Il CdA di Gruppo SAVE approva i dati finanziari del primo semestre 2017

SAVE S.p.A. – Approvazione Relazione Finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2017.

  • Fatturato consolidato: 91,6 milioni di Euro (+6,5% rispetto al 1^ Semestre 2016)
  • EBITDA: 40,8 milioni di Euro (+11,5% rispetto al 1^ Semestre 2016)
  • EBIT: 26,4 milioni di Euro (+4,5% rispetto al 1^ Semestre 2016)
  • Risultato netto di Gruppo: 17,7 milioni (+12,9% rispetto al 1^ Semestre 2016)
  • Passeggeri: +8,9% il traffico del Sistema Venezia-Treviso

    Cooptazione di due nuovi Amministratori della Società, con efficacia differita al closing della prospettata operazione di riassetto dell’azionariato di SAVE con i fondi infrastrutturali europei gestiti da Deutsche Asset Management e InfraVia Capital Partners.

    La prof.ssa Paola Tagliavini nominata nuovo Lead Independent Director, nonché Presidente del Comitato Controllo e Rischi e l’avv. Francesco De Lorenzi nominato componente del Comitato Controllo e Rischi.

    Approvato il progetto di fusione per incorporazione della società controllata Archimede 1 S.p.A. in SAVE S.p.A..

    Il Consiglio di Amministrazione di SAVE S.p.A. – azienda quotata al Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana che opera principalmente nel settore degli aeroporti – si è riunito oggi e ha approvato la Relazione Finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2017.

    I risultati del Gruppo
    Il valore dei ricavi del semestre si è attestato su di un importo di Euro 91,6 milioni, in crescita del 6,5%

    rispetto ai valori del primo semestre 2016.
    I fenomeni di maggiore rilievo, che hanno inciso sulla voce in esame, sono rappresentati da:

  • crescita dei ricavi aeronautici pari a circa 3,5 milioni di Euro (+5,9%) per effetto sostanzialmente dell’incremento del traffico passeggeri a sistema pari a un +8,9% calmierato da maggiori promotraffico determinati in funzione del maggior traffico generato da alcuni vettori. La voce handling registra un aumento in funzione del traffico di aviazione generale (+28,9%) cresciuto per effetto della Biennale Arte di Venezia; stabili i ricavi derivanti dall’attività di deposito e movimentazione merci;
  • crescita dei ricavi non aeronautici pari a circa 2,1 milioni di Euro (+9,8%) sovraperformando il traffico trainati dal buon andamento in particolare dei ricavi di parcheggi (+15,8%), dei ricavi commerciali (+5,7%) e dei ricavi da pubblicità (+26,5%) che comincia a beneficiare dei maggiori spazi disponibili grazie al completamento dei nuovi investimenti;
  • stabile la voce altri ricavi.

    Il risultato operativo lordo (EBITDA) è pari a 40,8 milioni di Euro, in crescita del 11,5% rispetto al primo semestre 2016. L’incremento del risultato, che aumenta di circa due punti percentuali il margine lordo rispetto al primo semestre 2016, è conseguenza dell’aumento dei ricavi a fronte di costi operativi che aumentano di 1,4 milioni di Euro (+2,8%), principalmente determinati dall’aumento del costo del lavoro (+1,3 milioni) legato al rafforzamento della struttura operativa del Gruppo. Sul lato dei costi operativi si nota un risparmio di circa 1,2 milioni in termini di promotraffico sostanzialmente assorbiti da maggiori costi per manutenzioni e pulizie, determinati quest’ultimi dai maggiori spazi e dalla volontà aziendale di migliorare lo standard qualitativo dei nostri aeroporti.

Il risultato operativo (EBIT) è pari a 26,4 milioni di Euro rispetto ai 25,3 milioni di Euro del primo semestre 2016 (+4,5%). L’aumento del Risultato operativo lordo è stato parzialmente assorbito dall’aumento degli ammortamenti e degli accantonamenti per circa Euro 3 milioni, effettuati nel semestre a fronte delle nuove immobilizzazioni entrate in esercizio in particolare nel secondo semestre 2016.

La gestione finanziaria riporta un saldo negativo pari a 1,6 milioni di Euro in miglioramento rispetto al saldo sempre negativo di circa 2,0 milioni di Euro del primo semestre 2016. Il risultato è sostanzialmente determinato dal miglioramento del contributo portato dalle società collegate il cui risultato passa da -0,1 milioni di Euro a +0,3 milioni grazie in particolare ai risultati di Airest Retail e Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca entrambi in crescita rispetto al primo semestre 2016.

Il risultato ante imposte risulta quindi pari a circa 24,9 milioni di Euro rispetto ai 23,3 milioni di Euro del primo semestre 2016 (+6,6%).

Il risultato netto di competenza del Gruppo è pari a 17,7 milioni di Euro, rispetto ai circa 15,7 milioni di Euro dei primi sei mesi del 2016.

La posizione finanziaria netta è passata da una situazione debitoria registrata al 31 dicembre 2016 pari ad Euro 238,2 milioni, ad una situazione, sempre negativa, al 30 giugno 2017, pari ad Euro 247,2 milioni (Euro 232,9 milioni al 30 giugno 2016).
In aggiunta allo stagionale assorbimento di cassa, si segnalano nel periodo i flussi finanziari relativi agli investimenti, per circa 36 milioni di euro, realizzati principalmente nell’aeroporto Marco Polo di Venezia, all’acquisto delle quote di minoranza della controllata Archimede 1 per Euro 19,8 milioni e il flusso in entrata, per Euro 65,6 milioni, generato dalla cessione, avvenuta nel gennaio 2017, del 40% di Centostazioni.

Andamento dei mercati di riferimento
Il Traffico nel Sistema aeroportuale Venezia-Treviso

Il Sistema Aeroportuale di Venezia ha movimentato oltre 6 milioni di passeggeri nel primo semestre 2017, in incremento del 8,9% rispetto all’anno precedente, per oltre 53 mila movimenti (+4,1% rispetto al 2016).

Aeroporto di Venezia

I passeggeri dello scalo di Venezia sono stati oltre 4,6 milioni nel primo semestre 2017, in incremento del 6,8% rispetto allo stesso periodo del 2016, per quasi 43 mila movimenti (+2,8% sull’anno precedente).

Il traffico su destinazioni internazionali ha evidenziato un incremento del 8,1% nei primi sei mesi dell’anno, a fronte di un calo del 1,5% dei passeggeri su scali domestici.
La componente internazionale rappresenta l’87% del traffico complessivo (in base ai dati Assaeroporti la media nazionale è stata del 64% nel periodo gennaio-giugno). In particolare i passeggeri su destinazioni extra-Schengen hanno registrato un incremento del 9% sul 2016, con quasi 1,5 milioni di passeggeri nel primo semestre dell’anno e una quota di mercato del 32% sul traffico totale.

Il 26% degli utenti dello scalo in partenza da Venezia ha proseguito il viaggio via scalo intermedio per destinazioni finali nel mondo nel primo semestre 2017. Primo scalo intermedio è Francoforte, seguito da Roma FCO e Parigi CDG.
I passeggeri sulle destinazioni lungo raggio nordamericane e asiatiche sono stati oltre 350 mila nei primi sei mesi dell’anno, in linea con l’anno precedente Il traffico medio raggio ha registrato un andamento positivo del 6%, con quasi 75mila passeggeri trasportati dai vettori operativi sulle rotte dirette tra Venezia e Israele, Marocco e Tunisia.

Il traffico passeggeri di aviazione generale di Venezia ha registrato un incremento del 28,9% nel primo semestre 2017: l’andamento positivo è legato principalmente allo svolgimento della Biennale Arte di Venezia.

Aeroporto di Treviso

Lo scalo di Treviso ha movimentato oltre 1,4 milioni di passeggeri nel primo semestre 2017, in incremento del 16,3% rispetto allo stesso periodo del 2016 (per oltre 10 mila movimenti, +10% sull’anno precedente).

Lo scalo rappresenta il 24% del traffico complessivo del Sistema.

Ryanair ha trasportato oltre 1,2 milioni di passeggeri nel primo semestre, con un incremento del 15% sul 2016 e una quota di mercato dell’86% sul traffico complessivo dello scalo. Crescono in particolare il mercato domestico (+12%, anche grazie alla nuova operatività su Napoli) e il mercato tedesco.

In incremento del 20% anche il traffico di Wizzair, grazie all’andamento dei flussi per la Romania e per la Moldavia.

Aeroporto di Verona

L’aeroporto di Verona ha chiuso il primo semestre 2017 con un incremento del 12,5% rispetto all’anno precedente, per oltre 1,35 milioni di passeggeri trasportati. I movimenti sono stati quasi 14 mila, +4,9% sul 2016.

Il traffico domestico, che ha una quota di mercato del 32% sul totale, ha registrato un incremento del 10% rispetto al 2016, grazie ai nuovi voli di Volotea e di Ryanair operativi sullo scalo veronese. Andamento in crescita del +23% per i passeggeri su destinazioni internazionali: l’incremento del traffico è stato favorito anche dalle nuove rotte su Amburgo, Berlino e Norimberga, che hanno contribuito al trend positivo del +32% del mercato tedesco. La crescita è supportata anche dal segmento leisure, con risultati positivi per le destinazioni lungo raggio outgoing, in particolare Egitto e Cuba, a cui si aggiungono i nuovi collegamenti Neos per Jamaica e Maldive.

Aeroporto di Brescia

I dati cargo dell’aeroporto di Brescia relativi al primo semestre 2017 evidenziano un andamento positivo del +29,5%, per oltre 15 mila tonnellate di merce/posta movimentate sullo scalo.

Il cargo via aerea, con quasi 4 mila tonnellate di merce movimentata, ha evidenziato un aumento di oltre 5 volte rispetto ai volumi del 2016. Il trend è legato all’inizio delle attività di SW Italia e Silk Way West Airlines, facenti parte del gruppo Silk Way dell’Azerbaijian, che opera due voli settimanali tra Brescia e Hong Kong (via Baku) dal mese di marzo 2017.

Aeroporto di Charleroi

I passeggeri transitati all’aeroporto di Charleroi nel corso del primo semestre del 2017, sono stati circa 3,6 milioni in aumento del 3% rispetto al pari periodo dell’anno precedente.

Il principale vettore operativo dello scalo è Ryanair con una market share dell’80% trasportando oltre 2,8 milioni di passeggeri. L’operatività di Ryanair al 30 giugno 2017 è composta da 79 destinazioni regolari. Ryanair ha annunciato che a partire dal prossimo ottobre 2017 integrerà l’attuale offerta con due voli settimanali per Eilat (Israele).

“I dati di bilancio del Gruppo SAVE continuano a riportare valori in crescita, risultato di una gestione coordinata che valorizza le potenzialità dei singoli scali compresi nel Polo aeroportuale del Nord Est”. – ha dichiarato Enrico Marchi, Presidente di SAVE – “Nel primo semestre dell’anno, gli aeroporti di Venezia, Treviso e Verona hanno registrato complessivamente 7,4 milioni di passeggeri, in aumento del 10% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente, mentre i flussi di merci all’aeroporto di Brescia sono cresciuti del 29,5%”.

“In particolare” – ha proseguito Marchi – “l’attuale stagione estiva si contraddistingue per un consistente aumento del coefficiente di riempimento degli aeromobili a Venezia, Treviso e Verona, nonché per una nuova crescita del mercato nordamericano dopo due anni di stallo e per una forte ripresa del mercato russo”.

“Il Marco Polo di Venezia” – ha concluso Marchi- “registra picchi giornalieri di traffico di oltre 40.000 passeggeri, la cui gestione beneficia delle nuove infrastrutture realizzate da SAVE, in particolare della nuova darsena con il moving walkway e del primo ampliamento del terminal passeggeri inaugurato lo scorso giugno”.

Altre Delibere

A. Cooptazioni

Il Consiglio di Amministrazione ha provveduto alla cooptazione del dott. Athanasios Zoulovits e del dott. Walter Manara ai sensi dello statuto e dell’art. 2386 cod. civ., nominando gli stessi quali nuovi Amministratori non esecutivi e non indipendenti della società in sostituzione dei Consiglieri dimissionari dott. Massimo Colli e avv. Sandro Trevisanato, con efficacia differita a decorrere alla data di esecuzione (c.d. closing) della prospettata operazione di riassetto dell’azionariato di SAVE con i fondi infrastrutturali europei gestiti da Deutsche Asset Management e InfraVia Capital Partners, tra l’altro, annunciata al mercato in data 2 aprile 2017 sul sito http://www.finint.com. e oggetto di comunicazione ai sensi dell’art. 122 D.Lgs. 58/1998 .

I curricula vitae del dott. Zoulovits e del dott. Manara sono disponibili sul sito internet della società, http://www.grupposave.it.

L’avv. Trevisanato ricopriva la carica di Lead Independent Director e di Presidente del Comitato Controllo e Rischi. Poste le sue dimissioni, il Consiglio ha altresì provveduto a nominare in sua sostituzione la prof.ssa Paola Tagliavini quale nuovo Lead Independent Director, in ottemperanza alle raccomandazioni contenute nel Codice di Autodisciplina delle società quotate, nonché Presidente del Comitato Controllo e Rischi.

L’Avv. Francesco De Lorenzi è stato inoltre nominato componente del Comitato Controllo e Rischi.

B. Approvazione progetto di fusione

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il progetto di fusione per incorporazione della società controllata Archimede 1 S.p.A. in SAVE S.p.A..

Presentazione alla comunità finanziaria

La presentazione alla comunità finanziaria dei risultati del primo semestre 2017 avverrà mercoledì 2 agosto 2017 alle ore 9,30 in audioconferenza.

********

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Giovanni Curtolo, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

********
Il presente comunicato stampa è anche disponibile sul sito internet http://www.grupposave.it nella sezione

Investor Relations.

#GruppoSAVE #Venezia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...