Progetto di partnership Meridiana e Qatar Airways. Varato il piano industriale


PROGETTO DI PARTNERSHIP MERIDIANA E QATAR AIRWAYS – PIANO INDUSTRIALE 2017/2019

Si è tenuta oggi, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, alla presenza dei rappresentanti del Governo, dell’azienda e delle organizzazioni sindacali, una riunione che ha avuto per oggetto l’illustrazione delle linee guida del progetto di partnership fra Meridiana e Qatar Airways.

In particolare l’azienda ha presentato il Piano Industriale del progetto, che si articola lungo gli esercizi 2016/2019.

Il Piano Industriale è finalizzato a un sensibile rafforzamento strategico di Meridiana ed è focalizzato sullo sviluppo di alcune aree di business già coperte dal Gruppo Meridiana, sull’avvio del nuovo business Cargo da Malpensa e sulle sinergie economiche derivanti dalla partnership.

In particolare, il Piano prevede sei aree di intervento:

· Network: revisione del network dalla stagione winter 2016 in un ottica di rafforzamento del prodotto e di sinergie con il partner; sviluppo della linea su target business; ottimizzazione della flotta derivante dal maggiore peso dei servizi di linea rispetto al charter.
· Flotta: graduale sostituzione della flotta, a partire dal metà 2017, con aeromobili che consentiranno migliore percezione della qualità del servizio; opportunità legate alla configurazione standard degli aeromobili business/economy; omogeneità della flotta con ricadute sulle performance di regolarità, puntualità e sui costi di manutenzione.
· Organico: accordo con le organizzazioni sindacali su un nuovo contratto di lavoro; incremento della produttività e la flessibilità in particolare legata alla stagionalità del network; dimensionamento dello staff rispetto al piano.
· Cargo: incremento dell’attività cargo sui voli di linea e charter; avvio dalla stagione winter 2016 di una attività Cargo con una flotta dedicata di Boeing 777, basata a Malpensa. Incremento del fabbisogno di personale di condotta e del personale amministrativo dedicato a questa business unit.
· Acquisti: benefici sui costi e sulle condizioni di acquisto del carburante, dei servizi aeroportuali e dei materiali legati alla manutenzione degli aeromobili.
· Spese generali: riduzione progressiva delle spese generali nell’arco del piano grazie alla razionalizzazione dei costi interni ed esterni e consulenze straordinarie.

Gli obiettivi economici del piano industriale 2016/2019 prevedono una crescita del 15% dei posti offerti nell’arco del piano, mentre i passeggeri trasportati crescono del +16%. Il break- even operativo, anche a valle della positiva soluzione dei negoziati in corso con le organizzazioni sindacali, è previsto per l’esercizio 2016. Il 2015 si è chiuso con un EBIT consolidato pari a circa €-43 mln, in netto miglioramento sul 2014, pari a €-145 mln.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.