SAS: stop allo sciopero dei piloti. Raggiunto l’accordo dopo 15 giorni

il

SAS raggiunge accordi con i sindacati dei piloti SAS Scandinavia, ponendo fine allo sciopero dei piloti

Dopo 15 giorni di sciopero, i sindacati dei piloti SAS e SAS Scandinavia hanno concluso la mediazione. Le parti hanno concordato nuovi accordi di contrattazione collettiva di 5,5 anni e i voli operati da SAS Scandinavia riprenderanno il prima possibile secondo il loro regolare programma di traffico.

Dopo uno sciopero di 15 giorni, i sindacati dei piloti SAS e SAS Scandinavia* hanno raggiunto un accordo su nuovi accordi di contrattazione collettiva e lo sciopero pilota è terminato.

“Sono lieto di comunicare che ora abbiamo raggiunto un accordo con tutti e quattro i sindacati pilota per SAS Scandinavia e lo sciopero è terminato. Finalmente possiamo riprendere le normali operazioni e far volare i nostri clienti nelle tanto agognate vacanze estive. Sono profondamente dispiaciuto che così tanti dei nostri passeggeri siano stati colpiti da questo sciopero”, ha affermato Anko van der Werff, Presidente e CEO.

Gli accordi per i prossimi 5,5 anni tra SAS e i sindacati dei piloti di SAS Scandinavia sono un elemento chiave del piano completo di trasformazione aziendale di SAS SAS FORWARD, in quanto forniscono la stabilità e la prevedibilità richieste dai potenziali investitori.

Gli accordi includono risparmi sui costi in linea con gli obiettivi fissati nel piano SAS FORWARD in relazione ai termini e alle condizioni dei piloti, portando SAS un passo importante verso il raggiungimento del suo obiettivo SAS FORWARD di 7,5 miliardi di corone svedesi di risparmi sui costi annuali.

In breve, gli accordi implicano una maggiore produttività per i piloti SAS Scandinavia e una maggiore flessibilità nella produzione stagionale. I termini e le condizioni degli accordi comportano anche un costo unitario ridotto per i piloti SAS Scandinavia.

Inoltre, come parte dell’accordo tra SAS e i sindacati dei piloti SAS Scandinavia, una serie di contenziosi pendenti precedentemente avviati dai sindacati dei piloti e/o dai singoli piloti contro SAS verranno ritirati. In conformità con un accordo di sostegno alla ristrutturazione da stipulare tra le parti nel processo del capitolo 11, SAS ha concesso ai sindacati una richiesta generale di pre-petizione non garantita per i piloti per un importo di 1,0 miliardi di corone svedesi nel processo di ristrutturazione finanziaria volontaria di SAS. Le distribuzioni nell’ambito di tale credito non garantito saranno limitate a 100 milioni di corone svedesi e saranno effettuate in 5,5 anni, corrispondente alla durata degli accordi.

Infine, SAS si è impegnata per il riassunto, e il successivo impiego a tempo pieno, di 450 piloti in tandem con l’aumento delle operazioni di volo fino al 2024.

Con questi accordi di lavoro in atto, SAS sarà ora in grado di procedere con il suo processo per ottenere finanziamenti a sostegno delle operazioni in corso dell’azienda – che prevede di finalizzare entro le prossime settimane – durante il suo processo di ristrutturazione finanziaria volontaria.

“Con questi accordi in atto, i piloti stanno facendo la loro parte in questa difficile situazione. Ora andiamo avanti con l’importante lavoro di portare avanti il ​​nostro piano di trasformazione SAS FORWARD e costruire un SAS forte e competitivo per le generazioni a venire, con il supporto dei sindacati dei nostri piloti e di tutte le altre parti interessate. Lo sciopero ha rappresentato una situazione difficile per i nostri clienti, per i nostri dipendenti e per la nostra azienda nel suo complesso. Vorrei estendere la mia sincera gratitudine a tutti i miei colleghi SAS che hanno lavorato instancabilmente in queste ultime settimane per aiutare i nostri clienti”, conclude Anko van der Werff.

Gli accordi tra SAS e i sindacati dei piloti SAS Scandinavia sono soggetti all’approvazione dei membri di tutti e quattro i sindacati e, poiché SAS è attualmente in fase di ristrutturazione finanziaria volontaria negli Stati Uniti, anche gli accordi finali sono soggetti all’approvazione di un tribunale federale degli Stati Uniti . La società prevede di ricevere le necessarie approvazioni entro le prossime settimane.

Come annunciato in precedenza, l’effetto stimato dello sciopero è di circa 100-130 milioni di corone svedesi al giorno (9,5-12,5 milioni di dollari USA) in mancati ricavi e costi. Ad oggi, l’impatto finanziario dello sciopero dovrebbe superare 1,5 miliardi di corone svedesi (145 milioni di dollari). È troppo presto per fornire informazioni più specifiche sull’impatto finanziario totale dello sciopero, ma dopo 15 giorni di sciopero circa 380.000 passeggeri sono stati colpiti da circa 3.700 voli cancellati.

Alcuni disagi alla circolazione continueranno nei giorni successivi mentre riprenderà il normale traffico. Per informazioni aggiornate sulle interruzioni del traffico, visitare https://www.flysas.com/en/traffic-information/message/

  • SPF (Svensk Pilotförening), NSF/NF (Norsk Flygerforbund), SNF (SAS Norge Pilotforening) e DPF (Dansk Pilotforening)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.