COVID19: INAUGURATO NUOVO PUNTO MEDICO AVANZATO ALLESTITO DALL’AM PRESSO L’OSPEDALE DI LEGNAGO

il

Fonte 3° Stormo – Villafranca (VR) 

Autore PM Maurizio Giuseppe Cassano

​Il 3° Stormo dell’Aeronautica Militare ha messo in campo personale sanitario ed un PMA a supporto della struttura ospedaliera di Legnago (VR)

Venerdì 8 gennaio è stato inaugurato il nuovo Punto Medico Avanzato (PMA) allestito dall’Aeronautica Militare presso la struttura ospedaliera di Legnago, in provincia di Verona. Al taglio del nastro oltre al Comandante del 3° Stormo Colonnello Giovanni Luongo e al responsabile dell’Infermeria di Corpo Colonnello Paolo Marcatili, erano presenti il Direttore generale dell’ULSS 9 Dottor Pietro Girardi, il Direttore del Pronto Soccorso Dottor Francesco Pratticò, il Sindaco di Legnago Graziano Lorenzetti.

L’Aeronautica Militare ha dato seguito alla richiesta di supporto per affrontare la seconda ondata di contagi causati dalla pandemia, mettendo a disposizione due medici e quattro infermieri del 3° Stormo di Villafranca (VR), già operativi fin dal mese di dicembre nei reparti insieme ad un Ufficiale medico dell’Esercito Italiano, e provvedendo ad allestire, ad opera del personale del Gruppo Mobile di Supporto Operativo, una tendostruttura di circa 200 mq. all’esterno dell’ospedale.

Durante l’evento il Dott. Pratticò, Direttore del Pronto Soccorso di Legnago, ha ringraziato “…le Forze Armate per aver reso disponibile il personale sanitario, tre medici e quattro infermieri, personale aggiunto con cui riescono a coprire una turnazione completa del Pronto Soccorso, dando così sollievo al personale della struttura che da ormai quasi un anno è sotto pressione. Questa tendostruttura ci permette di fare una separazione immediata, con percorsi di cura distinti tra i pazienti affetti da Covid e quelli colpiti da altre patologie. Senza il supporto dell’Aeronautica Militare saremmo stati in difficoltà”.

La struttura allestita permette di ricevere e selezionare con efficacia, attraverso il triage, i pazienti dei 25 Comuni della pianura veronese. Il punto medico installato può accogliere 10 postazioni, di cui otto di terapia semintensiva e due di terapia intensiva, con la possibilità di aumentare il numero sino a 16 pazienti.

​​Il 3° Stormo, ente alle dipendenze del Servizio dei Supporti del Comando Logistico, sin dall’inizio di questa emergenza sanitaria ha dato il proprio contributo in aiuto alla popolazione, approntando una struttura sanitaria di tipo campale presso l’aeroporto militare di Pratica di Mare per accogliere i pazienti di rientro da zone a rischio. Successivamente, lo Stormo ha contribuito all’installazione degli ospedali da campo di Cremona e Schiavonia (PD) in coordinamento alla Protezione Civile. Mentre nella seconda fase della pandemia, con l’Operazione IGEA, il personale dello Stormo ha provveduto all’installazione di tendostrutture per i Drive Through Difesa (DTD) presso l’Aeroporto di Milano Linate, oltre che a PaviaLecco e nella provincia di Monza Brianza nei comuni di Meda e Cavenago, per incrementare la capacità del Servizio Sanitario Nazionale di effettuare tamponi per attività di tracciamento dei casi positivi al Covid19. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.