SWISS riporta utili marginalmente positivi per il terzo trimestre

il

SWISS riporta utili marginalmente positivi per il terzo trimestre
Con i mesi estivi stagionalmente più forti e i notevoli risparmi sui costi, SWISS è stata in grado di raggiungere un EBIT rettificato marginalmente positivo di CHF 6,7 milioni per il terzo trimestre del 2021 (3° trimestre 2020: CHF -148,3 milioni). I ricavi totali sono aumentati del 91,0 per cento rispetto al periodo dell’anno precedente a 707,8 milioni di franchi (3° trimestre 2020: 370,5 milioni di franchi). La perdita operativa per i primi nove mesi del 2021 è stata ridotta di conseguenza, a CHF -391 milioni (Q1-3 2020: CHF -415 milioni). Le azioni avviate nell’ambito dell’attuale ristrutturazione stanno avendo i loro effetti.

La pandemia di coronavirus ha depresso anche i guadagni di Swiss International Air Lines (SWISS) nei primi nove mesi del 2021. Dopo un periodo invernale estremamente impegnativo, però, la primavera 2021 ha visto una leggera ripresa della domanda che si è poi rafforzata nei mesi estivi.

EBIT rettificato marginalmente positivo per il terzo trimestre stagionalmente forte

SWISS ha assistito a un aumento significativo dei viaggi aerei nel terzo trimestre tradizionalmente più forte che, grazie a un certo effetto di recupero, si è esteso fino all’autunno. L’azienda è stata in grado di aumentare la propria capacità nei mesi estivi al 55% dei livelli pre-crisi ed è stata in grado di vendere anche la produzione aggiuntiva. Di conseguenza, il fatturato del terzo trimestre è aumentato del 91,0 per cento, da 370,5 milioni di franchi del 2020 a 707,8 milioni di franchi. La combinazione di una maggiore produzione e di una notevole riduzione dei costi ha consentito a SWISS di riportare un EBIT rettificato di 6,7 milioni di CHF per il periodo (3° trimestre 2020: -148,3 milioni di CHF). Gli utili positivi del terzo trimestre hanno ridotto la perdita operativa per i primi nove mesi dell’anno a -391 milioni di franchi (Q1-3 2020: -415 milioni di franchi), anche se i primi due mesi del 2020 non erano stati influenzati dalla crisi in arrivo . I ricavi totali per i primi nove mesi del 2021 sono diminuiti di circa l’11% rispetto al periodo dell’anno precedente a CHF 1,37 miliardi (Q1-3 2020: CHF 1,54 miliardi). La forte domanda sul fronte cargo ha continuato a compensare parzialmente la debole attività passeggeri.

“Siamo lieti di aver ottenuto un risultato marginalmente positivo per il terzo trimestre di quest’anno”, afferma il CFO di SWISS Markus Binkert. “Siamo stati in grado sia di vendere le nostre maggiori capacità sia di abbassare ulteriormente i nostri costi durante i mesi estivi. Ma il nostro risultato sugli utili del terzo trimestre è ancora sostanzialmente al di sotto dei livelli pre-crisi”. Per motivi stagionali, SWISS non sarà in grado di emulare questi utili trimestrali positivi nell’attuale periodo del quarto trimestre e la società prevede di riportare un risultato di utili sostanzialmente negativo per l’intero 2021.

Le misure di ristrutturazione avviate stanno avendo i loro effetti

Le azioni intraprese nell’ambito del programma di ristrutturazione strategica “reach” per ottenere risparmi ricorrenti di circa 500 milioni di franchi stanno procedendo secondo i piani. Cinque Airbus A330 sono stati temporaneamente stoccati per ridimensionare la flotta di aerei a lungo raggio. Una riduzione dovrebbe essere effettuata anche nella flotta a corto raggio ritirando i vecchi aeromobili della famiglia Airbus A320 prima del previsto e posticipando le consegne dei nuovi aeromobili della famiglia Airbus A320neo. Dovrebbe essere ridotto anche il numero di aeromobili di altre compagnie aeree che operano servizi SWISS per conto di SWISS nell’ambito di accordi di wet-lease. Quest’anno saranno consegnati a SWISS altri due nuovi Airbus A320neo.

Il CEO di SWISS Dieter Vranckx afferma: “Una base di costi inferiore ci offre una maggiore flessibilità nella gestione dei ricavi e ci consente di continuare ad aumentare la nostra produzione come previsto. Ci siamo posti obiettivi ambiziosi per ridurre al minimo l’impatto ambientale della nostra attività. Saremo in grado di ottenerli solo da una solida base finanziaria”.

Anche la liquidità di SWISS continua a migliorare costantemente. La società ora prevede di utilizzare non più della metà della sua linea di credito bancaria ed è anche sicura di rimborsare tali prestiti prima della loro scadenza. “Le azioni che abbiamo intrapreso durante la nostra ristrutturazione stanno avendo i loro effetti e siamo sulla buona strada per superare la crisi. Con la ripresa dei viaggi aerei in tutto il mondo, che è stata ulteriormente rafforzata dall’annuncio che gli Stati Uniti stanno riaprendo, ora prevediamo di essere in grado di aumentare le nostre capacità il prossimo anno ad almeno il 70% dei loro livelli pre-crisi “. afferma il direttore finanziario Markus Binkert.

Forte crescita dei passeggeri nei mesi estivi

SWISS ha registrato aumenti del numero di passeggeri dell’88,3 per cento a luglio, del 123,7 per cento ad agosto e del 204,6 per cento a settembre 2021 rispetto ai periodi dell’anno precedente. Il fattore di carico dei posti a livello di sistema per il terzo trimestre è stato del 66,4 percento, su una capacità che era al 55 percento del livello pre-crisi. I fattori di carico dei posti sulla rete europea di SWISS sono rimasti superiori a quelli sulle sue rotte intercontinentali, sebbene queste ultime siano ancora un sostanziale miglioramento rispetto ai livelli del 2020.

SWISS1 ha trasportato 3,7 milioni di passeggeri nei primi nove mesi del 2021, circa il 15,2 per cento2 in meno rispetto a quanto aveva trasportato nello stesso periodo dell’anno scorso. Nel periodo sono stati effettuati 35.264 voli, il 14,6 percento in meno rispetto a gennaio-settembre 2020. La capacità a livello di sistema per nove mesi è diminuita del 3,4 percento in termini di posti-chilometro disponibili (ASK), mentre il volume di traffico totale, misurato nelle entrate passeggeri-chilometri (RPK), ha visto un calo del 23,7%. Il fattore di carico dei posti a livello di sistema a nove mesi si è attestato al 50,7 per cento, 13,5 punti percentuali al di sotto del livello dell’anno precedente.

Per il quarto trimestre del 2021 SWISS continuerà a offrire oltre il 50% delle sue capacità pre-crisi e quindi a mantenere un programma di volo il più stabile e affidabile possibile. Negli attuali orari invernali vengono servite circa 90 destinazioni da Zurigo e Ginevra, sostanzialmente lo stesso numero di punti serviti prima dell’attuale crisi, ma con frequenze inferiori. Gli aeromobili che forniscono questi servizi includono anche tre Boeing 777 a lungo raggio che sono stati temporaneamente convertiti per operare voli solo cargo in risposta alla pandemia, ma che ora sono stati riconvertiti per il normale utilizzo dei passeggeri.

1 Esclusa Edelweiss Air

2 In linea con le disposizioni e la prassi del Gruppo Lufthansa, SWISS ha modificato le definizioni utilizzate nella sua comunicazione del volume di traffico, con effetto retroattivo al 1° gennaio 2021. Ciò si riflette anche nei corrispondenti confronti anno su anno.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.