I produttori di motori per aerei cercano il titanio evitando la Russia

il

Già in questi momenti sia pre-attacco dell’Ucraina e ora dopo che da ieri sono inziate le ostilità d parte della Russia, i produttori di motori e la supply chain collegata sta cercando le soluzioni per rifornirsi di metalli tecnologicmente avanzati come il titannio presso altri fornitori nel mondo.

In un articolo del The Seattle Times viene analizzata la situazione , il link è questo:

https://www.seattletimes.com/business/jet-engine-makers-look-for-titanium-supplies-outside-russia/

La russa VSMPO-Avisma è il principale fornitore di Safran, una multinazionale francese cche acquista quasi la metà del suo titanio da VSMPO-Avisma. Con l’aumento delle tensioni militari nelle ultime settimane, l’azienda ha acquistato titanio da distributori in Germania, ha detto in una teleconferenza.

“Stiamo aumentando le nostre scorte di titanio dall’inizio dell’anno”, ha dichiarato giovedì l’amministratore delegato Olivier Andries. “Abbiamo alcuni mesi davanti a noi per le parti dei motori e carrelli di atterraggio, quindi un po’ di tempo per passare ad altre fonti”.

Insomma hanno un po’ di stock nei magazzini, ma serve una soluzione al fornitore russo per questa Ditta francese.

Rolls-Royce Holdings, con il 20% dell’approvigionamento di titanio proveniente dalla Russia, ha già accumulato scorte e diversificato le sue fonti di acquisto, ha detto il CEO Warren East. Il metallo è ampiamente utilizzato in motori, elementi di fissaggio e altre parti di aeromobili grazie alla sua leggerezza, resistenza e resistenza alla corrosione.

Il CEO di Boeing il 26 gennaio aveva detto “Finché la situazione geopolitica rimane sotto controllo, nessun problema”, ha affermato Dave Calhoun. “In caso contrario, siamo protetti per un bel po’, ma non per sempre”. A un mese di distanza molto anzi praticamente tutto è cambiato, ora che accadrà?

Boeing aveva annunciato un nuovo accordo con VSMPO a novembre. Airbus ha affermato di procurarsi il titanio direttamente dalla società russa e tramite i principali fornitori, attraverso programmi che tengono conto del rischio geopolitico. Ora che cosa succederà?

“Siamo quindi protetti nel breve/medio termine”, ha affermato il produttore di aerei europeo in una e-mail. “Stiamo monitorando da vicino la situazione con i nostri fornitori”. Questo è quello che avevano detto, ora?

Il ruolo di VSMPO nella fornitura di quasi un quarto del titanio globale rappresenta una minaccia per le catene di approvvigionamento aerospaziale, ha affermato l’analista di Jefferies Sheila Kahyaoglu all’inizio di questo mese. Howmet Aerospace Inc., che si rifornisce di titanio dal Giappone, e Allegheny Technologies Inc., potrebbero fungere da fornitori alternativi, ha scritto in una nota di valutazione.

CFM International di Safran con General Electric è l’unico produttore di motori per i jet Boeing 737 MAX a corridoio singolo e uno dei due fornitori per la serie A320 rivale di Airbus SE. Rolls, con sede a Londra, produce motori per velivoli a doppio corridoio più grandi.

“Un blocco creerebbe sicuramente tensioni ovunque”, ha detto Andries giovedì.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.