Etihad statement

James Hogan, Presidente e Amministratore Delegato di Etihad Aviation Group e Vicepresedente di Alitalia ha dichiarato: “Ci rammarichiamo profondamente per il risultato del voto, che significa una sconfitta per tutti: i dipendenti di Alitalia, i suoi clienti, i suoi azionisti, e lo stesso Paese, di cui Alitalia è un ambasciatore in tutto il mondo”.
“Gli azionisti di Alitalia, inclusa Etihad Airways, hanno messo a disposizione negli ultimi tre anni un enorme supporto finanziario e commerciale. Insieme agli azionisti italiani, Etihad aveva confermato il suo profondo impegno e la sua volonta’ di supportare la compagnia con un pacchetto del valore aggregato di circa 2 miliardi di Euro, per aiutare Alitalia a finanziare il suo piano industriale quinquennale. Una condizione fondamentale per questo impegno era rappresentato da un lavoro condiviso e congiunto di tutte le parti interessate, inclusi i sindacati”.
“L’accordo preliminare con i sindacati era stato reso possibile e supportato dai leader degli stessi sindacati, dal management di Alitalia, dal Primo Ministro Italiano e da tre Ministri del Governo, che avrebbero aiutato a mettere il futuro di Alitalia al sicuro. Il rifiuto di questo accordo nel referendum è profondamente deludente”.
“Come azionisti di minoranza in Alitalia, supportiamo la decisone odierna del Consiglio di Amministrazione di convocare un’Assemblea dei soci per il 27 di aprile per avviare le procedure previste dalla legge”
ENGLISH VERSION

James Hogan, President and Chief Executive of the Etihad Aviation Group, and Vice Chairman of Alitalia, said: “We deeply regret the Alitalia staff vote outcome, which means that all parties will lose: Alitalia’s employees, its customers and its shareholders, and ultimately also Italy, for which Alitalia is an ambassador all over the world.

“Alitalia’s shareholders, including Etihad Airways, have provided vast amounts of financial and commercial support during the past three years. Jointly with the Italian shareholders, Etihad had reaffirmed its strong commitment and principal willingness to support the airline with a package worth nearly €2 billion in aggregate to help fund Alitalia’s new five-year business plan. A key condition to this commitment was that an agreed and concerted effort would be made by all interested parties, including the unions.

“The preliminary agreement with unions that was made possible and supported by the union leaders, Alitalia management, the Italian Prime Minister and three government ministers would have helped secure Alitalia’s future. The rejection of this agreement in the staff ballot is deeply disappointing.

“As a minority shareholder in Alitalia we support the Board’s decision today to convene a shareholders’ meeting on 27 April to start preparing the procedures provided by the law.”

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...