compagnie aeree

Sarà solo un danno per United, oppure anche per le altre partner?

L’articolo su ATW Online di Karen Walker è pesante come un macigno per United Airlines.

http://atwonline.com/blog/united-bumped-passenger-video-damages-all-airlines

Infatti, non analizza solo il singolo caso, ma cosa a valanga in ambito generale worldwide potrebbe invece causare, quello che è accaduto su quel volo.

Ponendo in evidenza le ricadute negative su altri aspetti, diversi da quelli del singolo episodio, ma concatenati. Assolutamente per certi versi molto più importanti, perchè riguardano non solamente United Airlines, ma chi lavora con questa compagnia aerea all’interno dell’alleanza globale Star Alliance.

Proprio questa organizzazione, che permette di interscambiare volumi di passeggeri. In particolare premium o comunque di alto livello, avrà le orecchie diritte per capire cosa sta accadendo all’interno del partner americano, ben lontano da standard di altri vettori. Queste compagnie aeree mondiali, possono essere ora risentite e preoccupate per quanto accaduto. Ciò ha causato un precedente, che difficilmente scomparirà nell’immediato. il ricordo di cio’ potrebbe essere potenzialmente lungo ed i suoi effetti assai dannosi. Ma quali per esempio? Quello,  che un proprio passeggero o molti di più, possa ricevere un simile trattamento. Cioè, chi vola ad esempio con un biglietto Lufthansa, ANA, Air New Zealand oppure SAS e si deve confrontare con una problematica similare a quella accaduta, al momento che mette piede su un aereo United. Un precedente già accaduto, quindi non è da considerarsi impossibile che riaccada, questo allo stato di presupposto. Una condizione, che quindi potrebbe accadere nuovamente. Una condizione, che non può essere ora accettata da un passeggero all’atto di acquistare un biglietto, se nel percorso si troverà a volare United e quindi sarà spinto a scegliere un qualcosa di diverso. Ad esempio un competitor americano in challenge con United. Ma la preoccupazione dei membri Star Alliance, potrebbe emergere sugli standard di qualità, che sono differenti da vettori come Singapore Airlines, ANA, Lufthansa, se messi a confronto proprio con una United! Tali da preferire gli altri competitors.

Una preoccupazione per le compagnie partner e la stessa Star Alliance, che potrebbe beneficiare invece chi ora è operante su Oneworld e Skyteam. Un qualcosa di assolutamente da rivedere per la compagnia americana, sia in termini di processo, quality e customer satisfaction. Senza andare a cercare il perchè la condizione è accaduta e quale effetto si è andato commercialmente oppure emotivamente a creare. Un qualcosa, che a parte la perdita odierna in Borsa, potrebbe esseee non solo un elemento da legare ad una speculazione, ma a ben altro. Lo stesso Munoz ed il suo management sono all’opera per riportare ad uno standard di qualità questa compagnia aerea, che da tempo soffre questa carenza di qualità. Ma che evidentemente ha una strada ancora molto lunga da percorrere per raggiungere i target e gli standard degli altri partner

Da tener conto poi, che il mercato è globale ed un episodio come questo, non permette altro che favorire un competitor. Magari all’interno della stessa alleanza, oppure al di fuori. Facilitando ancor di più quello che cerca di togliere anche un passeggero alla volta all’avversario, attraendoli con servizi qualitativamente migliori, ma sopratutto una certezza di volare e non come quanto accaduto.

#UnitedAirlines #StarAlliance #ATWOnline #quality #customersatisfaction #Oneworld #SkyTeam

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...