Tempo di vendemmia in Valtellina

il

La magia dell’autunno pian piano inizia a farsi sentire. Le temperature miti permettono di godere ancora delle belle giornate mentre la natura si prepara lentamente a cambiare la sua veste. Il paesaggio, infatti, è uno dei protagonisti principali di questa stagione così colorata: le foglie che cambiano colore creano una tavolozza di sfumature incredibili e le tavole si riempiono di profumi e sapori inconfondibili tipici di questo periodo dell’anno. 

Uno dei momenti che meglio contraddistinguono l’autunno è la vendemmia che, in luogo così singolare come la Valtellina, diventa un appuntamento imperdibile. La Valtellina, infatti, rappresenta il territorio vinicolo terrazzato più esteso d’Italia e la sua viticoltura vanta origini molto antiche che risalgono al periodo romano. Viene definita eroica in quanto resa possibile dalla tenacia e dalla forza di agricoltori che, per rendere la zona coltivabile, hanno dato vita a delle autentiche opere d’ingegneria contadina che sorreggono la viticoltura: i muretti a secco. I muretti sono la prova evidente del forte legame che esiste tra uomo e natura e di come le popolazioni hanno saputo adattarsi, nel corso degli anni, al luogo in cui vivono. Non è un caso se l’Unesco, nel 2018, ha riconosciuto quest’arte inserendola tra i Patrimoni Immateriali dell’Umanità. Ed è proprio qui che dall’incontro tra le Alpi e la brezza del lago di Como, insieme alle innumerevoli ore di sole a cui è esposta la valle, nascono vini di montagna unici.

SULLE DUE RUOTE TRA I VIGNETI

Wine Bike Tour sono l’alternativa perfetta per chi dopo una sana biciclettata ama concedersi un momento di relax. Si tratta di 6 itinerari ad anello che partono e terminano a Sondrio e sono completamente immersi nei vigneti, per dare l’opportunità ai turisti di vivere in prima persona quasi toccando con mano la magia di questo momento dell’anno. I percorsi sono di diverse lunghezze e difficoltà, alcuni di essi infatti sono pianeggianti e non eccessivamente lunghi mentre altri attraversano borghi e siti di interesse culturale. Al termine del tour, un ottimo calice di vino valtellinese attende i cicloturisti. Percorrere i Wine Bike Tour significa respirare a pieni polmoni l’atmosfera tipica autunnale in Valtellina, godere del meraviglioso paesaggio colorato e assaporare uno dei prodotti che meglio rappresentano questo territorio, il vino.

Per maggiori informazioni: https://www.valtellina.it/it/wine-bike-tour

Chi invece desidera addentrarsi su e giù tra i vigneti della Valtellina accompagnato da guide esperte può scegliere uno dei tour in e-bike che partono da Sondrio. L’escursione dura circa 4 ore ed è obbligatoria la prenotazione.

Per maggiori informazioni: https://www.sondrioevalmalenco.it/it/e-bike- wine-tourhttps://www.stradadelvinovaltellina.it/vivi-unesperienza-in-valtellina.html

VALTELLINA WINE TREKKING

Valtellina Wine Trekking è un progetto nato da poco e comprende 11 percorsi pedonali ad anello che corrono lungo i 2.500 chilometri di muretti a secco che sorreggono la viticultura valtellinese. Ogni itinerario, della durata di circa 1 ora e 30, permette ai turisti di scoprire meglio il Nebbiolo delle Alpi e i suoi produttori; non sono previsti dislivelli importanti e, per questo, sono indicati a qualsiasi tipo di passo. Chi, invece, desidera rendere ancora più unica ed esclusiva quest’esperienza può richiedere la presenza di una guida che, oltre ad accompagnare i turisti lungo i terrazzamenti, spiegherà in maniera approfondita la storia e l’importanza del vino in Valtellina. Al termine di questa particolare escursione è prevista una sosta in cantina con degustazione di vini.

Per maggiori informazioni:

https://www.stradadelvinovaltellina.it/ valtellina-wine-trekking/

LUNGO LA VIA DEI TERRAZZAMENTI

L’autunno è la stagione ideale per percorrere anche la Via dei Terrazzamenti. L’itinerario parte da Morbegno, una delle cittadine più rinomate della bassa Valtellina, e arriva fino a Tirano, crocevia culturale tra Italia e Svizzera, per un totale di 70 km. Ideale per essere scoperta a piedi, la Via si sviluppa tra i terrazzamenti a una quota compresa tra i 300 e i 700 metri. Peculiarità di questo percorso è il fatto di mixare perfettamente l’offerta wine del territorio con il patrimonio culturale che si incontra lungo il percorso: chiese, antichi borghi e siti preistorici costellano l’intero itinerario. Per maggiori informazioni:https://www.valtellina.it/it/via-dei- terrazzamenti

UN VIAGGIO SENSORIALE TRA DEGUSTAZIONI, WINE HOTEL E MOLTO ALTRO

La Strada del Vino è un percorso di 67km percorribile sia sulle due ruote sia a piedi che attraversa la provincia di Sondrio collegando Ardenno e Tirano. Si sviluppa lungo i pendii terrazzati della Valtellina e attraversa antichi borghi, palazzi storici, agriturismi completamente circondati dai vigneti dove è possibile soggiornare ma anche botteghe di una volta e ristoranti dove i turisti potranno gustare e comprare le prelibatezze enogastronomiche simbolo di questo territorio. Sul sito della Strada del Vino i turisti potranno acquistare o regalare l’esperienza che preferiscono per vivere una full immersion tra i profumi, i colori e i sapori intensi di questo momento così rappresentativo in Valtellina 

La produzione vitivinicola in Valtellina non si limita solamente ai vini rossi e la Valchiavenna, con il suo Passito di Vertemate, è un esempio perfetto. Il passito, come ricorda il nome, viene prodotto a Prosto di Piuro nel cuore di Palazzo Vertemate Franchi, una dimora cinquecentesca tra le più affascinanti della Lombardia. La vendemmia, che avviene verso la metà di settembre, dà vita a una ristretta selezione di bottiglie di passito che possono essere acquistate all’interno del Palazzo o degustate presso la cantina e il ristorante Crotasc a Mese, non lontano da Chiavenna, di proprietà di Mamete Prevostini.

Nei vari tour ed esperienze che si possono vivere in Valtellina, non può mancare una degustazione di Sforzato di Valtellina. È il vino icona di questo territorio, che nasce da una selezione delle migliori uve di Nebbiolo, e rappresenta il primo vino rosso passito secco in Italia ad avere ricevuto nel 2003 la DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Lo Sfursat, così come viene chiamato qui in Valtellina, viene ottenuto dall’appassimento delle uve, una tecnica che consiste nel saper aspettare che le uve, stese nei fruttai, asciughino prima di passare alle attività di cantina.

Per maggiori informazioni: https://www.stradadelvinovaltellina.it/vini-di- valtellina/sforzato-di-valtellina-docg.html

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.