Air France ha celebrato il 75° anniversario dei servizi aerei per New York

il

Douglas DC-4 “Ciel Ile de France” registrato come F-BBDJ .1er vol Paris New-York. De gauche à droite : Robert BONNET, secondo CDB, Jean ROUSSEAU, navigatore, Madeleine THIPLOUSE, hôtesse, Roger LOUBRY, CDB e chef pilote Atlantique Nord, Georges PLANTIVE et Marien CHAPY, radio.


New York è sempre stata una città a parte per Air France. Negli ultimi 75 anni, queste due città hanno gettato le basi dell’incredibile avventura della nostra compagnia aerea. L’esperienza di Air France si è rivolta a questa rotta molto speciale per renderla un laboratorio di creazione e innovazione che ha trasformato per sempre l’arte del viaggio aereo.

La storia iniziò il 24 giugno 1946, quando un Douglas DC-4 chiamato “Ciel d’île de France” decollò da Parigi-Orly alle 19:00. Dopo 23 ore e 45 minuti, a una velocità media di 305 km/h e due scali, uno in Irlanda e l’altro a Terre Neuve, il primo servizio di linea è atterrato a New York.

Pochi mesi dopo, nel gennaio 1947, l’introduzione della Lockheed Constellation permise di eliminare uno degli scali di andata e di rendere diretto il viaggio di ritorno. A bordo, i team di Air France hanno inventato una cabina modulare (con un massimo di 46 posti di giorno e 22 posti letto di notte) con un servizio, allora chiamato “Golden Comet”, che ha forgiato per sempre la reputazione della compagnia aerea.

Des genitori et leur enfant se reposent tranquillement dans les cuccette du
Lockheed L.1049 Super Constellation “Parisien spécial”.Une hôtesse leur apporte
le petit-déjeuner @collection Musée Air France

Il 19 novembre 1953, una versione migliorata della Lockheed Constellation conosciuta come “Constellation Super G” ha permesso ad Air France di offrire ancora più comfort, con un lounge bar, cabine private e veri letti a bordo. La rotta newyorkese è diventata leggendaria con il “Parisian Special” all’andata e il “Golden Parisian” al ritorno.

Un gruppo di passaggi déguste du champagne, dans le salon, en première classe du
Lockheed L.1049 Super Constellation ” Parisien Spécial ” @collection Musée Air France

Il 31 gennaio 1960, l’età dell’elica lascia il posto all’era del jet, con il “Château de Versailles”, un nuovissimo Boeing 707, che vola da Parigi a New York in metà del tempo impiegato, a velocità di crociera di 900 km/h, il tutto in un lusso e un comfort senza pari.

Dieci anni dopo, il 3 giugno 1970, ci fu una nuova rivoluzione per Air France, con il primo volo commerciale del Boeing 747. Era iniziata l’era dei viaggi aerei di massa di Jumbo Jet, senza deviare dalla nostra tradizione di lusso e piacere del viaggio.

Il 22 novembre 1977, Air France ha assegnato il suo aereo più spettacolare a questa rotta ormai leggendaria. A 2.200 km/h e con un tempo di volo di 3h30, Concorde si liberò dallo spazio e dal tempo e permise ad Air France di volare più veloce del sole.

Il 21 novembre 2009, il più grande aereo di linea di sempre è atterrato sulla pista del New York-JFK. Air France ha sigillato definitivamente il suo nome nei libri dei record con l’A380 continuando a fornire ai suoi 516 passeggeri il meglio dell’aviazione civile.

Il 2014 ha segnato una nuova pietra miliare nella storia della via. Sui voli verso questa destinazione ammiraglia, Air France ha scelto di reinventarsi svelando, a bordo di un B777, il move upmarket di tutti i suoi prodotti e servizi, in particolare la nuova suite La Première.

Nel 2020, mentre il mondo stava attraversando una crisi sanitaria senza precedenti, Air France è stata costretta a ridurre drasticamente il suo programma di voli per New York. Tuttavia, la compagnia aerea ha mantenuto un servizio regolare tra Parigi-Charles de Gaulle e New York-JFK, con un ponte aereo che consente il rimpatrio di molti cittadini francesi e americani nei rispettivi paesi. Air France ha anche mantenuto un’importante attività cargo verso questa destinazione trasportando merci attraverso l’Atlantico.

Ora, nel 2021, Air France mantiene il suo impegno per la salute “Air France Protect” a bordo e estende la sua politica di massima flessibilità fino alla fine di dicembre 2021.

Allo stesso modo, Air France adatta costantemente il suo programma di volo ai cambiamenti nel contesto sanitario globale. Con la graduale riapertura delle frontiere, quest’estate la compagnia aerea offre fino a 3 frequenze giornaliere tra Parigi e New York-JFK e più di 100 partenze settimanali da 12 città americane, con collegamenti per l’Europa attraverso il suo hub Paris-Charles de Gaulle.
Ulteriori informazioni su questo testo di originePer avere ulteriori informazioni sulla traduzione è necessario il testo di origine
Invia commenti
Riquadri laterali

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.