decollo della Aviation Recovery Task Force (CART) del Consiglio dell’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile (ICAO) – il quadro globale di biosicurezza per il riavvio sicuro dell’aviazione – è fondamentale per la ripresa sicura del trasporto aereo. Per evitare misure contrastanti, interruzioni e inefficienze, tutti i paesi, compresi quelli in Africa, devono applicare queste raccomandazioni in modo coerente e uniforme, senza imporre inutili vincoli di confine come le quarantene, che scoraggiano i passeggeri e sopprimono la domanda di viaggi aerei.

Secondo l’ICAO, il Ruanda è tra i primi paesi al mondo ad aver rispettato pienamente le raccomandazioni dell’ICAO sulla biosicurezza. Barry Kashambo, direttore regionale, ESAF parlando a nome degli uffici regionali dell’ICAO accreditati presso gli Stati africani, ha dichiarato: “Riconosciamo gli sforzi e le azioni del Ruanda e di alcuni altri Stati, per attuare pienamente le disposizioni delle raccomandazioni ICAO CART e della guida al decollo e misure. Incoraggiamo tutti i governi in Africa a dare la priorità al riavvio dell’aviazione e ad attingere al suo potenziale come fattore abilitante per la ripresa economica dell’Africa dopo COVID-19. La connettività aerea è fondamentale per lo sviluppo economico e sostenibile e la circolazione delle persone attraverso il continente “.

2. Intensificare gli sforzi per sostenere l’industria

Per supportare le compagnie aeree durante il periodo di riavvio e recupero, sono essenziali un supporto finanziario e normativo continuo, in particolare un alleggerimento finanziario, che non aumenta i livelli di debito del settore, attraverso iniezioni dirette di denaro, credito o prestiti e rinvii o sconti sulle tariffe degli utenti.

“Siamo grati ai pochi governi africani che finora hanno fornito aiuti all’aviazione: Ruanda, Senegal, Costa d’Avorio, Burkina Faso e recentemente Capo Verde. Le loro azioni hanno contribuito a salvare migliaia di posti di lavoro e consentiranno ad alcune compagnie aeree di riavviare e sostenere le economie più ampie che servono. Ma la situazione sta peggiorando. Le misure di soccorso continue sono essenziali per ridurre al minimo la perdita di posti di lavoro e garantire che la connettività possa essere ripristinata. Esortiamo i governi africani e le istituzioni per lo sviluppo che hanno impegnato i finanziamenti a fornirli con urgenza in una struttura che non indebolisca i bilanci delle compagnie aeree già stressati, prima che sia troppo tardi “, ha detto Albakri.

Impatto a livello di paese

Le ultime prospettive della IATA Economics per i principali mercati nazionali in Africa sono peggiorate rispetto alla precedente valutazione di giugno. Ad esempio, il numero di passeggeri, i posti di lavoro a rischio e l’impatto sul PIL per i cinque maggiori mercati africani sono diminuiti in tutti i parametri

COUNTRY JUNE PAX ESTIMATE (MILLIONS) AUGUST PAX ESTIMATE (MILLIONS) JUNE JOBS AT RISK AUGUST JOBS AT RISK APRIL GDP
(US$ BILLIONS)
AUGUST GDP
(US$ BILLIONS)
South Africa
-15.6
-16.6
269,000
287,700
-5.1
-5.8
Nigeria
-5.3
-5.7
139,500
149,400
-0.9
-1.1
Kenya
-3.8
-4.0
207,800
223,600
-1.6
-1.8
Rwanda
-0.47
-0.5
17,300
18,500
-0.06
-0.07
Ethiopia
-2.6
-2.8
530,400
564,100
-1.9
-2.1

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.