La Czech Airlines è stata dichiarata fallita, il tribunale chiede che i creditori vengano registrati. Continuano le operazioni a ritmo ridotto

il


Il tribunale municipale di Praga ha dichiarato fallita la Czech Airlines (CSA). Il tribunale ha anche incoraggiato tutti i creditori a presentare le loro richieste al tribunale.

Secondo quanto riferito, la compagnia aerea deve circa $ 82 milioni e non ha ricevuto alcun aiuto di Stato o prestiti.

La compagnia aerea continua a operare con operativi ridotti fino a quando il tribunale non prenderà una decisione finale.

La compagnia aerea ha precedentemente rilasciato questa dichiarazione:

In precedenza Czech Airlines (CSA) ha presentato istanza di riorganizzazione il 26 febbraio 2021 secondo la legge sull’insolvenza presso il tribunale municipale di Praga. La domanda di riorganizzazione è stata presentata per la cessazione della moratoria straordinaria e dopo aver esaurito tutte le possibili soluzioni per risolvere la difficile situazione finanziaria causata dalla crisi globale dell’aviazione dovuta alla pandemia COVID-19. Lo scopo del processo di riorganizzazione è salvare l’azienda e selezionare la migliore soluzione possibile per i creditori.

Prima del COVID-19, CSA era un’azienda redditizia. Come conseguenza della pandemia e delle relative limitazioni straordinarie ai viaggi implementate dai governi a livello globale, la reputazione di pagamento di CSA è stata messa a dura prova. Nonostante le raccomandazioni della Commissione Europea e dell’International Air Transport Association (IATA), CSA non ha ricevuto alcun sostegno finanziario dal governo a differenza dei suoi diretti concorrenti che hanno ricevuto tale sostegno dai rispettivi governi ai sensi della raccomandazione della CE e, quindi, la compagnia aerea deve confrontarsi con una concorrenza iniqua e sleale.

Lo stato ceco si è rifiutato di partecipare al salvataggio di CSA essendo la quinta compagnia aerea più antica del mondo, nonostante il fatto che gli azionisti abbiano dichiarato la loro disponibilità per il sostegno finanziario a CSA.

Dal 28 agosto 2020, Czech Airlines e la sua società madre Smartwings hanno richiesto al governo ceco di attuare il programma di compensazione “COVID-trasporto aereo” in modo simile ad altri programmi governativi, come COVID – BUS, COVID – alloggio o COVID – turismo. CSA e Smartwings hanno inoltre richiesto al governo ceco di fornire un sostegno finanziario per coprire 7.198 voli cancellati durante lo stato di emergenza nel periodo tra il 14 marzo 2020 e il 24 maggio 2020 durante il quale CSA è stata costretta a sospendere le sue operazioni. La giustificazione, in base alla quale non è possibile il sostegno finanziario o l’avvio di un regime di compensazione progettato per una singola azienda, manca di logica ed è in diretta contraddizione con il supporto fornito alle compagnie aeree di altri stati.

La società madre Smartwings sta affrontando l’attuale situazione in regime di moratoria regolare con il supporto dei suoi creditori. L’operatività di entrambe le compagnie prosegue ininterrottamente e CSA e Smartwings operano tutti i voli come da programma, così come entrambe le compagnie aeree riprendono le operazioni su ulteriori rotte soggette alla situazione epidemiologica e alle restrizioni di viaggio imposte dai paesi interessati.

Entrambe le società stanno progettando di affrontare la situazione all’interno di una soluzione di preoccupazione comune che porterà al loro salvataggio ed è più favorevole per i creditori. La proposta di riorganizzazione è l’ultima opzione per salvare l’azienda, a meno che l’approccio del governo ceco non venga riconsiderato.

L’industria del trasporto aereo è una delle industrie più colpite dall’epidemia di pandemia COVID-19. A causa della crisi del coronavirus, CSA e Smartwings hanno dovuto risolvere più di 600 contratti di lavoro e implementato diverse misure di ristrutturazione.

CSA avrebbe dovuto implementare le operazioni del velivolo più moderno ed efficiente, l’Airbus di nuova generazione, entro la fine del 2020. La strategia della compagnia prevedeva l’espansione delle destinazioni e della rete di rotte, comprese le operazioni a lungo raggio.

Come conseguenza dello stato di emergenza dichiarato e delle misure straordinarie attuate a causa della diffusione del nuovo coronavirus, CSA ha subito una perdita di 1,57 miliardi di CZK e un calo senza precedenti dei ricavi della società a circa il 20% dell’anno precedente.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.