NHOW MILANO PRESENTA “WASTELAND”: COME SCARTI E MATERIALI DA RICICLO PRENDONO VITA E DIVENTANO ARTE & DESIGN

La nuova collettiva rimarrà aperta al pubblico dal 10 maggio al 15 ottobre 2018

Fino al 15 ottobre 2018, nhow Milano – l’hotel più camaleontico e unconventional della città –  apre le sue porte al pubblico per presentare “Wasteland”, la nuova collettiva di arte & design che vede l’hotel cambiare di nuovo look per accogliere nuovi e sorprendenti esponenti del mondo dell’arte e del design. Essendo un vero e proprio Fashion & Design hotel, concentrato unico di originalità e contrasti che si esprimono ogni volta con linguaggi innovativi e forme sorprendenti, nhow Milano è il posto giusto per affrontare un tema molto dibattuto e sempre più diffuso: l’importanza del riciclo e il recupero dei materiali.

“Wasteland è un’esposizione dedicata all’utilizzo di materiali di scarto e di riciclo nell’arte e nel design, e ispirata al celebre poema di Eliot che già all’inizio del XX secolo vedeva la società occidentale arrivata a un punto di crisi. In un mondo in cui continuare a produrre solleva sempre più questioni problematiche – non solo in termini di scarsità di materiali, ma anche del dispendio energetico richiesto nella produzione – sono sempre più numerosi i creativi che scelgono di riutilizzare quanto esiste già attorno a loro”, afferma Elisabetta Scantamburlo, Art Director nhow Milano

 

Tra gli artisti e i designer che esporranno in occasione della mostra: Marisa Pracella, Matteo Naggi, Mirko Demattè, Anna Santinello, Annarita Serra, Alessandro Siccardi, Giuseppe La Spada, Gianni Depaoli, Maria Rosa Vendola, Tom Porta, Vincenzo Musacchio, Andrea Clessi (CLIQUE rielaboratorio), Federico Babato (FB Light Works), Gino Giacomin,  Morelato, Atelier Tuttonero e Adrenalina.

“Wasteland si propone dunque come un invito alla responsabilità verso l’ambiente in cui viviamo rivolto a tutti i visitatori. Sono riflessioni che dovrebbero coinvolgere tutti noi, non solo i designer, fin nelle piccole scelte che facciamo ogni giorno, nella scelta dei prodotti che acquistiamo e nel come li utilizziamo”, conclude Elisabetta Scantamburlo.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.