Delta Air Lines annuncia i risultati finanziari del trimestre di settembre

il

Boeing 757-200 (75S) departing. – These images are protected by copyright. Delta has acquired permission from the copyright owner to the use the images for specified purposes and in some cases for a limited time. If you have been authorized by Delta to do so, you may use these images to promote Delta, but only as part of Delta-approved marketing and advertising. Further distribution (including proving these images to third parties), reproduction, display, or other use is strictly prohibited.

Perdita ante imposte GAAP trimestre 2020 di $ 6,9 miliardi e perdita per azione di $ 8,47 su un fatturato totale di $ 3,1 miliardi

Perdita ante imposte rettificata per il trimestre di settembre 2020 di $ 2,6 miliardi e perdita rettificata per azione di $ 3,30 su ricavi rettificati di $ 2,6 miliardi

Delta ha concluso il trimestre di settembre 2020 con 21,6 miliardi di dollari di liquidità

Delta Air Lines (NYSE: DAL) ha pubblicato oggi i risultati finanziari per il trimestre di settembre 2020. I risultati dettagliati, inclusi i parametri GAAP e rettificati, sono a pagina quattro e sono incorporati qui.

“Anche se i risultati del nostro trimestre di settembre dimostrano l’entità della pandemia sulla nostra attività, siamo stati incoraggiati dal fatto che più clienti viaggiano e stiamo assistendo a un percorso di miglioramento progressivo dei nostri ricavi, risultati finanziari e cash burn giornaliero”, ha affermato Ed Bastian, Delta’s amministratore delegato. “Le azioni che stiamo intraprendendo ora per prenderci cura delle nostre persone, semplificare la nostra flotta, migliorare l’esperienza del cliente e rafforzare il nostro marchio consentiranno a Delta di accelerare verso una ripresa post-COVID”.

Risultati finanziari del trimestre di settembre

· La perdita ante imposte rettificata di $ 2,6 miliardi esclude $ 4,0 miliardi di elementi direttamente correlati all’impatto di COVID-19 e alla risposta dell’azienda, inclusi gli oneri di ristrutturazione relativi alla flotta e gli oneri per la separazione volontaria e i programmi di pensionamento anticipato per i dipendenti Delta, che erano parzialmente compensato dal beneficio del contributo della legge CARES riconosciuto nel trimestre

· Il fatturato totale rettificato di 2,6 miliardi di dollari è diminuito del 79% con una capacità inferiore del 63% rispetto all’anno precedente

· Le spese operative totali, che includono i 4,0 miliardi di dollari di voci relative a COVID descritte sopra, sono diminuite di 1,0 miliardi di dollari rispetto all’anno precedente. Adeguate per tali articoli e le vendite di raffinerie di terze parti, le spese operative totali sono diminuite di 5,5 miliardi di dollari o del 52% nel trimestre di settembre rispetto all’anno precedente, guidate da minori spese relative alla capacità e ai ricavi e una forte gestione dei costi nel business

· Alla fine del trimestre di settembre, la società aveva 21,6 miliardi di dollari di liquidità

· Durante il trimestre di settembre il consumo di cassa (vedere la Nota A) è stato in media di $ 24 milioni al giorno e di $ 18 milioni al giorno per il mese di settembre

Ambiente delle entrate

I ricavi operativi rettificati di Delta di $ 2,6 miliardi per il trimestre di settembre sono diminuiti del 79% rispetto al trimestre di settembre 2019 poiché la domanda di viaggi aerei rimane sotto pressione significativa. I ricavi dei passeggeri sono diminuiti dell’83% con una capacità inferiore del 63%. I flussi di entrate non legate ai biglietti hanno registrato prestazioni relativamente migliori rispetto ai ricavi dei passeggeri, con i ricavi totali della fedeltà in calo del 60% e le merci in calo del 25%.

“Con una crescita lenta e costante della domanda, stiamo ripristinando il volo per soddisfare le esigenze dei nostri clienti, rimanendo agili con la nostra capacità alla luce di COVID-19”, ha affermato Glen Hauenstein, presidente di Delta. “Anche se potrebbero essere due anni o

di più fino a quando non vedremo un ambiente di ricavi normalizzato, ripristinando la fiducia dei clienti nei viaggi e costruendo la fedeltà dei clienti ora, stiamo creando le basi per una crescita sostenibile dei ricavi futuri “.

Gettare le basi per il recupero

Delta ha intrapreso una serie di azioni per portare l’azienda ad accelerare una ripresa post-COVID:

Prendersi cura delle persone Delta

· Attraverso i programmi di separazione volontaria e prepensionamento, congedi volontari non retribuiti, condivisione del lavoro e altre iniziative, l’azienda è stata in grado di evitare licenziamenti involontari per i dipendenti di terra e assistenti di volo

· Lanciare un “Stop the Spread. Salvare vite.” campagna per enfatizzare le sei azioni sanitarie fondamentali che proteggono i dipendenti Delta dal COVID-19, tra cui indossare maschere, allontanamento sociale, test e vaccinazione antinfluenzale. Delta fornisce test COVID-19 e vaccini antinfluenzali gratuiti per i suoi dipendenti statunitensi

Migliorare l’esperienza del cliente

· Enfatizzare la salute e la sicurezza con il Delta CareStandard, un approccio a più livelli che include protocolli di pulizia intensi, il blocco dei sedili centrali e la richiesta di maschere a bordo di tutti gli aeromobili

· Riduzione della complessità per i clienti eliminando le commissioni di cambio per quasi tutte le tariffe nazionali e le commissioni di rideposito / riemissione sui biglietti premio nazionali per i soci SkyMiles

· Adottare un approccio ai rimborsi incentrato sul cliente, con circa $ 2,8 miliardi restituiti ai clienti dall’inizio dell’anno

Semplificare la flotta

· Ristrutturazione del portafoglio ordini degli aeromobili Airbus e CRJ per far corrispondere meglio i tempi di consegna degli aeromobili con le esigenze di rete e finanziarie nei prossimi anni. La ristrutturazione riduce gli impegni di acquisto di aeromobili di oltre 2 miliardi di dollari nel 2020 e di oltre 5 miliardi di dollari fino al 2022

· Accelerare la sua strategia di semplificazione della flotta, che ha lo scopo di modernizzare e razionalizzare la flotta dell’azienda, migliorare l’esperienza del cliente e generare risparmi sui costi. La società ha annunciato piani per accelerare i ritiri di quasi 400 aeromobili entro il 2025, di cui oltre 200 nel 2020

Fleet Type Number of Aircraft Estimated Final Retirement During the Quarter Ended 

MD-90 26 June 2020 

767-300ER 7 June 2020 

A320 10 June 2020 

MD-88 47 June 2020 

737-700 10 September 2020 

777 18 December 2020 

CRJ-200 125 December 2023 

717 91 December 2025 

767-300ER 49 December 2025 

Total 383

Prestazione di costo

Le spese operative totali rettificate per il trimestre di settembre sono diminuite di $ 5,5 miliardi o del 52% rispetto al trimestre dell’anno precedente escludendo $ 3,1 miliardi di oneri relativi alla separazione volontaria e ai programmi di pensionamento anticipato per i dipendenti, $ 2,2 miliardi di oneri di ristrutturazione da decisioni relative alla flotta e $ 1,3 miliardi di benefici del CARES Act. Questa performance è stata guidata da una riduzione di 1,8 miliardi di dollari o del 78% della spesa per il carburante, una riduzione del 75% delle spese di manutenzione dal parcheggio o dal ritiro di quasi il 40% degli aeromobili di linea principale e da minori spese legate al volume e alle entrate. Le spese per stipendi e benefici sono diminuite del 32% a causa di circa 18.000 dipendenti che hanno scelto di lasciare l’azienda oltre ai benefici derivanti da congedi volontari non retribuiti, riduzioni dell’orario di lavoro e altre iniziative.

Le spese non operative per il trimestre sono state di 349 milioni di dollari in più rispetto al trimestre dell’anno precedente, guidate principalmente da 221 milioni di dollari in maggiori interessi passivi derivanti dall’aumento dei livelli di debito che la società ha sostenuto durante la pandemia COVID-19.

“I nostri risultati di questo trimestre sono stati sostenuti da una forte attenzione ai costi, poiché abbiamo ridotto le spese operative rettificate di oltre il 50 percento, in modo simile al trimestre di giugno, nonostante voliamo 23 punti di capacità in più”, ha affermato Paul Jacobson, chief financial officer di Delta. “Questa focalizzazione sui costi ha consentito all’aumento che abbiamo visto nelle vendite nette di fluire direttamente in un miglioramento del nostro consumo di cassa giornaliero, che è migliorato da $ 27 milioni al giorno a giugno a $ 18 milioni al giorno a settembre.”

Stato patrimoniale, cassa e liquidità

Delta ha concluso il trimestre di settembre con 21,6 miliardi di dollari di liquidità. La liquidità utilizzata nelle operazioni durante il trimestre è stata di $ 2,6 miliardi. Il cash burn giornaliero è stato in media di $ 24 milioni per il trimestre, con una media di $ 18 milioni per il mese di settembre.

Alla fine del trimestre di settembre, la società aveva un debito totale e obbligazioni di leasing finanziario per $ 34,9 miliardi con un debito netto rettificato di $ 17,0 miliardi, $ 6,5 miliardi in più rispetto al 31 dicembre 2019. A settembre, Delta ha completato la più grande offerta di debito nella storia dell’aviazione, raccogliendo 9,0 miliardi di dollari a un tasso medio misto del 4,75% garantito dal suo programma fedeltà SkyMiles. Inoltre, la società ha preso in prestito $ 1,5 miliardi con un rendimento misto del 4,4% in relazione all’emissione di obbligazioni esentasse, che verranno utilizzate per finanziare il progetto dell’aeroporto LaGuardia. Il debito totale della società aveva un tasso di interesse medio ponderato del 4,3% al 30 settembre 2020.

Successivamente alla fine del trimestre, la società ha rimborsato il prestito a termine di 364 giorni da 3 miliardi di dollari che aveva sottoscritto a marzo, aumentando la sua base di attività non gravata da $ 9 a $ 10 miliardi di aeromobili, motori e pezzi di ricambio e riducendo l’ammortamento del debito residuo e scadenze fino a $ 2,3 miliardi fino alla fine del 2021. La società ha inoltre rimborsato $ 2,6 miliardi nell’ambito delle sue linee di credito revolving sottoscritte nel marzo 2020.

Alla fine del trimestre di settembre, la responsabilità del traffico aereo della società era pari a $ 4,6 miliardi, inclusa una passività corrente di $ 4,4 miliardi e una passività non corrente di $ 0,2 miliardi. La passività non corrente rappresenta la stima attuale dei biglietti da volare, nonché i crediti da utilizzare, oltre un anno. I crediti di viaggio rappresentano circa il 60 percento della responsabilità del traffico aereo alla fine del trimestre di settembre.

Legge CARES Contabilità, Ristrutturazione della flotta e Separazione volontaria e Addebiti per programmi di pensionamento anticipato

Nel trimestre di settembre, la società ha ricevuto $ 701 milioni nell’ambito del programma di supporto del libro paga (PSP) del CARES Act, consistente in $ 491 milioni in fondi di sovvenzione aggiuntivi e un aumento di $ 210 milioni nel prestito a basso interesse non garantito di 10 anni. L’importo del trimestre di settembre include un incremento di $ 157 milioni oltre i $ 5,4 miliardi iniziali che Delta è stato stanziato nell’aprile 2020. Nel trimestre di settembre, circa $ 1,3 miliardi della sovvenzione sono stati

rilevato in contropartita, che si riflette come “Riconoscimento del contributo Legge CARES” nel Prospetto Consolidato della Gestione. L’azienda prevede di utilizzare i restanti proventi del PSP entro la fine del 2020.

Durante il trimestre di settembre, la società ha deciso di ritirare la sua flotta 717-200 e il resto della sua flotta 767-300ER entro il 2025 e la sua flotta CRJ-200 entro il 2023. Come risultato di queste decisioni, l’azienda ha registrato $ 2,2 miliardi in oneri relativi alla flotta, che si riflettono negli “Oneri di ristrutturazione” del Conto economico consolidato.

L’azienda ha offerto ai dipendenti programmi di separazione volontaria e pensionamento anticipato durante il trimestre di settembre. Circa 18.000 dipendenti hanno partecipato ai programmi, la maggior parte ha lasciato la società il 1 ° agosto, con un conseguente addebito di ristrutturazione di 3,1 miliardi di dollari nel trimestre di settembre, che si riflette negli “oneri di ristrutturazione” sul conto economico consolidato. I pagamenti in contanti in relazione a questi programmi sono ammontati a 813 milioni di dollari nel trimestre di settembre e questi pagamenti sono esclusi dai dati sui consumi giornalieri

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.