IATA: Il momento di prepararsi per un vaccino per il COVID-19 è adesso

il

L’International Air Transport Association (IATA) ha esortato i governi a iniziare un’attenta pianificazione con le parti interessate del settore per garantire la piena preparazione quando i vaccini per COVID-19 saranno approvati e disponibili per la distribuzione. L’associazione ha anche avvertito di limitazioni di capacità potenzialmente gravi nel trasporto di vaccini per via aerea.

Preparazione

Le merci aviotrasportate svolgono un ruolo chiave nella distribuzione dei vaccini in tempi normali attraverso sistemi di distribuzione globali ben consolidati sensibili al tempo e alla temperatura. Questa capacità sarà cruciale per il trasporto e la distribuzione rapidi ed efficienti dei vaccini COVID-19 quando saranno disponibili e non avverrà senza un’attenta pianificazione, guidata dai governi e sostenuta dalle parti interessate del settore.

“La consegna sicura dei vaccini COVID-19 sarà la missione del secolo per l’industria globale del trasporto aereo di merci. Ma non succederà senza un’attenta pianificazione anticipata. E il momento per quello è adesso. Esortiamo i governi a prendere l’iniziativa nel facilitare la cooperazione lungo la catena logistica in modo che le strutture, le disposizioni di sicurezza e i processi di frontiera siano pronti per il compito gigantesco e complesso che ci attende “, ha affermato Alexandre de Juniac, Direttore generale e CEO della IATA.

“Fornire miliardi di dosi di vaccino al mondo intero in modo efficiente comporterà ostacoli logistici e programmatici estremamente complessi lungo tutta la catena di approvvigionamento. Non vediamo l’ora di lavorare insieme al governo, ai produttori di vaccini e ai partner logistici per garantire un’efficace diffusione globale di un vaccino COVID-19 sicuro e conveniente “, ha affermato il dottor Seth Berkley, CEO di Gavi, la Vaccine Alliance.

Strutture: i vaccini devono essere manipolati e trasportati in linea con i requisiti normativi internazionali, a temperature controllate e senza ritardi per garantire la qualità del prodotto. Sebbene ci siano ancora molte incognite (numero di dosi, sensibilità alla temperatura, luoghi di produzione, ecc.), È chiaro che la scala dell’attività sarà vasta, che saranno necessari impianti per la catena del freddo e che lo sarà la consegna in ogni angolo del pianeta. essere necessario. Le priorità per la preparazione delle strutture per questa distribuzione includono:

Disponibilità di strutture e attrezzature a temperatura controllata: massimizzare l’uso o il riutilizzo delle infrastrutture esistenti e ridurre al minimo le costruzioni temporanee
Disponibilità di personale formato per gestire vaccini sensibili al tempo e alla temperatura
Solide capacità di monitoraggio per garantire il mantenimento dell’integrità dei vaccini
Sicurezza: i vaccini saranno merci di grande valore. Devono essere predisposte disposizioni per garantire che le spedizioni rimangano protette da manomissioni e furti. Sono in atto processi per mantenere sicure le spedizioni di merci, ma il volume potenziale delle spedizioni di vaccini richiederà una pianificazione anticipata per garantire che siano scalabili.

Processi di frontiera: lavorare in modo efficace con le autorità sanitarie e doganali sarà quindi essenziale per garantire approvazioni normative tempestive, misure di sicurezza adeguate, trattamento appropriato e sdoganamento. Questa potrebbe essere una sfida particolare dato che, come parte delle misure di prevenzione COVID-19, molti governi hanno messo in atto misure che aumentano i tempi di elaborazione. Le priorità per i processi di frontiera includono:

Introduzione di procedure accelerate per i permessi di sorvolo e di atterraggio per le operazioni che trasportano il vaccino COVID-19
Esenzione dei membri dell’equipaggio di condotta dai requisiti di quarantena per garantire il mantenimento delle catene di approvvigionamento del carico
Sostenere i diritti di traffico temporanei per le operazioni che trasportano i vaccini COVID-19 dove potrebbero essere applicate restrizioni
Eliminazione del coprifuoco orario operativo per i voli che trasportano il vaccino per facilitare le operazioni di rete globale più flessibili
Concedere priorità all’arrivo di quelle spedizioni vitali per evitare possibili escursioni di temperatura dovute a ritardi
Considerando lo sgravio tariffario per facilitare la circolazione del vaccino
Capacità

Oltre ai preparativi per il trasporto e al coordinamento necessari, i governi devono anche considerare l’attuale ridotta capacità di carico dell’industria mondiale del trasporto aereo. La IATA ha avvertito che, con la grave flessione del traffico passeggeri, le compagnie aeree hanno ridimensionato le reti e messo molti aeromobili in depositi remoti a lungo termine. La rete di rotte globale è stata ridotta drasticamente dalle 24.000 coppie di città pre-COVID. L’OMS, l’UNICEF e il Gavi hanno già segnalato gravi difficoltà nel mantenere i loro programmi di vaccinazione pianificati durante la crisi COVID-19 a causa, in parte, della limitata connettività aerea.

“Il mondo intero attende con impazienza un vaccino COVID sicuro. Spetta a tutti noi assicurarci che tutti i paesi abbiano un accesso sicuro, veloce ed equo alle dosi iniziali quando sono disponibili. In qualità di agenzia principale per l’approvvigionamento e la fornitura del vaccino COVID per conto del COVAX Facility, l’UNICEF guiderà quella che potrebbe essere l’operazione più grande e più veloce mai svolta al mondo. Il ruolo delle compagnie aeree e delle compagnie di trasporto internazionale sarà fondamentale per questo sforzo ”, ha affermato Henrietta Fore, Direttore Esecutivo dell’UNICEF.

La dimensione potenziale della consegna è enorme. Fornire una singola dose a 7,8 miliardi di persone riempirebbe 8.000 aerei da carico 747. Il trasporto terrestre aiuterà, soprattutto nelle economie sviluppate con capacità di produzione locale. Ma i vaccini non possono essere consegnati a livello globale senza l’uso significativo del carico aereo.

“Anche supponendo che metà dei vaccini necessari possa essere trasportata via terra, l’industria del trasporto aereo di merci dovrà comunque affrontare la più grande sfida di trasporto mai affrontata. Nel pianificare i loro programmi di vaccinazione, in particolare nel mondo in via di sviluppo, i governi devono prendere in considerazione molto attentamente la limitata capacità di carico aereo disponibile al momento. Se le frontiere restano chiuse, i viaggi ridotti, le flotte bloccate e i dipendenti licenziati, la capacità di fornire vaccini salvavita sarà molto compromessa “, ha affermato de Juniac.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.