Il Qatar abolisce i visti per 80 paesi

Il numero di nazionalità accolte senza visto in Qatar è il più alto della regione

Il Qatar prende in considerazione ulteriori miglioramenti alla politica dei visti, inclusa l’esenzione ai titolari di visto/residenza per i paesi GCC e Schengen, nonché Regno Unito, USA, Canada, Australia e Nuova Zelanda

11 Agosto 2017

MILANO, Italia– Il Ministero dell’Interno del Qatar, il Qatar Tourism Authority (QTA) e Qatar Airways hanno annunciato oggi che lo stato del Qatar permetterà l’ingresso senza visto per i cittadini di 80 paesi, con efficacia immediata.

I cittadini che desiderano visitare il Qatar non dovranno più fare domanda o pagare per un visto; verrà invece rilasciata gratuitamente una deroga al porto d’ingresso, previa presentazione di un passaporto valido con validità minima di sei mesi e un biglietto di andata o ritorno confermato.

A seconda della nazionalità del visitatore, l’esenzione sarà valida per 180 giorni dalla data di emissione e consentirà di trascorrere un totale di 90 giorni in Qatar (ingressi multipli); oppure sarà valido per 30 giorni dalla data di emissione e autorizza il viaggiatore a rimanere fino a 30 giorni in Qatar con la possibilità di richiedere l’estensione della deroga per altri 30 giorni (ingressi multipli).

Questi sviluppi fanno parte di una serie di misure che lo stato del Qatar ha adottato per facilitare l’accesso dei visitatori al Paese. Il mese scorso, il Qatar ha lanciato una piattaforma di e-visa, http://www.qatarvisaservice.com, attraverso la quale i viaggiatori di tutte le nazionalità possono richiedere visti turistici con maggiore efficienza e facilità. Il Paese sta inoltre prendendo in considerazione ulteriori miglioramenti alla sua politica dei visti, come l’esenzione al visto per i titolari di un permesso di soggiorno o un visto valido dalle nazioni del Consiglio di cooperazione del Golfo (Bahrain, Kuwait, Oman, Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti), Regno Unito, Stati Uniti d’America, Canada, Australia, Nuova Zelanda o paesi Schengen. Questo esonero permetterebbe ai visitatori aventi il diritto di ingresso in Qatar di ottenere un’autorizzazione di viaggio elettronica attraverso la compilazione di una semplice domanda online almeno 48 ore prima del viaggio.

Sua Eccellenza Akbar Al Baker, Group Chief Executive di Qatar Airways, ha dichiarato: “L’annuncio di oggi rende lo Stato del Qatar il paese più aperto della regione. E’ un’occasione importante per il Qatar, che con questa decisione accoglierà il numero di nazionalità senza visto più alto della regione, aspetto di cui siamo molto orgogliosi.

“Qatar Airways è l’orgoglioso vettore di bandiera dello Stato del Qatar e come tale siamo estremamente onorati di ospitare milioni di persone ogni anno nel nostro bellissimo Paese, accogliente e ricco di storia. Questa importante iniziativa del Ministero dell’Interno e dell’Autorità Turistica del Qatar offrirà un’occasione per

accogliere ancora più visitatori, da un crescente numero di paesi nel mondo, per scoprire le numerose emozionanti attrazioni che il Paese offre”.

Secondo Hassan Al Ibrahim, responsabile dello sviluppo del turismo in QTA, l’agevolazione del visto è una componente fondamentale della strategia nazionale nel settore del turismo, che QTA sta attualmente rivedendo in collaborazione con le parti interessate del settore pubblico e privato. Con una particolare attenzione del Paese alla diversificazione dell’economia nazionale, il 27 settembre 2017 è previsto il lancio di una strategia che ha come obiettivo la promozione della crescita del settore. L’evento si terrà in occasione delle celebrazioni ufficiali della Giornata del Turismo Mondiale, di cui il Qatar sarà il paese ospitante.

“Facilitare l’ingresso nel Qatar è un fattore chiave per la crescita del settore turistico del Paese. Con questo annuncio stiamo già scrivendo il futuro del Qatar verso il 2030 “, ha commentato Al Ibrahim. “Insieme ai nostri partner nel settore pubblico e privato, abbiamo esaminato tutti gli elementi necessari per creare un’esperienza semplice e attraente che possa portare visitatori da tutto il mondo. Non c’è dubbio che facilitare e semplificare l’accesso a tutti i porti d’ingresso sia un fattore chiave per dare un’impressione positiva e duratura del Qatar “.

Al Ibrahim ha aggiunto: “Con 80 paesi aventi diritto all’esenzione dall’obbligo del visto, il Qatar è ora il Paese più aperto della regione e siamo lieti di invitare i visitatori a scoprire la nostra rinomata ospitalità, il patrimonio culturale e i tesori naturali”.

Nel novembre 2016, il Qatar ha introdotto un visto di transito gratuito, che consente a passeggeri di tutte le nazionalità di transitare in Qatar per un minimo di cinque ore per poi rimanervi fino a 96 ore (quattro giorni). Nel maggio 2017, QTA ha lanciato + Qatar, un’iniziativa per promuovere il paese come destinazione di stopover, con il vettore nazionale, Qatar Airways. Queste misure, insieme ad un intensificato piano di marketing internazionale, hanno portato ad un aumento del 39% del numero di visitatori di stopover nei primi sei mesi del 2017, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Nell’ambito degli sforzi combinati di Qatar Airways e QTA per promuovere il turismo nel Paese, la premiata compagnia aerea ha accelerato i propri piani di espansione mondiale e recentemente ha annunciato il lancio di una serie di nuove destinazioni che stanno per aggiungersi alla sua rete entro la fine di agosto tra cui Kyiv Ucraina e Praga, Repubblica Ceca. Ieri, la compagnia aerea ha lanciato Sohar, nel Sultanato dell’ Oman. Qatar Airways ha inoltre recentemente introdotto voli diretti a Dublino, Repubblica d’Irlanda; Nizza, Francia e Skopje, collegando ancora più passeggeri verso il Qatar.

La sezione seguente descrive la nuova esenzione al rilascio del visto per i cittadini degli 80 paesi.

L’ingresso in Qatar è approvato a sola discrezione del Ministero degli Interni del Qatar.

A) I cittadini dei seguenti 33 paesi non avranno la necessità di richiedere il visto e potranno ottenere l’esenzione dallo stesso all’arrivo in Qatar. L’esenzione sarà valida per 180 giorni dalla data di emissione e dà diritto a trascorrere fino a 90 giorni in Qatar (con possibilità di entrata multipla).

1. Austria

2. Bahamas

3. Belgio

4. Bulgaria

5. Croazia

6. Cipro

7. Danimarca

8. Estonia

9. Finlandia

10. Francia

11. Germania

12. Grecia

13. Islanda

14. Italia

15. Lettonia

16. Liechtenstein

17. Lituania

18. Lussemburgo

19. Malta

20. Paesi Bassi

21. Norvegia

22. Polonia

23. Portogallo

24. Repubblica Ceca

25. Romania

26. Seychelles

27. Slovacchia

28. Slovenia

29. Spagna

30. Svezia

31. Svizzera

32. Turchia

33.

Ungheria

B) I cittadini dei seguenti 47 paesi non avranno la necessità di richiedere il visto e possono ottenere l’esenzione dello stesso all’arrivo in Qatar. L’esenzione sarà valida per 30 giorni dalla data di rilascio e dà diritto di trascorrere fino a 30 giorni in Qatar (con possibilità di entrata multipla), con la possibilità di essere prorogata per ulteriori 30 giorni.

1. Andorra

2. Argentina

3. Australia

4. Azerbaijan

5. Bielorussia

6. Bolivia

7. Brasile

8. Brunei

9. Canada

10. Cile

11. Cina

12. Città del Vaticano

13. Colombia

14. Corea del Sud

15. Costa Rica

16. Cuba

17. Ecuador

18. Georgia

19. Guyana

20. Hong Kong

21. India

22. Indonesia

23. Irlanda

24. Giappone

25. Kazakistan

26. Libano

27. Macedonia

28. Maldive

29. Malesia

30. Messico

31. Moldavia

32. Monaco

33. Nuova Zelanda

34. Panama

35. Paraguay

36. Perù

37.

38. Regno Unito Russia

39. San Marino

40. Singapore

41. Stati Uniti

42. Suriname

43. Sud Africa

44. Suriname

45. Thailandia

46. Ucraina

47. Uruguay

48. Venezuela

Informazioni su Qatar Tourism Authority (QTA)

Riconosciuto a lungo dalla leadership del paese come fattore di ulteriore crescita e sviluppo dello stato del Qatar, il turismo è stato designato dal governo come settore prioritario. La mission di Qatar Tourism Authority è di stabilire fermamente il Qatar sulla mappa globale come destinazione turistica di livello mondiale con profonde radici culturali. Nel 2014 QTA ha lanciato la Strategia Nazionale del Turismo del Qatar (QNTSS), con l’obiettivo di diversificare l’offerta turistica del paese e di aumentare il contributo del settore all’economia del Qatar entro il 2030.

QTA lavora in partnership con gli stakeholder pubblici e privati per raggiungere questa missione pianificando, regolamentando e promuovendo un’industria turistica sostenibile e diversificata.

Nell’ambito dei suoi sforzi di pianificazione, QTA identifica i tipi di prodotti e servizi turistici che contribuiranno all’esperienza del turismo del Qatar e lavora per attirare investimenti volti al loro sviluppo.

Gli sforzi di regolamentazione prevedono di garantire che gli stabilimenti del settore del turismo operino secondo i più alti standard e promuovino la cultura del Qatar.

QTA promuove il Qatar come destinazione in tutto il mondo, attraverso il suo marchio di destinazione, la rappresentanza internazionale, la partecipazione alle fiere commerciali e sviluppando un ricco calendario di feste ed eventi. Con una crescente presenza internazionale, gli uffici di rappresentanza di QTA a Londra, Parigi, Berlino, Milano, Singapore, Istanbul, New York e Riyadh sostengono gli sforzi di promozione di QTA.

Dal lancio di QNTSS, Qatar ha accolto oltre 7 milioni di visitatori e ha raggiunto una crescita media annua degli arrivi dell’11,5% tra il 2010-2015. L’impatto economico del settore del turismo in Qatar è sempre più visibile con le stime del 2014 che mostrano un impatto generale sul PIL totale del Qatar del 4,1%.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...