EMIRATES GROUP PUBBLICA IL SUO 2016/17 ANNUAL ENVIRONMENTAL REPORT

il

DUBAI, U.A.E. – 24 NOVEMBRE 2017 – Il gruppo #Emirates, che comprende la compagnia aerea Emirates e dnata, ha pubblicato oggi il suo settimo rapporto ambientale annuale che delinea le prestazioni ambientali del Gruppo per l’anno finanziario 2016-2017.

Verificato da PricewaterhouseCoopers (PwC), il rapporto presenta iniziative di sostenibilità ambientale e dati sulle prestazioni di una serie di attività del Gruppo che include l’ attività della compagnia aerea, le attività di trasporto e assistenza a terra di dnata e altre attività commerciali come l’ingegneria e la ristorazione.

Nel 2017, Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo, il Gruppo ha collegato le sue priorità ambientali agli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite  cercando di concentrarsi meglio dove le sue attività possono avere il maggiore impatto.

Il 2016-17 è stato un anno particolarmente impegnativo, poiché abbiamo affrontato una serie di eventi sociali, economici e politici che sono scoppiati nei nostri mercati in tutto il mondo. La fiducia dei consumatori e la domanda di viaggio sono state colpite da una serie di shock. Tuttavia, il nostro solido track record, la nostra base aziendale e la nostra reputazione ci hanno consentito di superare questi tempi turbolenti “, ha dichiaratoSheikh Ahmed bin Saeed Al Maktoum, Presidente e Amministratore delegato di Emirates Airline e del Gruppo.

Stiamo investendo sulle nostre persone, su nuovi sistemi, tecnologie e infrastrutture che ci consentiranno di continuare a sviluppare il nostro business in modo redditizio e sostenibile. Il nostro viaggio per trasformare il nostro business aprirà nuove opportunità per migliorare i livelli di efficienza delle risorse, rafforzando la nostra capacità di business di tracciare un percorso non solo per l’anno successivo, ma per il lungo raggio “, ha aggiunto.

Una parte fondamentale della strategia ambientale del Gruppo è la gestione di una flotta eco-efficiente, e durante l’anno la compagnia aerea Emirates ha dismesso gli ultimi Airbus A340 e A330 rimasti. Ora gestisce una flotta composta solo da Airbus 380 e Boeing 777 e, insieme ai suoi Boeing 777 per il trasporto merci, l’età media della flotta è pari a 5,3 anni, ben al di sotto della media del settore. Una flotta moderna di velivoli wide body che emette minori emissioni e decibel e offre ai clienti un livello di comfort superiore.

Gli sforzi del Gruppo durante l’anno per migliorare l’efficienza operativa in tutta l’azienda hanno anche contribuito a ridurre i costi e il suo impatto ambientale. Ad esempio, una procedura di lavaggio degli aeromobili con risparmio idrico introdotta da Emirates Engineering consentirà di risparmiare 11 milioni di litri di acqua all’anno, mentre i progetti di efficienza energetica, come l’installazione di illuminazione a diodi ad emissione luminosa negli hangar, fanno risparmiare ben 237 megawattora di elettricità al mese.

A bordo, la compagnia aerea fornisce coperte sostenibili in Economy sui voli a lungo raggio. Ogni coperta in pile è composta da 28 bottiglie di plastica riciclate, che altrimenti sarebbero finite in discarica.

dnata ha festeggiato il suo anno di maggior successo e redditizio nei suoi 58 anni di storia. Attraverso le sue quattro divisioni commerciali, le operazioni aeroportuali negli Emirati Arabi Uniti, le operazioni aeroportuali internazionali, i servizi di viaggio e la ristorazione, la società ha ottenuto nuovi importanti contratti, ampliato i rapporti esistenti e ha continuato a ottenere riconoscimenti per i suoi servizi di qualità.

Per le sue operazioni di assistenza a terra, a Dubai e in tutto il mondo, dnata sta gradualmente sostituendo veicoli e attrezzature di servizio con apparecchiature elettriche / ibride, riducendo le emissioni di anidride carbonica e altri inquinanti. Le apparecchiature elettriche a terra vengono anche utilizzate in diverse operazioni aeroportuali a livello internazionale, tra cui nel Regno Unito, negli Stati Uniti, nei Paesi Bassi, in Svizzera e a Singapore, con l’intenzione di estendere la flotta di veicoli dove vengono impiegati.

Per consentire l’eccellenza a lungo termine in Salute, Sicurezza e Ambiente (HSE), dnata ha implementato un Sistema di Gestione Integrato (IMS) durante l’anno. L’IMS, uno dei capisaldi della strategia “One dnata”, copre tutti gli aspetti operativi delle diverse attività di dnata e supporterà una cultura dell’apprendimento per fornire un miglioramento continuo in tutte le aree aziendali.

Il Gruppo ha continuato a sostenere con forza l’azione contro il commercio illegale di animali selvatici, e attraverso la sua iniziativa “A Greener Tomorrow” ha contribuito a tre organizzazioni in Africa all’avanguardia nella protezione della fauna selvatica, in particolare il Southern African Wildlife College Trust, Southern African Foundation per la conservazione di uccelli costieri e parchi africani. Il programma di filantropia guidato dai dipendenti di dnata dnata4good ha anche continuato a sostenere la conservazione della fauna selvatica in Sud Africa e ha completato un progetto di costruzione scolastica in Nepal.

Il report completo è scaricabile qui:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.