Travelport : l’advance booking scende a pochi giorni dalla partenza. Il lungo periodo e’ finito

il

Le analisi di Travelport, uno dei tre GDS sul mercato, sono chiare sullo stato attuale del mercato, oggi afflitto dal Covid-19. Un chiaro segnale e’ stato il dimezzamento del periodo di advance booking, nel giro di un anno da agosto 2019 allo stesso mese del 2020, da 16,5 a 8,4 giorni. Non c’è’ più traccia degli acquisti lontani nel tempo. Un classico del passato. Un cash flow costante per i vettori.

Nell’ambito di un appuntamento virtuale di stamani del BizTravelForum, dopo l’intervento di Antonello Lanzellotto e’ stato il momento di Travelport. Laura Capasa – head of marketing Europe e Marco Galli – Account marketing strategic accounts hanno mostrato una esauriente presentazione di dati per descrivere la situazione nel mercato.

Qui viene indicato il tempo dedicato durante la prenotazione alle diverse componenti. Gli aerei prendono il 65%.

La fiducia globale cambia a seconda dei periodi e dalle situazioni contingenti. Il grafico parte da giugno 2020 e va fino alla terza settimana di gennaio 2021. Il trend in salita e’ crollato tra fine novembre e inizio gennaio. Ora e’ di nuovo in ripresa. Il più rapido e’ quello domestico, il più lento l’intercontinentale.

Qui invece gli indicatori sono booking index, shopping index, confidence index. Gli andamenti identici sul raffronto temporale. Il punto negativo e’ stato nell’inizio di gennaio. Ora e’ di nuovo in crescita.

L’Italia ha un indice più basso rispetto a quello della media europea. Tra i tre segmenti vi sono andamenti diversi. Il nazionale ha visto una rapida crescita e dalla metà di luglio il primo crollo, poi una ripresa, quindi una nuova battuta di arresto. Il picco negativo a inizio gennaio e una sufficiente ripresa a seguire. Gli altri segmenti sono inferiori, entrambi con il riflesso delle limitazioni, specie sul lungo raggio legalmente bloccato eccetto il business.

Qui, il trend globale dell’indice di fiducia, nelle ultime tre settimane e’ migliore del periodo natalizio. Nella successiva c’è’ la suddivisione per paesi.

E’ sorprendente che lo stesso indice varia enormemente nelle diverse aree geografiche del mondo. Ai vertici : Africa, Medio Oriente e America Latina. In coda Europa, Asia e ultima e’ Australasia.

L’Europa era ai vertici in luglio e agosto, poi e’ scivolata in basso.

Nel grafico l’Italia fa compagnia alla Germania. La Russia e’ già pronta a viaggiare.

Qui l’andamento di prenotazioni e ricerche sotto e sopra le quattro settimane e i differenziali per le prime 10 rotte del mercato Italia.

Come si ripartirà?

Ecco i risultati…il 77% crede che il pieno recupero ci sarà in meno di 3 anni. I giovani e le famiglie lo faranno già nei prossimi 3 mesi e il 42% che i viaggi nazionali recuperino prima degli internazionali.

Gli hotel nel 2019 e’ stato il segmento Più venduto

Come e’ cambiato tra il 2019 e il 2020. Come sarà domani nei prossimi 4 anni e oltre. Il business travel ritornerà? molti attori del mercato sono curiosi, ma sopratutto Impazienti di saperlo, la remunerativita’ del segmento sarà il pomo del discutere. Il business Travel e’ di gran lunga quello più interessante, insieme al leisure di fascia alta, ma i volumi potrebbero essere globalmente inferiori. Eccola l’impazienza.

Qui come e’ cambiato anche il modo di prenotare. Cresce il weekend rispetto ai giorni della settimana lavorativa.

Il Covid ha aumentato una certa attenzione a se stessi, quindi contactless in tutti gli aspetti e’ il fattore preferito dal 58%, quindi per la pulizia e garanzie di sicurezza si sale al 73%.

Ecco le desiderate del survey, pulizia in tutti gli ambiti e biglietti flessibili e rimborsabili. Per un po’ quest’ultimo fattore negli spostamenti sarà apprezzatissimo e uno dei fattori che il cliente avrà in considerazione.

Nel segmento business, questi sono i punti cardine per agenti di viaggio, TMC e travel manager.

Queste le domande più frequenti di questo periodo.

La incerta situazione attuale porta i giovani a considerare sempre di più di affidarsi all’agente di viaggio.

E questo, il perché affidarsi a uno specialista, che sia in agenzia di viaggio, una TMC oppure un travel manager.

Il domani e’ però ancora un punto interrogativo, il tutto si risolverà forse con la velocità nelle vaccinazioni, raggiungere l’immunita’ di gregge e la diffusione dei passaporti sanitari. Probabilmente questi elementi elimineranno l’obbligo dei tamponi e le quarantene. Forse…speriamo!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.