VACCINI, OPERAZIONE EOS: TRE VELIVOLI DELL’AERONAUTICA MILITARE CONTRIBUISCONO ALLA DISTRIBUZIONE DELLE DOSI IN TUTTO IL PAESE

il

Fonte Ufficio Generale del Capo di SMA

Autore Ufficio Pubblica Informazione

L’attività, diretta dallo Stato Maggiore Difesa e coordinata dal COI Difesa, rientra nel piano di distribuzione della Difesa che ha visto la consegna di 838.700 dosi vaccinali

Lunedì 1° marzo i voli militari hanno consegnato ulteriori 24.900 dosi di vaccino destinati alla Sardegna. Le dosi si vanno ad aggiungere a quelle consegnate il 28 febbraio 2021, quando un C-130J della 46ª Brigata Aerea è decollato dall’Aeroporto di Pratica di Mare per la consegna di 70.800 dosi Moderna nel Nord d’Italia.
Il prezioso carico, giunto all’Aeroporto di Linate, è stato distribuito nella zona, e ha raggiunto i punti di consegna in Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta.

Le altre dosi del vaccino Moderna arrivate il 28 febbraio all’hub nazionale dell’aeroporto militare di Pratica di Mare sono invece partite, con mezzi dell’Esercito Italiano per la Campania, il Lazio, l’Umbria, le Marche e la Toscana.
Sabato mattina invece, sempre da Pratica di Mare, un C-27J della 46ª Brigata Aerea ha consegnato circa 14.500 dosi AstraZenecain Sardegna raggiungendo in tarda mattinata l’aeroporto militare di Decimomannu (Cagliari), sede del Reparto Sperimentale e di Standardizzazione al Tiro Aereo dell’Aeronautica Militare. Le altre dosi del vaccino AstraZeneca sono state affidate anche al personale dell’Esercito Italiano per la successiva distribuzione sul territorio.

Grazie all’impegno della Difesa nell’Operazione EOS sono state gestiste, per la consegna su tutto il territorio nazionale, 375.500 dosivaccinali Moderna e 463.200 AstraZeneca.

​L’Aeroporto militare di Pratica di Mare è l’hub nazionale di stoccaggio per la campagna di vaccinazione anti-COVID19, un hub intermodale militare di ampie dimensioni, utilizzato per la distribuzione dei vaccini, in grado di accogliere vettori aerei e elicotteri. Le fiale di vaccino vengono concentrate nel sito, in cui sono disponibili shelter di ampie dimensioni che garantiscono la massima efficacia per la conservazione ed i massimi livelli di sicurezza per gli stock. Da lì i vaccini vengono distribuiti a cura delle Forze Armate, con differenti vettori, ai numerosi punti di somministrazione nelle condizioni di massima sicurezza su tutto il territorio nazionale, sulla base del Piano di trasporto e distribuzione dei vaccini messo a punto dalla Difesa.
Le Forze Armate sono impegnate in uno sforzo corale, mettendo a disposizione ogni risorsa disponibile per superare l’attuale situazione e vincere la battaglia contro il Covid.

La Difesa, anche in questa fase, sta fornendo il proprio sostegno intervenendo anche in ausilio alla sanità civile per la somministrazione dei vaccini.
Tutte le attività sono dirette dallo Stato Maggiore della Difesa, pianificate e coordinate dal Comando Operativo di Vertice Interforze (COI) in stretto contatto con le Istituzioni, Autorità Sanitarie Locali e Dipartimento della Protezione Civile.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.