Tayaranjet risponde a Tp24.it

il

Questa è la missva inviata dall’accountable manager di Tayaranjet Gianfranco Cincotta alla testata online trapanese Tp24.it.

Tayaranjet risponde a Tp24.

Egregio Direttore,

mi permetto richiamare la Sua attenzione circa la mancata richiesta di un contraddittorio e/o di un sancito diritto di replica in ordine alla notizia pubblicata sul giornale che Ella dirige, in data 19 gennaio 2022 al link: https://www.tp24.it/…/tayaranjet-scappa-da-birgi…/173136Ai sensi dell’articolo 8 Legge 47/1948, pertanto, si invita a provvedere alla rettifica del contenuto riservando analogo risalto al brano giornalistico cui la presente di riferisce. Dalla lettura dello stesso, emerge una portata di mistificazioni e di notizie non corrispondenti al vero, non suffragate da elementi inconfutabili che portano il lettore ad una distorta rappresentazione della realtà e in difetto di un corretto diritto di cronaca e per cui si intende replicare per riportare i fatti alla realtà delle cose.Infatti, al di là delle considerazioni personali compiute dell’articolista senza mai avere interpellato la compagnia , nessuno dei fatti descritti nell’articolo in parola corrisponde a verità , risultando palesemente falsato e con un racconto sempre unilaterale. In particolare, la frase proclamata per verità “ la Compagnia bulgara, ma in mano ad una famiglia ragusana, è scappata con un debito di 180 mila euro nei confronti di Airgest, la società che gestisce l’aeroporto “Vincenzo Florio”, è palesemente contraria a verità. Per amore della stessa, la Compagnia ha lasciato il servizio di voli in continuità a Trapani per effetto di una risoluzione contrattuale con Enac il 12 novembre scorso , clausola prevista dal contratto, comunicata nei termini di legge alla stazione appaltante. Ed ancora. In ordine al presunto credito declarato dal Presidente di Aigest Ombra, egli avrebbe fatto bene a dire che la sua società ha applicato al vettore tariffe per servizi di handling 4 volte superiori alle tariffe normali, solo per il fatto che si volava con gli aiuti di soldi pubblici. In sostanza, se voli con i soldi dello Stato, paghi 4 volte di più rispetto al normale.La Tayaran jet ha interpellato ed esposto anche ad Enac la questione affinchè possa procedere a rettificare la presunta infrazione compiuta ai danni della Tayaran.A valle di ciò, sono state intraprese le iniziative necessarie a tutela del vettore.

Con Osservanza

Gianfranco Cincotta

Accountable manager

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.