Film AlUla debutta a Cannes e annuncia nuove strutture per le troupe cinematografiche

il

una delegazione di Film AlUla, la nuova agenzia cinematografica della Royal Commission for AlUla, è arrivata oggi al Festival di Cannes per promuovere la produzione cinematografica e televisiva internazionale ad AlUla, una regione di straordinaria rilevanza naturalistica e culturale a livello globale situata nel nord-ovest dell’Arabia Saudita.

Dopo essere stata lanciata alla Berlinale all’inizio di quest’anno, questa è la prima apparizione della destinazione a Cannes. Film AlUla ha anche annunciato le sue nuove strutture che ospiteranno 150 troupe cinematografiche e includeranno uffici di produzione, strutture ricreative, nonché un cinema all’aperto. La prima fase di costruzione è già in corso e gli alloggi saranno disponibili entro la fine del 2021.

Il Festival di Cannes, che celebra la sua 74° edizione, si svolgerà dal 6 al 16 luglio 2021. Film AlUla metterà in mostra una destinazione straordinaria, per lo più inesplorata, che presenta ai registi e al mondo intero alcuni degli scenari più sensazionali della terra.

La vasta gamma di paesaggi incantevoli, situati lungo quella che era storicamente conosciuta come la Via dell’Incenso, vanta una storia di oltre 200.000 anni. Oltre all’antica città di Hegra, primo Patrimonio Mondiale UNESCO del Regno, la regione presenta siti storici datati a partire dall’era neolitica agli antichi regni arabi dei Dadaniti e dei Nabatei fino all’epoca romana e al primo periodo islamico. 

Il terreno presenta formazioni rocciose mozzafiato, crateri vulcanici, oasi lussureggianti, una natura incontaminata, una fauna affascinante, diversi microclimi e vasti canyon di arenaria. Gli straordinari panorami sono lo sfondo perfetto per un’ampia gamma di generi come epopee storiche, avventure fantasy, mondi extra-terrestri e film di guerra drammatici, con tutte le caratteristiche necessarie per rappresentare una serie di luoghi diversi, paesi, città o altri periodi di tempo. 

AlUla comincia ad attirare un numero crescente di produzioni internazionali e regionali. Sarà presto il set del prossimo thriller d’azione Kandahar, diretto da Ric Roman Waugh e interpretato da Gerard Butler. Molte produzioni locali, tra cui Noura, diretta da Tawfiq Al-Zaidi, saranno girate ad AlUla, quest’ultima è inoltre parzialmente finanziata dalla Film Commission del Ministero della Cultura. La regione sta attraendo anche una vasta gamma di progetti documentaristici grazie alla sua abbondanza di storia, cultura e innumerevoli racconti ancora da svelare.

Le case di produzione che scelgono di girare ad AlUla possono beneficiare di una serie di incentivi come il supporto alla produzione gratuito e su misura, lo scouting delle location, la profonda conoscenza delle riprese in Arabia Saudita, l’assistenza nel reperire attrezzature e troupe professionali a livello sia locale che regionale e, naturalmente, il sole tutto l’anno. I produttori possono aspettarsi una location favorevole alla produzione, una gamma di opzioni di alloggio con un team di esperti di produzione competenti che parlano inglese per guidarli e sostenerli in ogni fase del percorso.

Oltre al nuovo alloggio per le troupe cinematografiche, sono disponibili diverse sistemazioni che includono Habitas AlUla, con 100 stanze, e Banyan Tree Ashar Resort, con 79 stanze, entrambi con apertura prevista per quest’autunno.

Al Festival, Film AlUla si trova nel padiglione saudita, il numero 120, insieme a Saudi Film Commission, Ministero degli Investimenti, Red Sea International Film Festival, Neom, MBC, Ithra, Nebras Films, Cinewave, Telfaz 11 e Arabian Pictures. Il padiglione, situato nel Villaggio Internazionale, ospiterà diversi incontri di settore per costruire relazioni internazionali all’interno dell‘industria cinematografica e condividere con un pubblico globale lo sviluppo della fiorente industria cinematografica e televisiva dell’Arabia Saudita.

Stephen Strachan, Film Commissioner presso la Royal Commission for AlUla, ha spiegato: “Il nostro obiettivo al Festival di Cannes è quello di entrare in contatto con l’industria cinematografica internazionale per presentare AlUla come una destinazione cinematografica davvero unica ed emozionante, ora aperta alle produzioni internazionali”. 

“Il Festival è la piattaforma perfetta per promuovere lo sviluppo dell’ecosistema cinematografico all’interno del paese, mettere in evidenza il giovane pool di talenti e la troupe esperta, e mostrare questa regione di straordinaria bellezza naturale e significato culturale che la contraddistinguono come una destinazione cinematografica veramente dinamica”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.