Finnair intende smantellare e riciclare un aeromobile Airbus A319 a Helsinki

il

Finnair engineer works on a plane to be recycled

L’aereo ha raggiunto la fine del suo ciclo di vita economica a 21 anni di età, esce di flotta e viene completamente smontato e riciclato in house al centro tecnico della Finnair

Lo smantellamento inizierà all’aeroporto di Helsinki, dove i meccanici di Finnair rimuoveranno le parti che possono essere di nuovo utilizzate altrove nella flotta di Finnair. Questi includono i motori, i sedili, i carrelli di atterraggio e i componenti dell’avionica. “Questa è la prima volta che un aereo Finnair viene smantellato e riciclato in Finlandia. Abbiamo deciso di smontare l’aereo nel nostro hub di casa per ottimizzare la sostenibilità e l’economia “, afferma Juha Ojala, Vicepresidente delle operazioni tecniche di Finnair.

“Questo progetto ci consente di migliorare l’efficienza in termini di costi delle operazioni di manutenzione e di impiegare i nostri meccanici durante la pandemia quando il loro normale carico di lavoro è diminuito”. Prima di questo, gli aerei Finnair erano stati riciclati altrove in Europa quando avevano raggiunto la fine del loro ciclo di vita. La maggior parte delle aziende che svolgono questo tipo di lavoro si trovano in zone aride, dove il clima è favorevole per lo stoccaggio a lungo termine degli aeromobili. Questa è la prima volta che un aereo commerciale verrà smantellato in Finlandia.

È un progetto insolito per Finnair, poiché è diverso dal normale lavoro di manutenzione dell’azienda, soprattutto quando si tratta di pianificazione e gestione dei progetti.

Gli aeromobili hanno un obiettivo di servizio massimo predeterminato, poiché la cellula può gestire solo un determinato numero di cicli di pressurizzazione. Successivamente, l’aereo deve essere messo fuori servizio secondo le istruzioni del produttore. La riciclabilità del velivolo e delle sue parti è considerata già in fase di progettazione. Fino al 98% di un nuovo velivolo può essere riutilizzato e riciclato. Con gli aerei più vecchi, come l’A319, circa il 90% può essere riutilizzato.

“Molte parti dell’aereo verranno smantellate, ma come i carrelli di atterraggio, i motori, la turbina ausiliaria e l’avionica – possono essere di nuovo utilizzate nelle operazioni di manutenzione di Finnair, il che supporta sia la sostenibilità che l’efficienza dei costi”, spiega Juha Ojala.

“Le parti che verranno riutilizzate verranno attentamente controllate e revisionate. Anche gli elementi più piccoli, come i rivestimenti dei sedili o le tende della cabina, possono essere riutilizzati “.

Dal blog Finnair:

Finnair non è estranea al riciclaggio dei suoi vecchi aerei in modo sostenibile, assicurando che le parti possano essere riutilizzate e che i rifiuti siano ridotti al minimo.

L’ingegneria Finnair lavora su un aereo da riciclare

Proprio l’anno scorso un Airbus A319-112, parte della flotta A320 family, è stato inviato a Cotswolds in Inghilterra per essere smantellato dai nostri partner esperti. E ora, uno dei suoi aerei gemelli, un altro A319, sta per subire lo stesso trattamento. Tranne che questa volta il riciclaggio verrà effettuato in Finlandia. “Questo sarà il primo aereo di linea commerciale ad essere riciclato in Finlandia”, afferma Timo Rossi, Project Manager per le operazioni tecniche di Finnair. Fa tutto parte della strategia di sostenibilità di Finnair, garantendo che gli aerei più vecchi che hanno completato i suoi anni di servizio possano essere smontati in sicurezza e le loro parti riutilizzate.

L’ingegneria della Finnair valuta l’aereo da riciclare

Mettersi al lavoro

Smontare l’A319, che ha volato ben 54.710 ore su 32.966 voli in un periodo di 21 anni, è un grande lavoro. Il primo che inizia il processo di smontaggio all’aeroporto di Helsinki. “Sarà fatto in tre parti”, dice Timo, spiegando il processo. “Finnair rimuoverà componenti più grandi come ali, motori, carrelli di atterraggio, unità di potenza ausiliaria (APU). Quindi un paio di centinaia di altre parti verranno tolte per un eventuale utilizzo nella nostra flotta di volo attiva “.

Questo lavoro è completato in base alle certificazioni per la manutenzione degli aeromobili Part 145, uno standard europeo per le aziende coinvolte nella manutenzione degli aeromobili. Dopo che il personale Finnair dell’aeroporto di Helsinki ha effettuato la rimozione dei componenti, le parti rimanenti dell’aeromobile verranno inviate a un partner esterno per un ulteriore smantellamento. “Abbiamo calcolato che la rimozione dei componenti richiederà circa otto settimane”, afferma Timo. “All’aeroporto di Helsinki ci vorrà circa un giorno per tagliare le ali e la coda per portare il velivolo al luogo di riciclaggio finale. Il piano attuale è di iniziare a metà febbraio, con il lavoro del nostro partner che si concluderà alla fine di marzo o all’inizio di aprile “.

SOSTENIBILITÀ E’ L’OBIETTIVO

Una volta che il velivolo sarà stato completamente smantellato, le parti rimaste formeranno una parte vitale del futuro di Finnair, afferma Timo. “Come compagnia aerea, il nostro piano è di riutilizzare quante più parti possibile. Il nostro partner sarà in grado di riciclare più del 90 percento degli aerei rimanenti, forse il 95 percento. I numeri esatti saranno più chiari una volta terminato il lavoro. Siamo in grado di riciclare quasi tutto. Hanno già detto che i rifiuti dell’aereo saranno davvero minimi “.

“I componenti e le parti di tutto l’aereo verranno riutilizzate a seconda delle nostre esigenze del momento. Tutte le parti verranno ispezionate attentamente e, se necessario, riparate. I carrelli di atterraggio possono essere installati su un altro velivolo in quanto sono stati revisionati di recente. E anche l’APU verrà riutilizzata, così come molti componenti avionici. Stiamo immagazzinando le parti nel nostro magazzino, in modo che ci dia maggiore flessibilità per supportare il resto della nostra flotta in futuro “.

UNA PRIMA PER LA FINLANDIA

La scelta di riciclare questo A319 in Finlandia ha consentito a Finnair di utilizzare l’esperienza del suo personale di manutenzione e di predisporre anche piani per il riciclaggio futuro di altri aerei della sua flotta.

“Ci sono stati molti effetti negativi da Covid, ma la pandemia ci ha dato l’opportunità di farlo per la prima volta [in Finlandia]”, dice Timo. “Dà un bel carico di lavoro ai nostri dipendenti, perché il loro attualmente è diminuito rispetto a questo periodo dell’anno scorso. Ora abbiamo risorse che possiamo utilizzare “. Timo dice che tutto questo sforzo è un test per vedere se Finnair può riciclare un aereo a casa, invece di doverlo portare in altri paesi per portare a termine il lavoro.

Lui e il suo team avranno un’idea più chiara dell’intero processo una volta terminato il lavoro. “Dobbiamo superare tutto questo, mettere tutto su carta e vedere quali sono i numeri. Qual è il vantaggio che ne traiamo? Anche dal punto di vista della sostenibilità e dell’ambiente deve essere tenuto a mente “.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.