Aeroporti italiani: Recovery plan, audizione Assaeroporti Commissioni Bilancio e Politiche europee del Senato

il

Valentina Lener: “Necessario inserire gli aeroporti nel Recovery Fund. Sono infrastrutture essenziali per il Paese”

#Assaeroporti è stata audita oggi presso le Commissioni Bilancio e Politiche europee del Senato nell’ambito dell’esame delle Linee Guida per la definizione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), trasmesse dal Governo al Parlamento per il relativo parere.

Nel corso dell’audizione, il Direttore Generale di Assaeroporti, Valentina Lener ha dichiarato: “il sistema aeroportuale nazionale è una risorsa strategica per la connettività del Paese, un bene su cui è necessario investire perché in grado di generare crescita, con ricadute positive sulle comunità dei territori e in generale sull’economia. Ricordo che il trasporto aereo è moltiplicatore di PIL, in Italia incide per il 3,6%, e di forza lavoro. La comunità aeroportuale comprende circa 150 mila persone e il nostro settore sostiene 880 mila lavoratori. Oggi, la crisi causata dall’emergenza Covid minaccia l’intero comparto. Si pensi che da marzo, i soli gestori aeroportuali hanno perso oltre 1 MLD di fatturato”.

Il mancato inserimento degli investimenti aeroportuali tra gli obiettivi prioritari che il Governo intende perseguire nell’ambito del Programma Next Generation UE suscita forti preoccupazioni. Gli aeroporti sono, infatti, tra le realtà industriali maggiormente orientate alla realizzazione di progetti di modernizzazione e di sviluppo sostenibile e si inseriscono perfettamente nelle Mission individuate nelle Linee Guida.

“Le infrastrutture aeroportuali sono essenziali in un Piano di sviluppo della mobilità integrato, sostenibile e interconnesso e sono un elemento centrale sia per la ripresa sia per nuove forme di economia. Riteniamo fondamentale – ha aggiunto Valentina Lener – che i progetti sviluppati in ambito aeroportuale rientrino nel Recovery Fund. In primis quelli che tendono alla tutela dell’ambiente, all’efficientamento energetico, alla digitalizzazione, oltre che al miglioramento dell’accessibilità e allo sviluppo dell’intermodalità”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.