Il 2022 per le compagnie aeree segna una ripresa, ma perderanno ancora quasi 10 miliardi di $

il

Il 2022 potrebbe essere l’anno della effettiva ripresa del traffico, c’e’ enfasi, molti aeroporti sono pieni, c’e’ chi in giugno e’ a segno piu’ sullo stesso mese de 2019 ma non tutti. Ma il positivo sui conti dei vettori non ci sara’! Le perdite stimate da IATA e comunicate all’Assemblea Generale in corso a Doha parlano di quasi 10 miliardi di $.

Cosi scrive Leonard Berberi su Corriere.it al link:

https://www-corriere-it.cdn.ampproject.org/c/s/www.corriere.it/economia/aziende/22_giugno_20/aerei-tre-anni-pandemia-compagnie-hanno-perso-190-miliardi-70774d62-f075-11ec-8c9d-7d387810acaf_amp.html

Siamo lontani dai 190 miliardi persi globalmente nei tre anni. Ma ci sono dei segnali che potrebbero essere tuttora negativi:

  • il carburante a livelli mai visti,
  • la situazione geopolitica con il confronto Russia-Ucraina,
  • i mercati chiusi dell’Estremo Orienti e le limitazioni di circolazione e accesso in molti paesi
  • l’inflazione.

Questi sono i problemi che potrebbero creare diminuzione della massa economica da destinare ai viaggi, specie quelli di piacere.

Ma non tutti perdono! Il Nord America guadagnera’ almeno 8,8 miliardi , invece in Europa si perderanno 3,8 miliardi di $. Pochi invece in Medio Oriente con 1,9 miliardi, 0,7 in Africa e 3,2 in America del Sud e 8,9 in Asia.

L’Italia alla fine non va male, nei risultati di traffico, che la vede oltre i valori del 2019.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.