La IATA accoglie con favore il rapporto militare statunitense sul basso rischio di essere infettati in volo dal COVID-19

il

#IATA #USTranscom #Covid19 #DOD #UnitedAirlines #DARPA

L’International Air Transport Association (IATA) ha accolto con favore il rilascio dei risultati dei test da parte dello United States Transportation Command (US Transcom) confermando il basso rischio della trasmissione COVID-19 a bordo di un aereo.

Il test Transcom statunitense, condotto ad agosto, ha rilevato che “il rischio di esposizione globale a patogeni aerosolizzati, come il coronavirus, è molto basso” sui tipi di aeromobili di linea tipicamente contrattati per spostare il personale del Dipartimento della Difesa (DOD) e le loro famiglie, Ha dichiarato US Transcom. Più di 300 rilasci di aerosol, simulando un passeggero infetto da COVID-19, sono stati eseguiti in otto giorni utilizzando aeromobili a doppio corridoio Boeing 767-300 e 777-200 della United Airlines.

“La scorsa settimana, la IATA ha riferito che dall’inizio del 2020 sono stati segnalati 44 casi di COVID-19 in cui si pensa che la trasmissione sia stata associata a un viaggio aereo, su 1,2 miliardi di viaggi di passeggeri nel 2020. La ricerca statunitense Transcom fornisce un’ulteriore prova del fatto che il rischio di infezione a bordo di un aereo sembra essere molto basso e certamente inferiore a molti altri ambienti interni “, ha affermato Alexandre de Juniac, Direttore generale e CEO della IATA.

Il test Transcom statunitense ha mostrato che l’aerosol era “rapidamente diluito dagli alti tassi di cambio d’aria” di una tipica cabina di un aereo. Le particelle di aerosol sono rimaste rilevabili in media per un periodo inferiore a sei minuti. Entrambi i modelli di aeromobili testati hanno rimosso il particolato 15 volte più velocemente di un tipico sistema di ventilazione domestica e 5-6 volte più veloce “rispetto alle specifiche di progettazione consigliate per le moderne sale operatorie o di isolamento dei pazienti”. Il test è stato eseguito con e senza una maschera per il passeggero infetto simulato.

Il test è stato condotto in collaborazione con Boeing e United Airlines, nonché con la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), Zeteo Tech, S3i e il National Strategic Research Institute dell’Università del Nebraska.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.