LATAM Group riceve offerte per finanziamento uscita riorganizzazione fallimentare

il

LATAM Airlines Group S.A. e alcune delle sue affiliate debitrici in Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Stati Uniti e Perù (collettivamente, “LATAM”) hanno pubblicato oggi il suo piano aziendale quinquennale insieme ai progressi riguardanti il ​​suo processo di finanziamento dell’uscita. Questo traguardo segna una delle fasi finali prima della presentazione del suo piano di riorganizzazione. LATAM prevede un recupero della redditività del 2019 entro il 2024 e un aumento del risultato operativo del 78% entro il 2026 rispetto al periodo pre-crisi.

Nell’ambito del suo processo di exit finance, LATAM ha ricevuto diverse offerte fino ad oggi dai suoi principali titolari di sinistri e dai suoi azionisti di maggioranza, ciascuno dei quali fornisce più di 5 miliardi di dollari di nuovi fondi, riaffermando la fiducia del mercato in LATAM.

Punti salienti del piano aziendale LATAM

Il piano aziendale include una visione della ripresa della domanda, il piano della flotta e proiezioni finanziarie e operative fino al 2026, oltre ad altre informazioni. In particolare, il gruppo prevede un ritorno alla capacità pre-pandemia (misurata in ASK) entro il 2024 e una crescita del 7% entro il 2026, rispetto al 2019, derivante da una stima di ripresa dei mercati domestici entro il 2022 e di quelli internazionali entro il 2024 , in linea con il consenso del mercato.

La ripresa è supportata dal ramp-up operativo del mercato domestico di LATAM Airlines Brazil fino ad oggi, che ha raggiunto una capacità (misurata in ASK) del 77% ad agosto, rispetto al 2019, e si prevede che supererà il 100% dei livelli del 2019 all’inizio del 2022. I mercati domestici delle affiliate in Colombia, Ecuador, Perù e Cile hanno già raggiunto il 72% ad agosto, mentre la ripresa internazionale del gruppo, sia regionale che di lungo raggio, continua a risentire delle restrizioni ai viaggi.

Si prevede che i ricavi totali aumenteranno del 13% entro il 2026 con i ricavi dei passeggeri in crescita dell’8% e i ricavi delle merci in aumento del 59% rispetto al 2019.

Le iniziative di riduzione dei costi affrontate durante il processo del Capitolo 11, compreso lo sfruttamento della trasformazione digitale di LATAM per migliorare l’efficienza, le rinegoziazioni dei fornitori e la ristrutturazione della flotta, ammontano a oltre 900 milioni di dollari all’anno e hanno consentito a LATAM di modificare strutturalmente la sua base di costi. I soli costi della flotta registrano risparmi annuali sui costi di cassa di oltre il 40% rispetto al 2019. Il gruppo prevede anche miglioramenti nel suo passeggero CASK (costo per ASK) ex-carburante, che prima dell’impatto dell’inflazione, è stimato a 3,3 centesimi nel 2024, con alcune operazioni domestiche ancora più basse. Inoltre, LATAM ha aumentato la parte variabile della sua struttura dei costi dal 65% nel 2019 all’80% nel 2021-2022, il che consentirà al gruppo di adattarsi meglio al futuro percorso di ripresa della domanda non lineare.

LATAM prevede un margine operativo (EBIT) dell’11,2% nel 2026, il più alto dal 2010.

“Nonostante la drammatica crisi che abbiamo dovuto affrontare, abbiamo sfruttato appieno la nostra ristrutturazione, non solo diventando sostanzialmente più efficienti, ma anche consolidando una migliore proposta di valore per i clienti, il tutto confermato dal notevole interesse che abbiamo ricevuto nel fornire finanziamenti in uscita” ha affermato LATAM Airlines Group SA, CEO Roberto Alvo. “Emergeremo da questo processo come un gruppo di compagnie aeree altamente competitivo e sostenibile, con una struttura dei costi molto efficiente, pur mantenendo la rete e la connettività senza pari che LATAM offre in tutti i mercati che serve”.

Richiesta di estensione del periodo di esclusività

LATAM ha presentato una mozione per estendere il periodo di esclusività per presentare un piano di riorganizzazione fino al 15 ottobre 2021 e per sollecitare l’accettazione di un piano fino al 15 dicembre 2021. Le proroghe richieste favoriranno lo sviluppo da parte di LATAM di un piano di riorganizzazione che soddisfi il suo capitale di uscita e le sue esigenze di finanziamento e assistere nelle negoziazioni con le varie parti interessate nei suoi procedimenti del capitolo 11.

Aggiornamento sul processo del capitolo 11 di LATAM

LATAM sta attualmente negoziando con diverse parti interessate al fine di concordare un piano di riorganizzazione e finanziamento di uscita per uscire con successo dal capitolo 11 nel rispetto di tutte le leggi applicabili.

Negli ultimi mesi, come parte del processo del Capitolo 11, LATAM ha sviluppato e reso disponibili alcune informazioni materiali non pubbliche alle parti interessate che sono sotto accordi di non divulgazione. Tali informazioni includono proiezioni quinquennali e una stima iniziale (scenari alti e bassi) dei suoi sinistri totali. Questa stima iniziale ammonta a circa 8 miliardi di dollari USA nello scenario basso (14,2 miliardi di dollari inclusi i sinistri interaziendali) e 9,9 miliardi di dollari USA nello scenario alto (16 miliardi di dollari USA inclusi i reclami interaziendali).

In conformità con i termini di questi accordi di non divulgazione e in attuazione del processo, LATAM ha reso alcune informazioni oggi mediante l’emissione di fatti materiali in Cile e la presentazione dei moduli 6-K negli Stati Uniti, che includono le informazioni finanziarie di LATAM proiezioni e altre informazioni relative ai procedimenti del capitolo 11.

Inoltre, in relazione a questi negoziati, LATAM ha fornito una struttura proposta indicativa per la sua riorganizzazione che ha richiesto circa 5 miliardi di dollari di finanziamento azionario e prevedeva un piano consensuale tra le parti interessate che richiedeva, tra l’altro, il compromesso da parte delle parti interessate di determinati diritti e il rispetto di sia il codice fallimentare statunitense che la legge cilena. In risposta alla sua richiesta di proposte, LATAM ha ricevuto alcune proposte non vincolanti di capitale di uscita/finanziamento e ristrutturazione dai suoi principali aventi diritto e dai suoi azionisti di maggioranza. Ogni proposta prevede la raccolta di oltre 5 miliardi di dollari attraverso l’emissione di nuovo debito e capitale in LATAM Airlines Group S.A., che sarebbe sostenuta dalle parti che presentano la proposta. Inoltre, in ciascuna proposta, i proponenti contemplano che, se tale proposta fosse approvata e attuata, comporterebbe la sostanziale diluizione delle azioni esistenti di LATAM Airlines Group S.A.

LATAM continuerà a impegnarsi in merito alle proposte con i proponenti e altre parti interessate, alcune delle quali hanno accettato di rimanere sotto accordi di riservatezza. LATAM si impegna a garantire che qualsiasi strategia di uscita le consenta di emergere con una solida struttura del capitale, liquidità adeguata e la capacità di eseguire con successo il proprio piano aziendale. Qualsiasi piano sarà attuato in conformità con i requisiti pertinenti del Codice Fallimentare degli Stati Uniti e della legge cilena.

LATAM terrà informati i propri azionisti e il mercato sullo stato di avanzamento dei procedimenti del Capitolo 11. Prevede inoltre, ove opportuno, di convocare i propri azionisti in assemblea straordinaria, fermo restando l’andamento delle trattative con i vari stakeholder attualmente in corso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.