Austrian Airlines ha trasportato 4500 tonnellate di soccorsi in 15 mesi

il

4.500 tonnellate di soccorsi trasportate:
Austrian Airlines termina i voli “Prachter” dopo 15 mesi
La flotta a lungo raggio ha portato aiuti umanitari dall’Asia all’Europa 159 volte
Due Boeing 777 convertiti come spina dorsale dei voli cargo
Oltre 200 milioni di mascherine protettive e 30 milioni di kit di test trasportati
“I nostri Prachters mostrano quanto sia importante per l’Austria una compagnia aerea nazionale con una flotta a lungo raggio”, afferma Francesco Sciortino, COO di Austrian Airlines

Dopo 15 mesi, Austrian Airlines sta terminando la sua operazione “Prachter”. Questo termine tedesco rappresenta un misto delle parole normalmente usate per aerei passeggeri e aerei da carico. Da marzo 2020, gli aerei passeggeri a lungo raggio hanno regolarmente operato come aerei solo cargo tra l’Asia e l’Europa. Due Boeing 777 registrati OE-LPA e OE-LPC con sedili passeggeri rimossi e quindi una maggiore capacità di carico hanno costituito la spina dorsale dell’operazione cargo. La flotta del Boeing 767 effettuava anche operazioni di solo carico. Su un totale di 159 voli, il vettore nazionale austriaco ha trasportato 4.500 tonnellate di aiuti umanitari in Europa nella lotta contro la pandemia di Coronavirus. Il carico includeva 200 milioni di maschere protettive, 30 milioni di kit di test e oltre 15 milioni di guanti medici. Le merci sono state trasportate non solo in Austria, ma anche in Germania e in Italia.

“Con la nostra operazione solo cargo, abbiamo risposto in modo flessibile ai requisiti della pandemia di Coronvirusa. C’era una grande richiesta di beni di prima necessità dall’Asia: li abbiamo portati in Europa. Ciò dimostra quanto sia importante per l’Austria una compagnia aerea nazionale con una flotta a lungo raggio. Sono molto orgoglioso del nostro team, che ha svolto questa missione impegnativa in modo efficiente e senza intoppi”, afferma Francesco Sciortino, COO di Austrian Airlines.

L’OE-LPA sarà ora l’ultimo aereo a riavere i suoi sedili in cabina, cosa che avviene nel dipartimento tecnico di Austrian Airlines. Da luglio, l’aereo effettuerà nuovamente voli passeggeri regolari, tra le altre destinazioni verso il Nord America. L’Austrian Airlines torna quindi a concentrarsi completamente sul suo core business di voli passeggeri sulle rotte a lungo raggio.

La rimozione e la reinstallazione dei sedili passeggeri sui due Boeing 777 hanno richiesto circa 1.000 ore lavorative per aereo. La capacità di carico dell’aeromobile è così aumentata di oltre il 35 percento, da circa 160 m3 fino a 220 m3.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.